p2p
giovedì 15 maggio 2008 - 6 Commenti

Gli utenti di BitTorrent sanno ormai bene di non poter contare su velocità entusiasmanti; di converso gli ISP BitTorrent rappresenta una nemesi: riesce a saturare rapidamente la banda disponibile e mettere sotto stress le interfacce di rete. Il caso Comcast – che ha usato strumenti di traffic shaping per bloccare BT – rappresenta la reazione più tipica ai problemi che il protocollo innesca.
ONO, un plugin per il popolare client BT Azureus, promette incrementi di velocità significativi – dal 30% al 200% circa di media a seconda della banda disponibile …

mercoledì 7 maggio 2008 - 2 Commenti

Da anni una domanda assilla politici, appassionati e analisti della rete. Quale percentuale del traffico è generato dalle reti di file sharing? La questione è primaria perché, come nota Wired, potremmo ritrovarci a discutere di net neutrality senza nemmeno sapere di cosa esattamente stiamo parlando.
Un report del 2007 citato da Wired, sostiene che il traffico http abbia superato quello P2P grazie a piattaforme di streaming come Youtube. Secondo questa stessa analisi, il traffico HTTP arriverebbe al 46% del totale, mentre quello generato dal P2P si fermerebbe a un comunque rispettabile …

martedì 29 aprile 2008 - 4 Commenti

Dice un vecchio detto: “solo i grandi saggi e i grandi sciocchi non cambiano mai idea”, e io ne ho sempre fatto una verità assoluta. Anche i Metallica a quanto pare, visto che in una recente intervista al mensile Rolling Stone, hanno dichiarato tramite il batterista Lars Ulrich, di guardare con molto interesse agli esperimenti di Radiohead e Nine Inch Nails, e che per il futuro tutto è possibile.
Notevole, soprattutto dopo essere passati alla storia nell’immaginario collettivo come “coloro che fecero chiudere Napster”.

giovedì 10 aprile 2008 - 3 Commenti

Chi ha vissuto la propria adolescenza negli anni ottanta non può non sapere cosa voglia dire registrare una cassetta. A pensarci bene sembra preistoria, il nastro su cui venivano incise le compilation da milioni di ragazzi più o meno giovani che mixavano artisti e suoni presi da diversi cd o addirittura dal vinile.
Questa espressione di creatività torna a vivere in formato digitale, grazie ad un progetto semplice semplice: muxtape.com.

mercoledì 19 marzo 2008 - 11 Commenti

Sta facendo molto parlare la nuova tecnologia proposta da Pando Networks che, su richiesta dell’operatore Verizon, ha sviluppato un nuovo software di condivisione capace di aumentare fino al 60% la velocità di scambio dati su reti P2P.
Questo miglioramento è dovuto al fatto che il software privilegia gli utenti Verizon fisicamente più vicini, aumentando sensibilmente le prestazioni perché i dati devono passare per molti meno nodi.

lunedì 10 marzo 2008 - 1 Commento

I conti della MPAA per l’anno 2007 registrano un record assoluto, con un incremento delle entrate al botteghino del 5.4% rispetto al 2006, per un incasso totale di 9.63 miliardi di dollari. Niente male per un’industria che da anni piange miseria, arrivando a dichiararsi in punto di morte per indurre legislatori ed ISP ad un crackdown definitivo sul file sharing.
In una delle dichiarazioni più drammatiche, i portavoce della MPAA sono infatti arrivati ad addebitare alla pirateria, mancati profitti per ben 7 miliardi di dollari. Coerentemente con queste stime, l’associazione ha …

giovedì 6 marzo 2008 - 6 Commenti

Trent Reznor, il leader dei Nine Inch Nails, è un personaggio un po’ atipico; è colui che candidamente dichiarò che aveva un account su Oink, un sito che permetteva scambio di files via bittorrent, e che non ci trovava niente di male, perché colmava un vuoto del mondo digitale.
È anche famoso perché ha rilasciato tracce in formato GarageBand pronte da remixare. Leggenda narra che lui stesso rilasci i torrent dei suoi album, e proprio un paio di giorni fa il suo gruppo ha rilasciato in questo modo il primo …

giovedì 6 marzo 2008 - 10 Commenti

Chi non fosse ancora convinto del fatto che gli interessi delle major e quelli degli ISP sono in rotta di collisione, farebbe bene a dare uno sguardo ai risultati della 2008 Digital Entertainment Survey, commissionata da uno studio legale inglese specializzato sui media e avente come campione 1608 individui inglesi di età compresa fra i 15 e i 54 anni.
I risultati più salienti della ricerca mostrano che 7 “pirati” su 10 smetterebbero di “fare cose da pirati” (would cease pirating… quindi P2P=pirateria?) in caso di avviso dal proprio ISP. Inoltre …

lunedì 3 marzo 2008 - 10 Commenti

Dopo aver ripetutamente giustificato con l’argomentazione della tutela degli artisti, il proprio accanimento contro il P2P,
sembra oggi che le case discografiche non siano molto disposte a condividere coi loro “protetti” il frutto delle battaglie legali.
Così la Warner, la Universal e la EMI, dopo aver ottenuto da Napster, Kazaa e Bolt.com una somma pari a circa 400 milioni di dollari a titolo di compenso per mancato introito, si trovano oggi a fronteggiare le sempre più insistenti richieste degli artisti, che lamentano di non essere stati affatto coinvolti nella redistribuzione del maltolto.

martedì 26 febbraio 2008 - 4 Commenti

L’argomentazione alla base delle cause intentate dalla RIAA contro utenti americani di piattaforme P2P, secondo cui è sufficiente rendere disponibile del materiale protetto per essere accusabili dell’infrazione del copyright, è stata contestata da un giudice federale de Connecticut.
Per procedere contro gli accusati – è questo il parere del giudice Janet Bond Arterton – è infatti necessario produrre prova fattuale del trasferimento del suddetto materiale verso terze parti, la qual cosa, oltre a non essere stata dimostrata dalla RIAA in sede processuale, appare tecnicamente difficile su larga scala. È a …