videogiochi
venerdì 13 luglio 2012 - 10 Commenti
30anni Electronic Arts, gli anni ‘90 e l’addio di Hawkins

Gli anni ‘90 si aprono con una grande rivoluzione per il mondo delle console: Nintendo cambia la sua politica in merito alla creazione di giochi per le proprie soluzioni, rimuovendo il vincolo di sviluppo esclusivo. Chiaramente Electronic Arts non perde tempo e comincia l’assalto al vasto mercato dominato dalla casa Giapponese.
A Dicembre del 1990, Lawrence Probst prende il posto di Hawkins alla guida della società che, entro pochi mesi, diventa una Corporate (Electronic Arts Inc.) con sede nello Stato di Delaware. Proprio Probst darà il via alla serie di acquisizioni …

venerdì 6 luglio 2012 - 20 Commenti
30anni Electronic Arts, le origini

Il 28 maggio del 1982 tre manager della Apple Computer dicono addio a Steve Jobs per fondare la  Amazin’ Software. Nel 1983 la società viene rinominata prima in SoftArt e poi in Electronic Arts.
Da allora la società ne ha fatta di strada e sorprenderà scoprire che la filosofia aziendale originaria nulla ha a che fare con la fama di “strangolatore” di piccoli team di sviluppo indipendenti e di “monopolista de-facto” grazie al pagamento di diritti esclusivi delle maggiori leghe sportive, che oggi viene associata ad EA.
Le Origini
Amazin’ viene fondata dai William M. …

giovedì 3 maggio 2012 - 13 Commenti
Dalla leva al gesto. Riflessioni su controlli e concept

Un recente articolo di Alessio Di Domizio ha riportato alla mente un argomento che avevo pensato di trattare tempo fa: joypad vs joystick.
Avendo passato una parte consistente della mia carriera da videogiocatore, dall’infanzia alla maturità, prima nei bar (pochi, molto rari, quelli che, fra il ’75 e il ’76 mettevano a disposizione un cabinato) e poi nelle sale giochi, non nascondo di essere stato, e sono tuttora, un fervido sostenitore della “leva” quale strumento di input preferenziale.
Sarà una questione di abitudine o puramente affettiva, ma continuo a trovarlo molto comodo …

mercoledì 18 aprile 2012 - 35 Commenti
Gaming: i limiti del touch screen (un appello agli sviluppatori)

Non è un mistero che l’enorme successo di iPhone e iPad abbia attratto una pletora di sviluppatori. Fra questi le maggiori software house del mondo gaming, ansiose di prendere parte a questo fenomeno di massa.
Nel tempo questo trend ha generato due tipologie di giochi: titoli nati sulle peculiarità dell’interfaccia touchscreen, e adattamenti di franchise nate e cresciute su PC o console. Alla prima categoria appartengono giochi come Fruit Ninja, la serie Angry Birds e una infinita pletora di giochi semplici e adatti ad una fruizione molto casual, fino ad arrivare …

venerdì 30 marzo 2012 - 8 Commenti
Bushnell e i 40anni di Atari: video (pt.4)

Anche se abbiamo concluso la serie di post dedicati ad Atari e a Bushnell, mi sembrava interessante proporvi una serie di video che ripercorrono questa affascinate storia.
 

mercoledì 22 giugno 2011 - 22 Commenti
Duke Nukem RIP

Qualche settimana fa si è consumato quello che a mio avviso rappresenta il vero, inevitabile funerale del mitico Duke Nukem. Vero perché finché il gioco non era fuori, c’era margine per una speranza, per quanto flebile, che rappresentasse un degno erede del mitico Duke 3D. Inevitabile perché proprio quella lunghissima attesa aveva portato le aspettative a un livello tale da rendere estremamente improbabile il loro raggiungimento. C’è però un altro, più prosaico motivo.
Chi ha ereditato da 3D Realms il compito di sviluppare l’ormai fantomatico sequel di Duke, sapeva di avere …

giovedì 7 aprile 2011 - 44 Commenti
Il gaming su PC è tutt’altro che morto

Il confronto tra i PC e le console è da sempre stato motivo di aspre battaglie nelle community dedicate ai videogames ed all’hardware.
Lo schieramento vicino al mondo delle console ne decanta la maggiore propensione al gioco vero e proprio (del resto nascono per quello), migliori controller, maggiore facilità d’uso ed un’offerta in termini di titoli spesso superiore grazie anche alle molte esclusive che si sono susseguite nel corso degli anni. Esiste anche un vantaggio in termini di costi, soprattutto nel lungo periodo: una console costa bene o male quanto una scheda …

mercoledì 6 aprile 2011 - 40 Commenti
Uno sguardo dentro al Nintendo DS

Pubblichiamo un contributo di Antonio Barba, sviluppatore software specializzato nel ramo videogiochi.
Tutti noi conosciamo, almeno di fama, il Nintendo DS. Lanciato verso la fine del 2004 in Giappone e Nord America (marzo 2005 in Europa), il Nintendo DS è, ad oggi, la console portatile più venduta al mondo – 144 milioni di unità a Dicembre 2010.
Per la sua progettazione, Nintendo riprende la piattaforma hardware del precendente Nintendo GameBoy Advance, il form factor dei Game&Watch anni ’80 ed aggiunge alcune importanti innovazioni, come il touchscreen, il microfono, la connessione WiFi e …

giovedì 10 febbraio 2011 - 9 Commenti
AAA Stereo 3D e oltre: intervista a Francesco Carucci

Intervista scritta a quattro mani da Raffaele Fanizzi e Jacopo Cocchi

1. Ciao Francesco, per chi non ti conoscesse puoi spendere due parole per introdurti?
Ciao, mi chiamo Francesco Carucci, sono laureato in Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino. Prima di lavorare in Crytek ho passato otto anni in Inghilterra, lavorando prima per Kuju e poi cinque anni per Lionhead con Peter Molyneux, dove ho partecipato alla realizzazione di Black&White 2 e Fable 2 in qualita’ di Ingegnere Grafico.
2.  Di cosa ti occupi esattamente e che ruolo rivesti all’interno di Crytek?
In Crytek …

giovedì 27 gennaio 2011 - 31 Commenti
Old Videogame Shop Where Art Thou?

Torna su questi beneamati lidi la rubrica di retrogaming più amata dagli italiani e sdraiabilmente dalle italiane.
Dopo un periodo sabbatico durato un paio di mesi, la Valigia del Videogamer riempie nuovamente il vostro giovedì con un pieno di ricordi e passioni mai sopite.
Per il momento, ma solo per il momento (causa mancanza cronica di sufficiente tempo spendibile in favore della causa) accantoniamo il viaggio-reportage intrapreso nella terra nipponica, con la promessa di concluderlo quanto prima.
Quindi di cosa parleremo quest’oggi?
Parleremo di…(rullo tambureggiante) retrogaming! Immagino gli applausi scroscianti da casa. Molto bene.
Nonostante …