green-ict
mercoledì 5 Novembre 2008 - 9 Commenti

Pubblichiamo un guest post di George Clarkson.
Coi tempi che corrono, siamo tutti un po’ più attenti a come spendiamo i nostri soldi, e soprattutto siamo tutti un po’ più “green” (o almeno cerchiamo di esserlo). Ma chi non ancora dispone di hardware capace di gestire l’alimentazione in maniera automatica e non vuole, o non può, al momento aggiornare la propria piattaforma, può ancora saltare sul treno del risparmio energetico? La risposta è sì.
Con una serie di precauzioni, alcune ovvie, altre meno, si possono contenere i consumi in modo significativo ed …

giovedì 4 Settembre 2008 - 10 Commenti

Da tempo e da più parti sono comparse soluzioni per monitorare ed ottimizzare i consumi energetici della propria casa, in modo semplice ed accattivante, attraverso interfaccie utente usabili.
Dopo aver visto un concept che permette di monitorare i consumi della propria casa direttamente dall’iPhone, ecco che viene presentato sul mercato EnergyHub .

venerdì 29 Agosto 2008 - 15 Commenti

Torno da poco da un viaggio negli Stati Uniti, un Paese dai molti pregi e difetti, nonché dalle mille contraddizioni. Se da una parte è possibile assistere ad una diffusione della tecnologia davvero capillare, almeno nelle zone urbane, dall’altra non si possono notare certe incongruenze di fondo, che ti fanno tornare nel tuo Paese con l’idea che in fondo non siamo poi messi così male.
Nel corso del recente IDF, Intel Developer Forum, si sono sprecati fiumi di parole per sottolineare l’impegno di ogni azienda attiva nel settore informatico e di …

martedì 19 Agosto 2008 - 16 Commenti

Molti anni fa, il 17 agosto 1982, Sony e Philips rilasciarono al pubblico il primo CD, mezzo di distribuzione della musica che ha cambiato il mercato nei decenni seguenti.
Il CD sostituì il disco di vinile e più tardi, quando i prezzi dei lettori portatili scese, la cassetta a nastro, portando nel mondo della musica maggiore qualità audio, un supporto compatto e più resistente al passare del tempo.

lunedì 9 Giugno 2008 - 2 Commenti

Come promesso qualche giorno fa , torno a parlare di ambiente per dare un utile suggerimento a società piccole e grandi che vogliano fare qualcosa di concreto per l’ambiente.
Si tratta del progetto “Impatto Zero” promosso da LifeGate, società da tempo impegnata in varie iniziative che diffonda la cultura dell’eco-compatibilità, cioè far comprendere a privati e società il loro agire produce CO2 che va ad aumentare l’effetto serra, causa del riscaldamento globale.