Intel
venerdì 2 aprile 2010 - 9 Commenti
Compaq Portable, il primo vero clone

12,5 Kg di peso, nei primi anni ’80, erano sufficienti per definire un computer “portatile” – benché la dicitura “trasportabile” rendesse meglio l’idea. Se poi questo computer era anche pienamente IBM compatibile, e consentiva dunque l’esecuzione dei più popolari software di produttività (word processor, fogli di calcolo, database) sviluppati per la piattaforma business per eccellenza, il PC IBM, era legittimo parlare di una rivoluzione copernicana.
In questa nuova avventura nel colorato mondo del retrocomputing, la macchina del tempo ci trasporterà come per magia nel 1982, anno di introduzione del Compaq Portable, …

giovedì 11 febbraio 2010 - 11 Commenti
APU: il futuro della grafica integrata

C’è stato un periodo nella storia dell’informatica in cui qualsiasi soluzione integrata veniva evitata come la peste quando si era intenti a fare l’elenco delle componenti che avrebbero fatto parte del proprio nuovo e fiammante PC assemblato. Ricordo che quando si osservavano le schede madri che integravano una scheda audio e/o un processore grafico, il dito scorreva oltre andando alla ricerca delle soluzioni audio/video dedicate più desiderabili.
Che cosa è cambiato, dunque, negli ultimi anni al punto da portare i maggiori produttori di processori x86 a presentare, per AMD, e a …

giovedì 4 febbraio 2010 - 56 Commenti
Che fatica obbedire alla legge di Moore

Pubblichiamo un guest post di Lorenzo Tosetto

Non c’è bisogno di essere fisici, ingegneri, o comunque addetti al settore per aver sentito parlare della famigerata previsione che, nonostante cinquant’anni di correzioni, riformulazioni, estensioni e corollari, sostiene fondamentalmente sempre lo stesso concetto: l’innovazione tecnologica è sufficientemente veloce da permettere di crescere sempre più dispositivi su una data area di semiconduttore (un parametro noto come “densità di integrazione”). E questo concetto la legge di Moore lo sostiene a piena ragione.
Quello che magari è oscuro ai più è perché – con l’attuale tecnologia- si …

mercoledì 20 gennaio 2010 - 34 Commenti
GPU: unità dedicate o unità generiche?

Questa settimana interromperemo temporaneamente la serie di articoli sui sensori digitali per affrontare un argomento piuttosto attuale. Sui forum di tutto il mondo si è parlato e si parla ancora di Fermi, Larrabee, delle nuove GPU DX11 di ATi/AMD; uno degli argomenti più dibattuti è quello relativo al tipo di implementazione di alcune funzionalità.
Da un lato ci sono i fautori dell’implementazione di tipo hardware, con unità dedicate a svolgere uno specifico task, dall’altro quelli i sostenitori dell’emulazione via software di determinate funzionalità, con i calcoli affidati ad unità di tipo …

mercoledì 9 dicembre 2009 - 42 Commenti
La “guerra” dell’ISA x86: l’impatto su decoder, compilatori, e implicazioni varie

Qualche giorno fa Agner Fog, un esperto di architetture x86, ha rilasciato sul suo blog un articolo relativo alle problematiche di quest’ISA relativamente alla sua implementazione, estensione e utilizzo da parte dei programmatori.
I punti salienti sono stati riassunti da AnandTech e consistono sostanzialmente nel fatto che ci sono troppe istruzioni (oltre un migliaio secondo l’autore), ne sono presenti ancora di obsolete, la decodifica è complicata, c’è una guerra che si combatte a colpi di estensioni fra i produttori di CPU x86, e infine il supporto di tutte queste aggiunte / …

martedì 24 novembre 2009 - 45 Commenti

La strada del cloud computing arriva da lontano e, con l’arrivo di Chrome OS, potrebbe portare ancora più lontano. In modo del tutto parallelo, sul mercato hardware i client sono diventati sempre più thin ma con il nuovo OS di Google, potrebbero diventarlo ancora di più. Partiamo dallo status quo.
Non sono mai stato un fan di Atom, una CPU che mi pare risponda all’unica esigenza di portare la “religione” x86 lì dove, fino al 2007, non poteva arrivare: subnotebook di basso costo, altri dispositivi ultramobile come MID, un giorno, …

venerdì 9 ottobre 2009 - 14 Commenti

Internet gira su x86 è il mantra con cui da qualche anno a questa parte, Intel risponde a chi solleva dubbi sull’idoneità di un’architettura evolutasi in maniera incrementale a partire dai lontani anni ’70, a rappresentare la risposta migliore alle esigenze computazionali del ventunesimo secolo.
Si tratta di un’affermazione di sicuro impatto, che va decodificata su più livelli. In prima istanza, fin da quando Internet esiste, x86 è l’architettura più diffusa in ambito client: un dato non trascurabile. Secondariamente, fin dall’alba di Internet, x86 cresce anche in ambito server, un …

mercoledì 26 agosto 2009 - 3 Commenti

Con questa e la prossima settimana concludiamo il ciclo dedicato alle società, attive nel mondo della grafica tra la seconda metà degli anni ’80 e l’inizio del XXI secolo, definitivamente scomparse a causa di un’acquisizione, di una fusione o dello scioglimento. Per chi si fosse perso le puntate precedenti, abbiamo già parlato di 3dfx, Tseng Labs e Number Nine, Rendition, Chromatic Research, ArtX e Bitboys Oy.
Ci sarebbe ancora da parlare a lungo e da ricordarne più d’una, tra  cui vorrei citare, ad esempio MOS Technology, produttrice del sottosistema grafico del …

venerdì 17 luglio 2009 - 25 Commenti

Leggendo i commenti al mio precedente pezzo su Chrome OS, ho notato che alcuni utenti sembrano incondizionatamente propensi all’adozione del nuovo paradigma riproposto da Google. Trattandosi di uno scenario che alcuni ritengono plausibile (e sul quale di certo si spenderanno presto anche Microsoft e altri titani di calibro simile), vorrei in questa sede spendere qualche parola su quelle che mi sembrano le più immediate conseguenze dell’introduzione sul mercato della “reincarnazione” del Network Computer di Oracle.
Facciamo un passo indietro per entrare in contesto: per chi opera nel comparto hardware, il …

mercoledì 15 luglio 2009 - 51 Commenti

Con Alessio Di Domizio condividiamo la passione per i microprocessori, e non poche volte abbiamo affrontato il tema sia qui sia su Messenger, dove abbiamo speso fiumi di parole in chattate sui più svariati argomenti a esso attinenti.
Se parliamo molto è anche perché a volte non c’è piena sintonia, ma questo non è certamente un difetto, quanto un pregio, perché la diversa esperienza vissuta e i diversi punti di vista offrono ai lettori di AD una panoramica a più ampio raggio e una maggior ricchezza di informazioni, fortificando il proprio …