flash
giovedì 27 maggio 2010 - 57 Commenti
Flash 10.1b rallenta il browsing su Android 2.2

I video riportati qui sotto danno un’idea dell’impatto prestazionale che ci si può attendere dall’uso di un plugin flash su smartphone. La piattaforma di riferimento è un Nexus One di Google, equipaggiato con l’ultima release di Android, la 2.2.
I risultati che emergono dal video sembrano indicare che il plugin flash 10.1b per Android penalizza il telefono di Google in modo significativo, rendendo l’esperienza di navigazione più lenta e lo scrolling meno fluido quando contenuti flash siano attivi all’interno di pagine web.
Il che finisce per rendere Nexus One + Android 2.2 …

mercoledì 14 aprile 2010 - 41 Commenti
Apple esclude lo sviluppo non nativo su iPhone, Adobe fa causa: due punti di vista

La questione nelle sue linee essenziali è la seguente: i nuovi termini di servizio di iPhone OS (la versione 4) escludono l’utilizzo di toolkit e framework di terze parti per lo sviluppo di applicazioni iPhone/iPad. Ambienti come Monotouch di Novell o la prossima versione di Adobe Flash – la cui value proposition consiste nella possibilità di creare applicazioni cross platform e poi confezionarle per ogni singola piattaforma – saranno dunque esclusi dall’accesso alla piattaforma smartphone leader nel mercato delle applicazioni.
La scelta è stata giustificata da Apple richiamando la necessità di …

giovedì 4 marzo 2010 - 57 Commenti
Apple e Adobe: un rapporto più di odio che di amore

Nel corso del mese di Febbraio mi sono molto divertito nel seguire tutta una serie di botta e risposta che si sono tenuti tra esponenti di Apple e di Adobe in merito al Flash Player ed è per questo che vorrei condividere con voi quanto è emerso per capire se è solo il sottoscritto a trovare tali comportamenti al limite dell’infantile, oppure se qualcun altro tra voi condivide tale impressione.
A seguito della presentazione dell’iPad, infatti, il sig. Adrian Ludwig di Adobe nel blog dedicato alla piattaforma flash ha pubblicato in …

venerdì 22 gennaio 2010 - 15 Commenti
La riproduzione video sul web conquista la decodifica hardware con Adobe

Nel corso della scorsa estate ho sollevato il problema dell’accelerazione in hardware dei contenuti video e, in particolare, affrontai questa criticità dal punto di vista del web.
Del resto possiamo affermare che è almeno da quando si sono diffusi YouTube e company che la riproduzione video non è più un problema esclusivo dei vari media player, ma riguarda anche i browser.
In occasione di quella riflessione emersero essenzialmente due osservazioni. Innanzitutto la riproduzione video sul web è di quasi esclusiva competenza Adobe e del suo Flash Player, non essendoci ancora uno standard …

mercoledì 12 agosto 2009 - 11 Commenti

Chi segue il mondo delle schede video e, più in generale, il mondo della riproduzione video su personal computer, conosce bene la battaglia che si è combattuta e che si sta ancora oggi combattendo per fare in modo che gran parte del lavoro di decodifica durante la riproduzione video venga affidato alle schede video e non al processore.
Le motivazioni sono le medesime di coloro che vogliono usare la potenza di calcolo delle GPU nel più ampio numero possibile di applicazioni: scaricare il processore di sistema dalle elaborazioni che possono essere potenzialmente …

lunedì 2 marzo 2009 - 10 Commenti

Lunedì scorso Jeremiah Grossman ha pubblicato le Top Ten Web Hacking Techniques of 2008, ovvero una selezione delle 10 migliori pubblicazioni in fatto di (in)sicurezza Web rilasciate durante il 2008, tra le 70 sottoposte all’attenzione della giuria composta da Rich Mogull, Chris Hoff, H D Moore e Jeff Forristal. E’ utile dare un’occhiata a queste tecniche per comprendere dove si sta dirigendo e dove si è giunti sin ora nel campo della sicurezza Web, sicuramente il settore più in fermento e mutevole del IT security.
Al primo posto si è …

martedì 28 ottobre 2008 - 6 Commenti

Q3 Gates dixit e Q3 è stato. Se proprio analizzassimo le date con la fiscalità e formalità in “modalità svizzera” allora dovremmo concludere che in realtà il termine non è stato rispettato; ma in fondo si tratta di un paio di settimane, assolutamente trascurabili rispetto agli obiettivi iniziali e l’evoluzione del progetto.
E fa piacere sapere che anche nell’Informatica, così come per i treni, a volte si riescano a rispettare le roadmap e le scadenze.
Il 13 ottobre corrente anno è stato annunciata al mondo la seconda major release di Silverlight, tramite un comunicato stampa e un …

venerdì 25 luglio 2008 - 16 Commenti

Pochi giorni fa’ si è sparsa la voce di uno studio che potrebbe rivoluzionare l’intero settore IT e non solo. Verso la fine di Maggio del corrente anno infatti è stata pubblicata una press release dell’Istituto Nazionale di Scienza e Tecnologia Industriali Avanzate (altrimenti detto AIST) in cui si annunciava la scoperta di una tecnica che rende possibile l’ingegnerizzazione di memorie Flash utilizzabili fino a 10000 volte più delle attuali.
La chiave di questo “miracolo” starebbe nell’utilizzo di un composto ferro-elettrico (l’acronimo tecnico è FeFETs, ovvero ferroelectric gate field-effect transistors), di cui potete vedere qui in basso un’immagine al microscopio

mercoledì 2 luglio 2008 - 3 Commenti

Flash, anche se non è visto di buon occhio da chi crede che gli standard per la comunicazione debbano essere aperti, fin dalla sua comparsa, ha portato importanti rivoluzioni nel web, release dopo release.
A partire dall’ impatto multimediale che dona ai siti web, che da solo bastava a stupire il mondo ai tempi della sua comparsa, il team che in tutti questi ha sviluppato questa tecnologia, ha saputo dare le giuste risposte a tante lacune che il web e i suoi utenti accusavano.
Senza Flash, oggi useremmo ancora gif animate, l’advertising …

martedì 18 marzo 2008 - 9 Commenti

L’imponente avanzate dei video online è grandiosa dal punto di vista dei numeri e della crescita, ma tutto sommato povera di innovazioni veramente di rilievo: la novità più interessante degli ultimi tempi è l’alta definizione online, introdotta su alcuni portali di video sharing, e l’incremento di qualità (opzionale) di Youtube. Niente a che vedere con quello che i ragazzi di Immersive media vogliono proporre.