comunicazione
martedì 30 Ottobre 2012 - 19 Commenti
Sentenza dell’Aquila: una condanna alla (mancata) comunicazione scientifica

Questo pezzo fa il paio con un contributo pubblicato ieri da Simone, in merito alla sentenza che ha colpito i membri della commissione Grandi Rischi. Tutto quanto leggerete non tiene ovviamente conto delle motivazioni della sentenza, che verranno depositate fra alcune settimane. Abbiamo ritenuto di esprimerci sul tema comunque, prima che altri argomenti seppelliscano l’attuale dibattito, dispostissimi a prendere atto di qualunque nuovo elemento emerga nei prossimi giorni.
Ricordiamo che piu di due anni fa ho commentato in queste pagine le accuse sferrate contro gli scienziati della Commissione Nazionale per la Previsione …

martedì 3 Aprile 2012 - 25 Commenti
Neutrini: messaggeri veloci come la luce! (se non di più)

In questa rubrica abbiamo parlato spesso dei neutrini: particelle leggerissime e molto elusive, ma molto affascinanti e di grande importanza per fisica moderna. In questo post ho descritto la loro importanza per lo studio dell’astrofisica e della comprensione dei fenomeni dell’Universo, mentre qui ho fatto una breve introduzione sulla natura di queste particelle.
Vi ricorderete anche che lo scorso autunno l’acceleratore di particelle Tevatron, del Fermilab di Chicago è stato spento, e il laboratorio ha concentrato le proprie forze sullo studio dei neutrini. Ed è proprio dal Fermilab che arriva questa …

lunedì 20 Febbraio 2012 - 2 Commenti
Arte, Scienza o tutt’e due?

Il confine tra arte e scienza non è mai stato particolarmente chiaro e definito: pensiamo a Leonardo e ai suoi studi sull’uomo, sulle macchine volanti e altri macchinari, sempre accompagnati da dettagliatissimi disegni di grande valore artistico. Anche oggi come allora, la visualizzazione della scienza e della tecnologia è il modo migliore per comprenderla e per studiarla. Per questo, la famosa rivista Science, in collaborazione con la “National Science Fundation” organizzano un gara per la miglior visualizzazione artistica di un fenomeno scientifico, chiamata “International Science & Engineering Visualization Challenge“.
L’idea è …

mercoledì 25 Gennaio 2012 - 53 Commenti
L’evoluzione della comunicazione scientifica

In risposta al post di Alessio sulla posizione di Wikipedia nel metodo scientifico, vorrei estendere le sue considerazioni all’intero mondo della comunicazione scientifica.
Sappiamo che per validare una ricerca è necessario avere l’avallo dell’intera comunità scientifica, che giudica il lavoro riproducibile, originale e di alto impatto scientifico. Per ottenere questo avallo è necessario inviare un articolo che descrive dettagliatamente il proprio lavoro a una rivista scientifica. La redazione di questa rivista giudica l’articolo e lo invia a una “peer review”, ovvero l’articolo viene sottoposto al giudizio di una serie di esperti …

giovedì 22 Settembre 2011 - 15 Commenti
Google è un gatekeeper?

Molto prima di Internet, si definiva gatekeeping la funzione svolta da chi, trovandosi nella posizione di editore o giornalista, filtrava le notizie decidendo a quali dare rilievo e quali ignorare. La figura del gatekeeper era radicata in un contesto mediatico caratterizzato da pochi media di massa, che comunicavano a molti individui simultaneamente (broadcast), individui dotati di un potere di interazione coi media limitato (cd. push, le notizie sono ricevute passivamente, non ottenute in seguito a ricerca).
Inutile dire che il concetto stesso di gatekeeping è stato spesso associato a quello di …

venerdì 11 Dicembre 2009 - 14 Commenti
Fotografia e post-produzione: mistificazione o realtà?

L’intervento della scorsa settimana a firma di Alessandro mi ha dato il la per proporvi un’elucubrazione (non potendo usare termini meno eleganti e più prosaici) che coltivo da qualche tempo. Iniziamo da una premessa rigorosa: il significato di fotografia è scrivere con la luce.
Tutto ciò che vediamo non è altro che, in maniera molto poco romantica, una porzione della radiazione luminosa che viene riflessa dai corpi che da essa vengono colpiti. Macchina fotografica e luce stanno al fotografo come pennino e inchiostro stanno allo scrittore. E’ compito del fotografo, mediante …

giovedì 22 Ottobre 2009 - 21 Commenti

Oggi non mi occuperò di ciò che normalmente tratto, cioè di “Multimedia & D’intorni”, ma di una riflessione che è da qualche tempo che mi preoccupa e della quale vorrei rendervi partecipi: la diffusione dei rapporti sociali virtuali.
Parto immediatamente con una premessa. Io sono classe 1983 e posso dire di aver vissuto in prima persona da appassionato di informatica e tecnologia quale sono, l’evoluzione dei rapporti sociali scaturita dalla diffusione di internet.
Ho sempre osservato con entusiasmo tutte le novità che si sono susseguite man mano più velocemente nel corso degli …

martedì 7 Luglio 2009 - 20 Commenti

 
Se la Microsoft voleva far parlare di sé e dell’ottava release di Internet Explorer di certo ci è riuscita. L’enorme vociare delle polemiche generato intorno ad un video messo online da Microsoft ha spinto la software house a ritirarlo, non prima che venisse prontamente ripubblicato su Youtube ed altri video-contenitori naturalmente.
Si tratta di uno spot pubblicitario che vuole promuovere la funzionalità “InPrivate”, che come la navigazione anonima del nuovo Firefox 3.5, permette di non lasciare traccia della proprie attività sul web. In una tranquilla scenetta familiare, intorno al tavolo per …

lunedì 18 Maggio 2009 - 2 Commenti

Roger Federer ha poco meno di un milione e duecentomila fan nella sua pagina su Facebook. Ha raggiunto quella cifra in poco tempo, probabilmente qualcuno che si occupa del suo ufficio stampa gli da una mano, ma pare che a volte intervenga personalmente, come quando pochi giorni fa, ha chiesto consiglio su dove andare a mangiare a Madrid, dove stava giocando (ed ha vinto) il torneo del circuito ATP.

giovedì 23 Aprile 2009 - 26 Commenti

Da qualche anno a questa parte, in alcune conferenze in cui la formula “2.0” è regolarmente abusata, vengono sparse folate di entusiasmo sui contenuti generati dagli utenti, sulla nuova democrazia mediatica, sulla possibilità di ciascuno di far arrivare la sua opinione al polo nord e via discorrendo.
Siamo partiti qualche anno fa con i blog e ci troviamo oggi a Twitter, un luogo in cui per far sapere qualcosa al mondo, non c’è neppure bisogno di concentrarsi quel tanto che basta per produrre un post degno di questo nome: bastano 140 …