automobili
martedì 25 marzo 2008 - 11 Commenti

L’Economist ha pubblicato di recente un articolo molto interessante sul prossimo importante traguardo dell’industria automobilistica: la ricerca della batteria perfetta.
Dalle batterie ricaricabili al litio-ione, che hanno contribuito a rendere possibile la rivoluzione dei cellulari negli ultimi 10 anni, ci si aspetta che ora possano alimentare anche le automobili.
“Sono sicuramente il prossimo passo”, dichiara Mary Ann Wright, boss della Johnson Controls-Saft Advanced Power Solutions, una azienda che ha recentemente aperto una fabbrica in Francia per la produzione di batterie al litio-ione destinati a futuri veicoli elettrici o ibridi.

giovedì 20 marzo 2008 - 28 Commenti

L’azienda si chiama Tesla Motors, e da qualche anno porta avanti lo sviluppo di un’auto sportivissima, completamente elettrica, che ora sta per entrare in produzione.
Vi starete chiedendo dove sta la notizia, visto che di auto elettriche ne nascono e ne muoiono continuamente, completamente ignorate dal mercato e osteggiate dai poteri forti. Ma vi sono tanti buoni motivi, non solo di natura tecnica, per seguire i primi passi di questo progetto, perché quest’auto sarà ricordata nella storia come l’inizio della fine delle auto a combustione interna, ve lo garantisco.

mercoledì 12 marzo 2008 - 3 Commenti

Sarebbe bello guidare una macchina in città senza la costante preoccupazione di trovare parcheggio, vero?
Alcuni scienziati del Massachusetts Institute of Technology (MIT), come riporta l’agenzia Reuters, hanno progettato un veicolo futuristico in grado di “guidarsi” e cercare parcheggio da solo.
Come funziona?
Una volta che siete arrivati a destinazione, il computer-veicolo, con la sola pressione di un bottone, inizia a ricercare automaticamente un parcheggio conveniente nelle vicinanze e, una volta trovato…inizia la mutazione: prendendo le sembianze di un grande portafoglio, si piega letteralmente a metà diventando delle dimensioni, più o …

martedì 4 marzo 2008 - 3 Commenti

Il post che state per leggere rappresenta quello che nel giornalismo anglosassone chiamano “Rant”: “un discorso dal tono emotivo, solitamente consistente in lamentele o attacchi, talvolta di natura politica” (secondo la definizione di wikipedia). Non consigliato agli amanti del giornalismo politically correct.
Il mercato dell’auto è andato conoscendo negli ultimi anni una forte espansione: anche la nostra FIAT se n’è giovata largamente, facendo registrare record di immatricolazioni e ottimi risultati contabili. È di ieri la notizia secondo cui “la festa è finita”: la flessione degli ordini e delle immatricolazioni è …

venerdì 15 febbraio 2008 - 9 Commenti

Da vero geek sento di dovere moltissimo agli USA, alla loro cultura industriale e innovativa, a tutti quei tizi barbuti che, ai limiti fra filosofia e tecnologia, hanno costruito le basi dell’attuale epoca informatica. Da buon europeo però, accompagno questa stima incondizionata ad altrettanto incondizionate riserve. Andiamo al sodo.
Da qualche anno a questa parte il gusto dell’eccesso automobilistico, tanto caro ai cugini d’oltreoceano, è sbarcato – nella forma degli odiatissimi SUV – in Europa, da cui pure provengono le migliori opere d’arte a quattro ruote che mente umana abbia …

lunedì 21 gennaio 2008 - 5 Commenti

Una soluzione…
Nel padiglione della General Motors GM al NAIAS (North American International Auto Show) di Detroit, la novità più importante non è stata un’automobile ma un carburante: il buon vecchio etanolo.
Il problema principale dell’etanolo è da sempre rappresentato dalle risorse dalle quali estrarlo; attualmente esso può essere prodotto solo tramite “rottura chimica” utilizzando coltivazioni ricche di zuccheri come ad esempio il mais e la canna da zucchero.
Questo ovviamente rende l’etanolo estremamente costoso, dipendente dall’agricoltura ed estraibile esclusivamente da cibo: un assoluto controsenso dal punto di vista della sostenibilità.
Esso …

lunedì 17 dicembre 2007 - 44 Commenti

In questi casi, in genere, si dice che c’è una notizia buona ed una cattiva. La notizia buona è che secondo i dati diffusi ad ottobre dalla Polizia Stradale il Tutor, è uno strumento efficace; nei tratti in cui è stato installato sono diminuiti gli incidenti, sia quelli mortali che quelli con feriti. I primi addirittura del cinquanta per cento.

La notizia cattiva è che, finora, questo risultato è stato ottenuto nonostante il Tutor sia rimasto spento per gran parte della giornata. Addirittura solo quattro ore su ventiquattro di …

mercoledì 28 novembre 2007 - 1 Commento

Nissan e Toyota stanno lavorando a due sistemi innovativi per la prevenzione degli incidenti stradali. L’idea è quella di permettere al dispositivo in auto di comunicare, non solo con i medesimi apparecchi installati negli altri veicoli, ma anche con smartphone e palmari, allo scopo di scongiurare gli investimenti dei pedoni.
Si chiamano ITS [Intelligent Transportation System], ed in particolare la Nissan lo sta sviluppando in collaborazione con la NTT DoCoMo, operatore telefonico nipponico, con cui sta cercando di individuare quali siano i dati più importanti da trasmettere per prevenire eventuali …

giovedì 22 novembre 2007 - 6 Commenti

Quello del parcheggio è un problema che affligge tutti gli automobilisti, soprattutto nelle grandi città, dove è calcolato che oltre il trenta per cento del tempo che si trascorre in auto, sia adibito alla ricerca del posto dove lasciarla.
Numerosi comuni d’Italia, come ad esempio Roma e Milano , hanno già adottato un sistema di pagamento dei parcheggi in fascia blu, che consente di utilizzare il cellulare per espletare la pratica, in abbinamento ad alcune schede prepagate dotate di pin, o tramite la registrazione al servizio con addebito del costo …