software
mercoledì 7 luglio 2010 - 65 Commenti
La tutela dei beni “immateriali”

Questo pezzo di Cesare rappresenta il primo capitolo di un botta e risposta con Alessio, la cui prossima puntata apparirà su AD nei prossimi giorni. Stay tuned! :-)
Il precedente articolo sul TCPA ha scatenato polemiche, more solito, perché l’argomento è particolarmente sentito e da un po’ di anni a questa parte si assiste a una dura contrapposizione fra chi lo sostiene e chi lo avversa.
In realtà, da quel che è emerso poi da commenti, per lo più le contestazioni non riguardano il TCPA di per sé, quanto gli (utili) strumenti …

venerdì 18 giugno 2010 - 31 Commenti
L’alba dello shareware, fra comunità e business

Se negli anni ’90 il computer diventa un oggetto di massa, fra la metà degli anni ’70 e i primi anni ’80 la fetta maggioritaria dell’utenza di home e personal computer è rappresentata da un pubblico più tecnico.
In questa puntata della rubrica dedicata ai pionieri e ai tanti bon sauvage dell’informatica, ci occuperemo per l’appunto di una nicchia dell’industria software nata e cresciuta fra le community informatiche della prima ora: lo shareware.
Che si tratti di un hobbista stile Homebrew Computer Club, convertito alla tastiera e al BASIC …

mercoledì 12 maggio 2010 - 37 Commenti
Quanto è interoperabile ODF?

In un precedente articolo in cui riportavo delle riflessioni su una notizia riguardante il plugin ODF di Oracle per Microsoft Office, è stata sollevata da un lettore (commento #13) la presunta mancanza di (piena) aderenza allo standard da parte del filtro di importazione realizzato da quest’ultima per la versione 2007 del suo noto pacchetto.
Si tratta di un’accusa che circola da tempo nei confronti della casa di Redmond, che a questo punto merita di essere analizzata e sviscerata alla luce del draft ufficiale dell’ODF (che trovate qui) e delle critiche che …

mercoledì 28 aprile 2010 - 53 Commenti
Oracle riaccende la guerra dei formati

Che la politica di Oracle sia decisamente diversa da quella di Sun, penso sia fuori discussione e ormai l’avranno capito tutti. D’altra parte da un’azienda votata al lucro cosa ci si dovrebbe aspettare, se non pensare principalmente ai propri interessi e, di conseguenza, a quelli degli azionisti?
Non sorprende, pertanto, l’ultima mossa della casa di Redwood, la quale sta cercando di capitalizzare in tutti i modi l’acquisizione dell’ex colosso di Santa Clara con operazioni che, a seconda di come le si veda, possono far storcere il naso o imprimere un ilare …

mercoledì 31 marzo 2010 - 62 Commenti
I programmatori scrivono codice per appagare se stessi o per gli utenti finali?

E’ una domanda legittima, a giudicare da questa notizia di qualche giorno fa, dove si apprende che la prossima versione di Ubuntu (Lucid Lynx, la 10.4) non includerà il famoso software di fotoritocco GIMP perché, cito testualmente, “ritenuto troppo complicato per l’utente comune” (e “ingombrante“, ma m’interessa sottolineare la precedente affermazione).
I problemi di usabilità sono un retaggio che quest’applicazione si porta dietro da parecchio tempo a causa del diverso modello adottato per la gestione dei documenti e per l’implementazione dell’interfaccia grafica in generale, rispetto ad altre applicazioni più o meno …

mercoledì 17 marzo 2010 - 73 Commenti
L’open source può sopravvivere senza i finanziamenti delle aziende private?

L’acquisizione di Sun da parte di Oracle ha suscitato scalpore per le dimensioni e la fama dei due colossi, ma soprattutto ha provocato parecchi mal di pancia agli affezionati della casa di Santa Clara, che in men che non si dica si sono visti colorare il sito di quel rosso tanto caro, invece, alla casa di Redwood City (anch’essa californiana).
Ovviamente la causa di questo malcontento non è la variazione cromatica, la quale rappresenta soltanto la percezione visiva e immediata che, inevitabilmente (e bruscamente), “qualcosa è cambiato”.
Il lauto pasto di Oracle …

martedì 9 febbraio 2010 - 9 Commenti
Linux: oltre i bug tracker

Chi utilizza una qualsiasi distribuzione linux si sarà trovato prima o poi di fronte ad un comportamento errato o indesiderato di una certa applicazione. Oppure si sarà trovato nella condizione di pensare ad una piccola modifica o all’aggiunta di una nuova feature che gioverebbe magari all’usabilità dell’applicazione. Una situazione del genere si può presentare a tutti: ad uno sviluppatore, ad un utente esperto o ad uno alle prime armi.
Cerchiamo di immaginare cosa succede attualmente per le tre ipotetiche classi di persone che ho elencato.
SVILUPPATORE:
In caso di crash semplicemente lo sviluppatore …

mercoledì 21 ottobre 2009 - 57 Commenti

Non v’è dubbio che, quando si parla di Google, il pensiero degli appassionati di informatica si volge immediatamente nella direzione dell’open source.
Parecchi, infatti, sono i suoi contributi alla comunità, con progetti fra i più disparati realizzati da questa multinazionale e rilasciati sotto l’ombrello di una delle licenze OSI, ma anche di carattere meramente economico, sovvenzionando progetti già esistenti, oppure bandendo dei concorsi (come il famoso Summer of Code), o ancora come sponsor di manifestazioni open source (come le famose PyCon di cui abbiamo già parlato su Appunti Digitali).
Non ultimo e …

giovedì 8 ottobre 2009 - 142 Commenti

Alla fine ce l’ha fatta: a poco meno di un mese dalla commercializzazione di Seven, sembra che questa volta Microsoft sia riuscita a convincere l’antitrust europeo che, quella di visualizzare una finestra con un prospetto informativo sui browser più diffusi dai quale scegliere quello da installare, sia la soluzione giusta.
Nessun’altra multa salata quindi, ma si rimane al momento in attesa che i concorrenti (sic) della casa di Redmond diano un responso positivo (entro un mese) per ratificare l’accordo, che avrà durata quinquennale.
Fa però sorridere il commento del commissario alla concorrenza, …

mercoledì 30 settembre 2009 - 371 Commenti

Credo che esistano ben poche personalità di spicco della comunità open source in grado di rivaleggiare con Richard Stallman quanto a notorietà, fama e… idolatria (Linus Torvalds è uno di questi, grazie alla diffusione di Linux).
Nel bene e nel male ha rappresentato un (il) punto di riferimento per quanto riguarda lo sviluppo non soltanto di software gratuito, ma di una filosofia che propaganda ormai da una quarto di secolo il concetto di software “libero” (sebbene esistessero già da tempo iniziative simili, anche se isolate).
Purtroppo complice forse anche l’inclemente età che …