Intel
mercoledì 1 giugno 2011 - 28 Commenti
Intel come GlobalFoundries: una strada tutta da scoprire

Qualche giorno fa è comparsa su Reuters una strana e intrigante notizia a proposito di Intel, secondo la quale il colosso californiano potrebbe cominciare a produrre processori non-Intel. Leggendo la notizia si capisce che le cose non stanno esattamente così — ma come stanno allora? Qual è il significato di questo annuncio, a chi si rivolge, e cosa potremmo aspettarci in futuro?
Dopo un iniziale sbalordimento, e un po’ di riflessione, la cosa ha cominciato ad avere senso — anzi, ad essere perfettamente logica. Credo che questa decisione sia la fava …

venerdì 27 maggio 2011 - 11 Commenti
30anni di DOS, gli Albori

Nella nostra rubrica non potevamo non ripercorrere la storia del Disk Operating System, visto che quest’anno compie ben 30anni.
Gli Albori
Era il luglio del 1981 quando Microsoft, allora nota quasi esclusivamente per il Basic,  fa un investimento da molti ritenuto folle e quasi incomprensibile: per circa 50.000 dollari acquista i diritti di uno sparuto sistema operativo prodotto dalla Seattle Computer chiamato 86-DOS (o anche SCP-DOS e Q-DOS).
La stessa Seattle Computer, piccola società costituita da giovani appassionati di microcalcolatori,  è inizialmente convita di aver fatto un grande affare, visto il basso costo …

mercoledì 11 maggio 2011 - 35 Commenti
Apple e i processori: non è amore (eterno)

Se dovessi scegliere una canzone da dedicare a Apple, sarebbe “Bella senz’anima” di Riccardo Cocciante, per la facilità e la freddezza nello scaricare i microprocessori che non ritiene più utili alla sua causa (il mero profitto). Ovviamente dopo averli spremuti per bene, specialmente in ambito marketing, esaltandone le incredibili capacità… fino al giorno prima dell’abbandono.
Mi riferisco in particolare a quelli montati nei famosi Macintosh, che hanno visto fasi o ere segnate dall’impiego di precise famiglie di processori che hanno contribuito al “marchio di fabbrica”, quell’elemento di “biodiversità” che poneva i …

mercoledì 23 marzo 2011 - 22 Commenti
CPU con GPU integrata: un pericolo per NVIDIA?

Si dice che il 2011 sia l’anno delle CPU con GPU integrata e concordo pienamente con questa previsione in quanto se già nel 2010 queste soluzioni hanno rappresentato il 39% del mercato delle CPU per notebook, è più che ragionevole presumere che tali sistemi siano destinati a diffondersi a macchia d’olio.
Anche se per l’utente finale non cambia molto rispetto alle precedenti soluzioni che prevedevano chipset con grafica integrata, quella delle CPU con GPU integrata è un’evoluzione destinata a smuovere notevolmente non solo il mercato dei microprocessori, ma anche quello dei …

mercoledì 19 gennaio 2011 - 15 Commenti
ARM seppellirà Intel?

La fonte non è delle più imparziali – H. Hauser, co-fondatore di ARM – ma le argomentazioni, al di là del titolo provocatorio, meritano una attenta riflessione. La tesi di Hauser, riportata sul Wall Street Journal e commentata da Horace Dediu sul suo blog Asymco, è così riassumibile: nel mondo PC i processori si comprano fatti e finiti e si infilano dentro i computer.
Nel mondo mobile, la direzione verso cui sempre più “gira il fumo”, le architetture (CPU ma volendo anche GPU) si prendono in licenza, si personalizzano, si estendono …

venerdì 29 ottobre 2010 - 17 Commenti
Da OS/2 a Windows NT passando per VMS

Dal post dedicato al PDP è scaturito un’interessante dibattito sulle origini di Windows NT. Vediamo allora di analizzare più a fondo la nascita di “New Technology”, alla base degli attuali sistemi operativi di Microsoft.
Temporalmente ci posizioniamo tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, periodo in cui il mercato dei PC era in piena espansione ed il binomio Microsoft/IBM era sinonimo di computer stesso.
Microsoft era già impegnata su diversi fronti e con diversi OS, tra cui DOS ed OS/2, quest’ultimo sviluppato proprio in collaborazione con BigBlue e …

mercoledì 20 ottobre 2010 - 28 Commenti
Tablet: un mondo senza Wintel?

Prendo spunto da questo pezzo di John Gruber per riproporre alcune sue osservazioni e aggiungerne delle mie.
Gruber cita Brooke Crothers di CNET, che ritiene l’atteggiamento a dir poco attendista di MS e Intel (e AMD) sul mondo tablet, frutto dell’enorme indotto ancora orbitante attorno ai dispositivi di “vecchia concezione”: desktop, laptop, server.
Gruber crede invece che MS e Intel prendano molto sul serio il segmento, vedano con preoccupazione il successo di iPad e a buon titolo facciano bene a preoccuparsene, dal momento che nella generazione attuale di tablet (e presumibilmente anche …

venerdì 10 settembre 2010 - 47 Commenti
Un pezzo d’Italia nei Microprocessori

Siamo abituati ad attribuire le grandi innovazioni del settore informatico ad aziende e a tecnici statunitensi, così come quelle elettroniche alle geniali menti del Sol Levante.
Purtroppo in questo walzer tra un lato e l’altro del globo, l’Italia è quasi sempre un semplice  spettatore che fatica a tenere il passo e a captare le nuove opportunità.
Eppure proprio un italiano ha accesso la fiamma che scalda il cuore dei nostri computer, il microprocessore. Si tratta di Federico Faggin, vicentino doc, laureatosi in Fisica all’università di Padova nel 1965.

Prima di raggiungere l’obiettivo accademico, …

giovedì 22 luglio 2010 - 3 Commenti
L’alba della seconda generazione parte 2: Fairchild Channel F e la nascita della Silicon Valley

Come promesso, con l’appuntamento di oggi continuiamo il miniciclo sulla seconda generazione di console iniziato due settimane fa.
Recuperiamo dunque le fila del discorso. Ci troviamo negli anni ’70 e l’industry è un settore in divenire. Atari è appena nata e sta per prendere corpo la rivoluzione delle menti della Silicon Valley, capitanata da Gates, Jobs e Wozniak ed altri giovani brillanti provenienti in gran parte dalla fucina dello Xerox PARC.
Parallelamente al lavoro della Radofin, compagnia come abbiamo già visto inizialmente specializzata nella produzione e vendita di calcolatrici, un altro attore …

venerdì 30 aprile 2010 - 26 Commenti
Dal real mode al multitasking su PC: i DOS extender

In questo nuovo appuntamento settimanale col retrocomputing, andremo a “disseppellire” l’emblema di un’epoca del PC direi felicemente conclusasi: le limitazioni imposte dalla memoria convenzionale e i sistemi usati per aggirarla, per poi inquadrare le origini del moderno concetto di multitasking.
640KB (qui approfondito tecnicamente da Cesare) è il quantitativo di memoria che i progettisti IBM ritennero all’inizio degli anni ’80 soddisfacente per ogni eventuale uso del computer.
Sempre a livello progettuale, la parte oltre i 640KB del primo megabyte di RAM (1MB era il massimo indirizzabile da una CPU 8086/8088) fu riservata …