linux
mercoledì 24 febbraio 2010 - 4 Commenti
L’auto Robot è Made in Italy e Open Source – Seconda Parte

Qualche giorno fa ho avuto il piacere di parlare con il Prof. Alberto Broggi, scoprendo come l’Italia sia tra i paesi che per primi hanno applicato la robotica all’automobile. Ne è scaturita un’interessante intervista, che ho separato in due parti per motivi di spazio.
Prima di riprenderla dov’eravamo rimasti voglio fare una premessa: il VisLab è stato scelto dall’ERC (European Research Council) per rappresentare la ricerca europea a livello mondiale, sostenendo l’Intercontinental Autonomous Challenge (un viaggio da Roma a Shangai senza conducente) in occasione del meeting annuale dell’AAAS, avvenuto nei giorni passati …

martedì 23 febbraio 2010 - 67 Commenti
Come far convivere Linux e Windows

Partiamo con il presupposto che le preferenze ed i gusti nell’ambito dei sistemi operativi desktop (come in qualsiasi altro ambito) non sono in alcun modo sindacabili. C’è chi si vede le sue esigenze pienamente soddisfatte da Windows, chi non vivrebbe senza un desktop con una mela morsicata sopra e chi ha trovato in GNU/Linux tutto quello che cercava. C’è poi una fascia intermedia, una zona grigia (in cui mi inserisco tranquillamente anche io) che rendendosi conto che nessuno dei tanti mondi è perfetto vorrebbe in qualche modo poter trarre il …

venerdì 19 febbraio 2010 - 17 Commenti
L’auto robot è Made in Italy e Open Source – Prima Parte

Sfogliando i libri di storia ci sono nomi Italiani che hanno brillato per il loro genio. Senza scomodare i nomi dei nostri illustri antenati a volte ci sono storie singolari, più recenti, ma non meno affascinanti.
Vorrei partire dal Progetto ARGO, un’impresa che nel 1996 ha stupito il mondo accademico e ancora oggi rappresenta una pietra miliare quando si parla di guida robotizzata di automobili.
In quell’anno Alberto Broggi, presso l’università di Parma, allestì una Lancia Thema con un sofisticato ma (relativamente) economico sistema di guida senza conducente. Tramite due telecamere in …

martedì 16 febbraio 2010 - 18 Commenti
Il punto di incontro tra Web e Desktop

Capita sempre più spesso sentire i termini “semantica” e “sociale” accoppiati al concetto di desktop. Vengono presentati ipotetici scenari in cui finalmente all’interno dei PC i nostri documenti e programmi non saranno più isolati e vivranno in una fitta rete di relazioni (speriamo non pericolose) tra di loro.
La rivoluzione iniziata dal social web si estenderà fino ad intrufolarsi sulle nostre scrivanie. Potremmo finalmente cercare una canzone nel nostro pc semplicemente ricordandoci che ci era stata inviata da un amico in una determinata occasione. Potremmo accedere alle nostre foto di famiglia …

martedì 9 febbraio 2010 - 9 Commenti
Linux: oltre i bug tracker

Chi utilizza una qualsiasi distribuzione linux si sarà trovato prima o poi di fronte ad un comportamento errato o indesiderato di una certa applicazione. Oppure si sarà trovato nella condizione di pensare ad una piccola modifica o all’aggiunta di una nuova feature che gioverebbe magari all’usabilità dell’applicazione. Una situazione del genere si può presentare a tutti: ad uno sviluppatore, ad un utente esperto o ad uno alle prime armi.
Cerchiamo di immaginare cosa succede attualmente per le tre ipotetiche classi di persone che ho elencato.
SVILUPPATORE:
In caso di crash semplicemente lo sviluppatore …

martedì 26 gennaio 2010 - 40 Commenti
Sistemi real time Linux-based

Pubblichiamo un guest post di Emanuele Rampichini
Ricordando i presupposti di cui abbiamo discusso nel precedente articolo vediamo ora cosa il panorama open source offre nell’ambito dei sistemi operativi in tempo reale.
Possiamo considerare una suddivisione in due macro aree per quanto riguarda questi tipi di sistemi:

SISTEMI OPERATIVI ADATTATI A PARTIRE DA PROGETTI NON PENSATI PER IL TEMPO REALE
SISTEMI OPERATIVI IN TEMPO REALE DEDICATI SCRITTI DA ZERO

La scelta dell’uno o dell’altro approccio porta ovviamente con se vantaggi e svantaggi che vanno valutati attentamente. Per esempio l’utilizzo di sistemi adattati può …

venerdì 28 agosto 2009 - 50 Commenti

Ho acquistato un netbook, da usare prevalentemente col browser aperto, magari con un software di videoscrittura installato e un player multimediale per portarmi dietro un po’ di buona musica.
Non mi sembra un range di utilizzo tanto riduttivo, viste quante cose si possono fare con un browser al giorno d’oggi e, viste le scarse prestazioni della piattaforma Atom, pensavo di prenderlo con una distribuzione Linux, scegliendo poi, pacchetto dopo pacchetto, il minimo indispensabile in relazione alle mie necessità, o magari, affidandomi a quelle distro appositamente ideate per questo genere di dispositivi.
Così, …

venerdì 10 luglio 2009 - 42 Commenti

Gli annunci fatti da Google sono due, ma in realtà la notizia è una sola. L’uscita dalla lunghissima fase beta dei servizi web più evoluti di Google e l’inizio dello sviluppo di Google Chrome OS, sono due passi importanti di un’unica tabella di marcia.
Google Chrome OS arriva in un momento storico in cui gli scenari futuri sono poco chiari e si presenta come molto più di un’alternativa, cioè come un elemento che è destinato a mettere sottosopra lo scenario informatico e il mercato ad esso collegato.
Google non ha …

mercoledì 15 aprile 2009 - 18 Commenti

Il debutto dei computer di fascia netbook, più o meno contemporaneo al rilascio di Vista, ha costretto Microsoft ad affrontare un’inversione di rotta sulle proprie strategie relative al mercato OS. Se Vista nasceva per offrire miglioramenti nella sicurezza, nella stabilità e nella UI a computer ben forniti sotto il profilo hardware, il fenomeno netbook ha preso forma a partire da presupposti molto diversi: hardware e prezzo al pubblico ridotti all’osso, performance idonee per l’esecuzione delle applicazioni di uso più comune, massima mobilità.
Con il brusco ritorno a XP prima e l’allestimento …

lunedì 30 marzo 2009 - 9 Commenti

La crisi economica globale ha costretto parecchie aziende a cercare un modo per tagliare i costi del settore IT, molte di queste si sono appoggiate a soluzioni Open Source per risparmiare.
Il tutto si è tradotto, per le aziende il cui business ruota attorno a Linux in un incremento del giro d’affari.