energia
venerdì 27 giugno 2008 - 1 Commento

La International Business Machines Corporation, meglio nota come IBM, ha recentemente annunciato di aver unito le proprie forze con la nipponica Tokyo Ohka Kogyo allo scopo di sviluppare tecnologie innovative per la produzione di energia solare.
La IBM non è la prima azienda che negli ultimi mesi ha dichiarato le proprie intenzioni di investire in risorse e know how a favore delle energie rinnovabili; è naturale che nessuno intenda investire oggi nella produzione di energia tramite combustibili fossili, inquinanti ed in via di esaurimento, ma a quanto pare nessuno sta pensando, …

lunedì 23 giugno 2008 - 11 Commenti

Anche negli USA, come in Italia, in piena campagna elettorale, si promettono grandi investimenti nell’energia nucleare . Il repubblicano McCain, promette 45 nuove centrali entro il 2030, con l’obiettivo di arrivare a 100 nuovi impianti (non si sa in quanti secoli), naturalmente senza spiegare come e con i soldi di chi. Già oggi più della metà del costo di un impianto nucleare è coperto dai contribuenti e la produzione energetica da nucleare ha una sovvenzione per kW più alta persino del costo dell’energia all’utente finale. Nonostante questo gli …

martedì 17 giugno 2008 - 41 Commenti

Greenpeace in un comunicato stampa (accompagnato dal video qui sopra, ripreso da una campagna britannica contro il nulcleare) porta un piano nuclearista dell’ENEL, la nostra azienda energetica parastatale, che si presume avrà un ruolo da protagonista nell’eventuale rilancio del nucleare italiano, di cui si parla tanto dall’insediamento dell’ultimo Governo.
L’ENEL ha investito 1,9 miliardi di euro, per l’acquisto e il completamento di due reattori nucleari sovietici di seconda generazione, in Slovacchia. Tra le caratteristiche di questi impianti è l’assenza del sarcofago di contenimento, ovvero una robusta e pesante struttura …

mercoledì 11 giugno 2008 - 7 Commenti

I nostri passi potranno presto essere utilizzati per alimentare particolari generatori piazzati sotto al pavimento di centri commerciali e stazioni della metropolitana. Come?
Semplicemente camminando…
Questi generatori verranno, molto probabilmente, presto installati in alcune zone specifiche del Regno Unito. Questa tecnologia si serve del peso del corpo umano in movimento per comprimere speciali piattaforme inserite sotto il pavimento, piattaforme che, come dichiara il londinese Times: “spingono un fluido attraverso mini-turbine che generano energia elettrica da utilizzare direttamente o da immagazzinare in accumulatori dedicati”.

giovedì 5 giugno 2008 - 16 Commenti

Interessante notizia su Wired di ieri.
L’azienda australiana Choice, specializzata in indagini di mercato, ha recentemente realizzato uno studio sul consumo di energia elettrica dei dispositivi elettronici che usiamo ogni giorno nelle nostre case. Quale è risultato il più pericoloso per la nostra bolletta?
La Playstation 3!!! La PS3 consuma la bellezza di 31,74 kWh alla settimana quando è inattiva in idle, il che significa cinque volte l’energia utilizzata da un frigorifero.

lunedì 26 maggio 2008 - 13 Commenti

Da qualche tempo a questa parte vado considerando che sui consumi energetici andrebbe fatto un serio esame di coscienza anche nel settore tecnologico. Vent’anni fa, quando l’economia ancora tirava e il petrolio sembrava ancora abbondante, un tipico PC richiedeva anche meno di 100w più il monitor. Oggi che il petrolio scarseggia e la crisi energetica incombe, gli alimentatori hi-end hanno passato il KW.
Paradossalmente, è l’esatto opposto del trend che sta seguendo una buona parte del settore automobilistico – anche se parliamo di ordini di grandezza sottomultipli. È certo che coi …

lunedì 26 maggio 2008 - 22 Commenti

Il prezzo di benzina e gasolio ad oltre 1,5€ al litro e la sostenibilità ambientale dei combustibili fossili, hanno da tempo mosso alcune case automobilistiche ed alcuni consumatori accorti a scegliere soluzioni ibride per ridurre le emissioni di CO2.
In USA la Toyota Prius è diventata in fretta un “fenomeno di costume”, nel senso che chi la possiede è generalmente etichettato come persona “attenta all’ambiente”.

venerdì 23 maggio 2008 - 61 Commenti

Nel 1987 oltre il 71% degli italiani disse no al nucleare, chiamati ad esprimersi tramite un referendum. Allora però, era trascorso circa un anno dai tragici fatti di Chernobyl, e l’onda emotiva travolse qualsiasi discussione razionale. Dunque fu solo una scelta dettata dalla compassione per le vittime dell’incidente russo, e dalla paura che si potesse verificare qualcosa di analogo qui in Italia, o fu anche un secco no ad una tecnologia e ai rischi che essa comporta?
Il Ministro dello Sviluppo Economico, Scajola ha annunciato centrali nucleari di ultima generazione entro …

giovedì 22 maggio 2008 - 11 Commenti

Come promesso, ecco la seconda parte (qui la prima) dell’intervista gentilmente concessaci da Armando Tarquini, esperto di valutazioni investimenti e ricerca finanziamenti per energia rinnovabile e risparmio energetico.
In questa seconda tranche di domande proseguiremo sul discorso energetico per sconfinare in alcuni temi caldi collegati. A nome della redazione di AD e dei lettori desidero ringraziare Armando per il tempo che ci ha dedicato.
Appunti Digitali Per raggiungere l’obiettivo della progressiva marginalizzazione delle centrali a olio e a carbone, quale ritieni sia la combinazione migliore fra le tecnologie oggi a disposizione?
Armando …

mercoledì 21 maggio 2008 - 34 Commenti

Attorno alla questione energetica e all’inquinamento, ruota una grossa fetta dei dibattiti politici e degli sforzi scientifici del nuovo millennio. Abbiamo oggi l’occasione di affrontare la questione con Armando Tarquini, esperto del settore e attivamente coinvolto in una una società che si occupa di progettazione, direzione lavori e attività consulenziali per la costruzione di impianti nel settore delle energie rinnovabili, la ICQ Holding Spa.
Appunti Digitali Vuoi spiegarci di cosa ti occupi?
Armando Tarquini Mi occupo di valutazioni investimenti e ricerca finanziamenti per energia rinnovabile e risparmio energetico.
AD Veniamo al dunque: il …