advertising
martedì 9 Ottobre 2012 - 36 Commenti
Col Do Not Track saremo tutti più liberi?

Solo qualche giorno fa, 30 big spender del mondo advertising hanno pubblicamente biasimato la decisione di Microsoft di attivare di default la funzione Do Not Track in IE10.
La funzione DNT segnala al sito visitato l’intenzione del visitatore di non condividere i propri dati con soggetti terzi quali servizi di analytics, network adv, piattaforme social: un sistema unificato (ma opzionale per chi dovrebbe recepirne le conseguenze) per eseguire l’opt-out dalla pletora di servizi che raccolgono e aggregano dati sugli utenti Internet per analizzare i trend ed eventualmente servire advertising contestuale.
Lavorando nel …

lunedì 15 Marzo 2010 - 4 Commenti
Il cartellone pubblicitario ti osserva e ti conosce

La pubblicità online e quella pubblica affidata a cartelloni e display hanno una fondamentale differenza che le divide: nel primo caso chi pubblica conosce con dovizia di particolari chi si trova di fronte, nel secondo invece i pubblicitari possono fare previsioni in base al luogo, agli orari e ad altri parametri, ma devono in ogni caso affidarsi a messaggi abbastanza generalisti, in grado di raggiungere e colpire un ampio spettro di pubblico.
NEC ha però in programma di eliminare gran parte di questi limiti, introducendo il concetto di personalizzazione degli annunci, …

martedì 1 Dicembre 2009 - 31 Commenti
I nomi nell’informatica moderna

Ho spesso a che fare, per evidenti necessità professionali, con roadmap e piani di sviluppo futuro delle principali aziende informatiche internazionali. In particolar modo sono sommerso da nomi in codice di processori e schede video, componenti nei quali i produttori si sbizzarriscono oltre livelli che possono essere considerati umanamente possibili.
A volte si cade proprio nell’evidente imbarazzo: alcuni brand, coniati da ben pagati creativi, scontano il proliferare di lingue sulla terra. Quello che sembra adatto ad un prodotto per chi è anglofono può suonare come stupido per i paesi di lingua …

martedì 24 Novembre 2009 - 15 Commenti

Un brevetto depositato qualche giorno fa da Apple, firmato anche da Steve Jobs, recita:

[…] Among other disclosures, an operating system presents one or more advertisements to a user and disables one or more functions while the advertisement is being presented. At the end of the advertisement, the operating system again enables the function(s). The advertisement can be visual or audible. The presentation of the advertisement(s) can be made as part of an approach where the user obtains a good or service, such as the …

giovedì 10 Settembre 2009 - 13 Commenti

Ne abbiamo parlato e riparlato, a proposito di Twitter, a proposito dei nuovi geni del marketing che vendono pagine su Facebook come se si trattasse di un asset valutabile e vendibile, di un benchmark di qualche rilevanza. Del resto già un paio d’anni fa Tagliaerbe sul suo blog, ci ha raccontato di come, i soliti ignoti, usassero offrire, al sempre nutrito manipolo di sprovveduti, commenti in vendita per i loro scintillanti quanto irrilevanti esperimenti all’insegna del “web 2.0? me too!”.
Ecco che Mashable ci svela l’ultimo tassello …

martedì 1 Settembre 2009 - 8 Commenti

Poche ore dopo la messa in vendita di Blogbabel su ebay per qualche spicciolo, voglio proporre questo spunto nella speranza che aiuti a gettar luce – senza pretesa di esaustività – sulla triste deriva che i blog stanno prendendo.
Buon pomeriggio, tutto bene?
Mi permetto di scrivervi in primis per augurarvi una buona estate e, in secondo luogo, per chiedervi la cortesia di voler segnalare (se lo ritenete opportuno, se vi piace, se considerate i contenuti interessante) ad amici, parenti, colleghi e, magari anche lettori del vostro blog con un bel …

martedì 28 Luglio 2009 - 23 Commenti

La crescita di Facebook è inarrestabile. Sarà merito della qualità del servizio offerto o magari delle email che manda a tutti i tuoi contatti non ancora iscritti al social network, spacciandosi per te, ma il successo è un dato di fatto.
Sono note le difficoltà che il più popolare dei social netowrk incontra nel cercare strade valide di monetizzazione del servizio, ricerca che in passato a portato anche a rivolte in massa degli utenti. Facebook ci riprova e torna a giocare con la pazienza dei suoi utenti sperando che …

lunedì 9 Marzo 2009 - 3 Commenti

In questo post vorrei ragionare con voi su un tema che mi sta piuttosto a cuore. Un tema di cui si è occupato Tagliaerbe sul suo blog – esprimendo posizioni con cui convengo al 100% – e che vorrei riprendere da un’angolazione diacronica.
Fin da quando esistono forum e newsgroup, esistono soggetti che sfruttano spazi in cui le persone si scambiano informazioni, pareri, materiale multimediale, in maniera neutrale e paritaria, per infilarci dentro campagne “imboscate” finalizzate a costruire/monitorare la reputazione di aziende committenti, diffondere informazioni di tipo pubblicitario laddove l’utente …

mercoledì 27 Agosto 2008 - 63 Commenti

Oltre che di numerosi difetti, Vista ad oggi sconta anche le conseguenze di tutte le opinioni negative che, dalla data del suo lancio in poi, si sono stratificate sul suo conto dentro e fuori della rete. Le conseguenze di questo hype negativo oggi influenzano la percezione che l’utenza ha di Vista ed eventualmente sono arrivate a costruire solidi preconcetti circa il nuovo OS di Microsoft.
Preconcetti che consolidandosi, rendono impossibili cambiamenti di rotta e inutili miglioramenti del prodotto, con potenziali ricadute sulla brand equity del gigante di Redmond.
La campagna denominata …

martedì 8 Luglio 2008 - 7 Commenti

Nell’era in cui i banner grafici si facevano sempre più grossi e invadenti per racimolare un po’ di attenzione Google spiazzò tutti lanciando l’AdSense : un servizio di link testuali, che rispetto a tutte le altre forme pubblicitarie ha il vantaggio di essere sempre pertinente con il contenuto della pagina.
I lettori trovano i link sponsorizzati pertinenti alle loro esigenze, il proprietario del sito guadagna di più e l’inserzionista è sicuro di attirare solo potenziali clienti. Successive applicazioni di questo servizio fecero persino discutere, quando con l’arrivo della Gmail, AdSense …