codec
mercoledì 4 Maggio 2011 - 64 Commenti
Cosa c’è sotto la WebM Community Cross-License?

Quasi un anno fa Google annunciava al mondo la creazione di un nuovo formato video, il WebM, basato sul codice del codec video VP8 (che al contempo rilasciava come open source) per costituire quello che, a suo avviso, sarebbe stato un altro punto cardine per un web più “libero”.
“Libero” perché sono stati rilasciati i sorgenti sostanzialmente senza vincoli (la licenza è di tipo BSD), e senza dover pagare alcuna royalty per i brevetti che pendono sulle tecnologie utilizzate, come si può leggere dalle pagine della licenza e, in particolare, in …

giovedì 20 Maggio 2010 - 25 Commenti
WebM: Google rende open source il codec VP8

Solamente due settimane fa vi parlai dell’annuncio da parte di Microsoft di supportare nel suo futuro Internet Explorer 9 il solo formato H.264 per la riproduzione di video sul web nel tag video del facente parte dello standard HTML5.
Proprio in quella sede, analizzai la situazione che vede, in questo specifico ambito, due schieramenti opposti. Da un lato Microsoft e Apple che puntano su H.264, tecnologia proprietaria concessa in uso gratuito per 5 anni per quanto concerne la riproduzione di contenuti video sul web, dall’altro Google e Mozilla che, invece, spingevano …

mercoledì 12 Agosto 2009 - 11 Commenti

Chi segue il mondo delle schede video e, più in generale, il mondo della riproduzione video su personal computer, conosce bene la battaglia che si è combattuta e che si sta ancora oggi combattendo per fare in modo che gran parte del lavoro di decodifica durante la riproduzione video venga affidato alle schede video e non al processore.
Le motivazioni sono le medesime di coloro che vogliono usare la potenza di calcolo delle GPU nel più ampio numero possibile di applicazioni: scaricare il processore di sistema dalle elaborazioni che possono essere potenzialmente …

mercoledì 10 Giugno 2009 - 232 Commenti

Fare un doppio click sull’iconcina di un file e far partire il relativo “riproduttore” è un’operazione ormai perfettamente naturale; istintiva oserei dire.
Eppure dietro a un gesto “innocente” come questo possono nascondersi risvolti inaspettati, legati strettamente alla natura del contenuto del file.
In precedenza abbiamo trattato l’argomento dei formati cosidetti “proprietari”, che però non ha esaurito il “filone”, lasciando aperte alcune questioni. In particolare, non era lo scopo e non era stato trattato il tema della legittimità o meno alla fruizione di un particolare contenuto. Perché non tutti i contenuti sono, appunti, …

giovedì 4 Giugno 2009 - 10 Commenti

Parlando con amici e colleghi della riproduzione video su personal computer ho riscontrato più volte che, anche per gli appassionati, il concetto di video renderer è per lo più sconosciuto e, di fronte alla scelta che alcuni software di riproduzione consentono di compiere, si sceglie quello che capita.
Approfitto, quindi, di questo spazio nella rubrica Multimedia & dintorni per mettere ordine nel caos dei video renderer al quale mamma Microsoft ci ha sottoposto nel corso degli anni. Nell’intricato mondo dell’API DirectShow, il framework multimediale proposto da Microsoft allo scopo di consentire …

giovedì 30 Aprile 2009 - 20 Commenti

La storia del codec DivX è una di quelle classiche che ha fatto sognare tanti appassionati del mondo dell’informatica: da un lato abbiamo un colosso monopolista, Microsoft, che lavorava al suo codec Mpeg 4 (all’epoca Windows Media Video 3) ed al suo formato proprietario ASF; dall’altro troviamo Jerome Rota, un ingegnere francese che, deluso dal formato ASF, decide di effettuarne, con l’aiuto dell’hacker tedesco Max Morice, il reverse engineering ed estrarne il codice sorgente.
Dopo appena una settimana di lavoro il codice sorgente era già nelle loro mani, mentre qualche mese …