energia
venerdì 11 gennaio 2008 - 6 Commenti

Già a SMAU 2007 avevo avuto modo di vedere come il settore dei generatori di energia elettrica portatili fosse in grande sviluppo, in particolare quelli ad energia solare. Al CES questa tendenza è stata confermata e si sono visti molti modelli innovativi.
Voltaic ha presentato una valigetta porta computer, ottima per un portatile tra i 15 e i 17 pollici, il cui fianco è interamente rivestito da pannelli solari. La valigetta è pensata per ricaricare piccoli device mobili, quali cellulari e lettori MP3, ma secondo la casa può caricare completamente anche …

lunedì 7 gennaio 2008 - 9 Commenti

Il kite surfing più o meno sappiamo tutti cosa è: uno sport acquatico nel quale si ha una tavola ai piedi e un profilo alare semirigido (che alcuni chiamano “aquilone” semplificando) tirato dal vento che fa muovere e compiere evoluzioni al surfista. Una cosa a metà tra il parapendio e il windsurf, molto spettacolare. Con l’occhio tipico dell’ingegnere, il signor Massimo Ippolito ha notato che l’energia in gioco in questo sport è molta, ed è prodotta dal vento, e si è domandato se la cosa non potesse essere sfruttata anche …

lunedì 3 dicembre 2007 - 1 Commento

Google, in un comunicato stampa, ha fatto sapere che intende entrare nel mercato dell’energia e ha deciso di farlo con lo stile che da sempre contraddistingue la compagnia californiana, ovvero puntando tutto sull’innovazione ed un pizzico di etica, che non guasta mai. Il progetto i chiama RE<C (renewable energy cheaper than coal) e consisterà nella creazione di un pool di scienziati incaricati di sviluppare tecnologie connesse alla produzione di energia da fonti rinnovabili, concentrando gli sforzi principalmente sul solare termico , l’eolico e il geotermico. L’obiettivo è di …

lunedì 5 novembre 2007 - 3 Commenti

Da qualche tempo i biocarburanti tengono banco come alternativa ecologica e per molti aspetti conveniente, ai derivati del petrolio. Da un lato promettono di svincolare, almeno in parte, le economie occidentali dai sempre più problematici approvvigionamenti di petrolio nell’area mediorientale – non a caso negli USA i terreni destinati alla produzione di biocarburanti hanno già superato per estensione quelli destinati all’alimentazione. Dall’altro forniscono anche ai paesi più poveri e sprovvisti di giacimenti di oro nero, la possibilità di creare risorse energetiche per il consumo interno.