Archivio
lunedì 18 agosto 2008 - 10 Commenti

“Questo congegno aveva circa cento piccolissimi tasti piatti e uno schermo di circa dieci centimetri per dieci, sul quale si poteva far apparire in qualsiasi momento la pagina che si voleva (le pagine erano un milione). Il congegno appariva spaventosamente complesso, e questa era una delle ragioni per cui sulla pellicola di plastica nella quale era avvolto erano stampate a caratteri grandi che ispiravano fiducia le parole NON FATEVI PRENDERE DAL PANICO. L’altra ragione era che il congegno era il libro più notevole che fosse mai stato pubblicato dalla grande …

mercoledì 25 giugno 2008 - 31 Commenti

Visiti un sito e ti becchi un trojan travestito da programma, che usando un pizzico di social engineering ti chiede il permesso di essere eseguito, tu clicchi il fatidico YES e lui si installa silenzioso in background, consentendo a chiunque voglia di prendere il controllo remoto della tua macchina. Da root. No, non da Administrator, da root. Ebbene si, è un trojan per Mac.
Che il “mercato” dei programmi malevoli per Mac aspettasse solo una base di utenti un po’ più ampia per uscire allo scoperto non devo certamente spiegarvelo io, …

martedì 24 giugno 2008 - 8 Commenti

Una delle discussioni più accese degli ultimi tempi su questo blog è stata quella relativa alla messa in funzione del Large Hadron Collider (LHC), di cui vi avevo rendicontato a fine Marzo.
La sostanza del problema, lo riassumo brevemente, sta in una causa intentata da due ricercatori per rallentare o impedire che l’LHC inizi a far scontrare particelle elementari, a causa dei sospetti che possano essere generati buchi neri che potrebbero danneggiare il pianeta.
La mia posizione l’ho espressa in quel post – credo fermamente nella scienza ma pretendo sicurezze crescenti al …

mercoledì 18 giugno 2008 - 19 Commenti

Nonostante la corsa folle del petrolio non accenni a fermarsi, i progetti reali di sviluppo di sistemi alternativi di trasporto ritardano ad attrarre una massa critica che li sdogani da semplici sogni e li introduca nella vita reale. Auto a idrogeno, elettriche, mosse dal vento o ad aria compressa importa poco, il problema è che restano poco più che progetti. Ma se anche da domani si vendessero le auto elettriche, avete mai pensato che c’è una intera categoria di persone che ne avrebbero svantaggio?

giovedì 12 giugno 2008 - 8 Commenti

Il famigerato robot Asimo è stato dotato una serie di 8 microfoni disposti intorno alla testa che gli permettono di distinguere e comprendere le voci di tre persone differenti che parlano nello stesso momento.
Il risultato è che al momento Asimo può fare da giudice in una partita a “sasso, carta e forbice” disputata all’unisono. Un po’ poco, è vero, ma la scienza inizia quasi sempre a piccoli passi…

giovedì 12 giugno 2008 - 6 Commenti

Jacques Villenuve non ne ha mai fatto mistero: usava i videogame per imparare velocemente i circuiti nuovi e tenersi allenato (mentalmente, ovvio). Di pari passo con la crescente somiglianza al mondo vero, e insieme all’utilizzo di modelli fisico-matematici sempre più aderenti alla realtà, è cresciuto anche l’interesse di persone che del virtuale fanno una professione e ad alto livello.
Il futuro potrebbe essere ancora più intrecciato, e questi campioni potrebbero trovare nei mondi virtuali una seconda opportunità, se la società olandese iOpener riuscirà a terminare lo sviluppo del suo progetto …

mercoledì 11 giugno 2008 - 4 Commenti

Quando l’ho visto non ci credevo, e non è detto che al momento ci creda del tutto. Tecnicamente il Wii spray è fattibile, ma il fatto che non vi sia nemmeno un video sul sito del progetto un po’ mi insospettisce, in questa era dove tutto è quick and true principalmente se documentato da un filmato.
Ma poniamo per un momento che sia vero, perché se non lo è è comunque solo questione di tempo. Cosa dobbiamo aspettarci dal Wii Spray?

martedì 10 giugno 2008 - 8 Commenti

Abbastanza singolare la richiesta proveniente dai laboratori Kapersky di Mosca, alle prese con un trojan particolarmente fastidioso che infetta i PC di alcuni utenti.
Questo malware, denominato Gpcode e basato tra l’altro sull’Enhanced Cryptographic Provider di Microsoft, crittografa molti file dell’utente con una chiave a 1024 bit, e dopo li cancella, cercando di estorcere denaro in cambio del programma per decrittarli. Un vero e proprio racket informatico, non nuovo ma comunque potenzialmente molto molto dannoso.

lunedì 9 giugno 2008 - 8 Commenti

Non può certamente durare molto questa fase storica in cui piovono notizie di ladri che vengono consegnati alla giustizia grazie ai dispositivi tecnologici che rubano, principalmente perché i ladri sanno farsi furbi molto velocemente, e in secondo luogo perché le notizie contribuiscono a istruirli sui potenziali pericoli.
Tuttavia c’è un “però” abbastanza interessante che vale la pena di considerare.

lunedì 9 giugno 2008 - 12 Commenti

Molto spesso si dà per certa la fine del giornalista come lo conosciamo, schiacciato dalla velocità di propagazione della notizia, dall’ubiquità della rete e dai nuovi media che avanzano in forme e mezzi trasmissivi sempre nuovi.
A lui si riconosce la funzione di filtro e verifica delle notizie, che invece da questi stessi mezzi è a volte facilitata, ma la dotazione tecnologica di questo lavoro non è cambiata poi molto negli ultimi anni: da macchina da scrivere a computer, da stenografia a registratore audio, al massimo ai cronisti di guerra qualche …