software
venerdì 23 novembre 2012 - 5 Commenti
AutoFlow: First stand-alone Commercial Software

Siamo orami entrati in una nuova era per la commercializzazione del software, in cui il canale privilegiato di vendita non è più lo store fisico ma il Marketplace da cui scaricare (e su cui pagare) l’applicazione che si intende acquistare.
Mac OS X è già disponibile solo sull’App Store, mentre Microsoft era vicino al grande passo con Windows 8, anche se ha deciso all’ultimo di rendere disponibile le versioni pacchettizzate del proprio Sistema Operativo.
Ma quale è stato il primo software commerciale della storia?
La ricerca non è semplice e le fonti non …

venerdì 9 novembre 2012 - 24 Commenti
Dal Codice Morse a  PKzip

Per voi il termine “compressione” è sinonimo di WinZIP o WinRAR?
Ebbene spero non resterete delusi nello scoprire che il panorama è decisamente più ampio e che possiamo far risalire la nascita dei sistemi di compressione (senza perdita, lossless compression) addirittura al 1838, con il Codice Morse. Infatti Samuel Morse, nel suo famoso codice, applicò un semplice processo di riduzione della lunghezza delle informazioni trasmesse:
sostituire ai caratteri che appaiono con frequenza maggiore un codice composto da un numero inferiore di simboli, in modo da risparmiare spazio nella codifica
 
Codice Morse
Morse decise che …

venerdì 19 ottobre 2012 - 35 Commenti
Hejlsberg: l’anello di congiunzione tra il Pascal e il dotNet Framework

Anders Hejlsberg è l’uomo che ha realizzato i linguaggi (e i framework) con cui tutti i programmatori si sono quasi sicuramente confrontati durante il loro percorso professionale.
 
Anders Hejlsberg
Durante gli studi universitari presso la Technical University of Denmark (1980, Lyngby), realizza  alcuni programmi per i microcomputer Nascom tra cui uno specifico compilatore Pascal, commercializzato come Blue Label Software Pascal (BLS Pascal per il Nascom-2). Il passo successivo è il porting del compilatore sui sistemi operativi CP/M e DOS, con il nome iniziale di Compas Pascal divenuto poi PolyPascal, in seno alla …

venerdì 18 maggio 2012 - 5 Commenti
Charles Simonyi, Microsoft e la passione per lo spazio

Eccoci giunti all’ultimo post sul “papà di Office”.
 
Microsoft e la passione per lo spazio
Simonyi contatta direttamente Gates, descrivendogli la propria ambizione di realizzare una serie di applicazioni sullo stile di Bravo e VisiCalc. Microsoft fino ad allora realizzava esclusivamente (o quasi) sistemi operativi e linguaggi di programmazione, ma Gates guardava già oltre e nel 1981 inviata Simonyi a spostarsi a Seattle per creare un gruppo di ricerca dedicato a nuove applicazioni Microsoft: nasce così la divisione “Application Software Group”. Pur avendo solo 33 anni, Simonyi diventa il dipendente più “anziano” …

venerdì 11 maggio 2012 - 3 Commenti
Charles Simonyi, la metaprogrammazione

Questa settimana continuiamo con la serie di post (secondo) relativo a Charles Simonyi, papà di Microsoft Office.
La Metaprogrammazione
Oltre all’intenso lavoro al PARC, Simonyi è impegnato con il proprio dottorato che lo porta ad esplorare il mondo della “meta-programmazione”. Pensata per migliorare la produttività dei programmatori, l’idea è frutto della volontà di infrangere la più famosa legge dell’ingegneria del software, la Legge di Brooks:
“L’aggiunta di manodopera [risorse] a un progetto di software in ritardo aggiunge nuovo ritardo”
La legge viene formulata da Brooks dopo aver lavorato negli anni ’60 come manager di …

mercoledì 9 maggio 2012 - 21 Commenti
Le API (e il codice) “so piezz ‘e core”?

Mi ha fatto molto riflettere un recente pezzo di un’antica e prestigiosa rivista dell’IT, Dr. Dobb’s, sulla querelle che vede impegnati Oracle e Google in merito a Java.
Riguardo ai (pochi, in verità) pezzi di codice Java che sono finiti nel sorgente di Dalvik, credo che non ci sia tanto da aggiungere: copiare codice è reato, perché giustamente le proprietà intellettuali sono tutelate dalla legge.
Da programmatore un appunto sento ugualmente di farlo, perché penso sia capitato un po’ a tutti quelli che sviluppano di scrivere lo stesso codice per lo stesso …

venerdì 27 aprile 2012 - 29 Commenti
Where are they now?

Probabilmente quella che ritrae i primi dipendenti Microsoft nel 1978 è una delle foto più popolari della storia informatica.

Microsoft 1978
Undici spartane persone su cui, difficilmente qualcuno avrebbe scommesso qualcosa.
La foto è stata scattata il 7 dicembre del 1978 poco prima che Microsoft, la “piccola” start-up, lasciasse Albuquerque per Seattle. Ricordiamo che Microsoft nasce ufficialmente ad Albuquerque perché Gates ed Allen si trasferirono nella città dove aveva sede la Micro Instrumentation & Telemetry Systems, Inc. (MITS) per produrre il Basic dell’Altair 8800.
Da sinistra a destra e dall’alto in basso troviamo: Steve …

venerdì 23 dicembre 2011 - 21 Commenti
Il Rassicurante (?) Peter Norton

Chi di noi non ricorda la classica foto di Peter Norton stampata sui package delle Norton Utility, sui libri dello stesso Norton e sugli altri tool Norton/Symantec fino al 2001?

Penso praticamente tutti. Cerchiamo allora di scoprire insieme che fine ha fatto il “buon” Peter, ripercorrendo sinteticamente la sua storia.
Peter Norton nasce ad Aberdeen (Washington) il  14 novembre 1943 e comincia a lavora sui mainframe ed i primi microcomputer che caratterizzano il mercato del dopo guerra. Nel 1981 è uno dei primi ad acquistare il PC-IBM, su cui decide di creare, …

venerdì 9 dicembre 2011 - 11 Commenti
Kahn, il francese che ambiva al dominio nel mondo del software

Dopo il precedente post dedicato all’odiato Ed Esber, continuo a fare tesoro del libro “Alla ricerca della stupidità” per parlarvi di Philippe Kahn, ovvero il fondatore e primo CEO di Borland che irrompe sulla scena nel 1983 con il mitico Turbo Pascal, riadattamento per CP/M e DOS del COMPAS Pascal di Anders Hejlsberg.

Philippe Kahn nel 2007
Il prodotto è decisamente innovativo con il suo IDE all-in-one, ma, soprattutto, si rileva un generatore di entropia per l’intero settore grazie ad un prezzo assolutamente irrisorio per il periodo: solo 49,95dollari contro i 300dollari …

venerdì 2 dicembre 2011 - 22 Commenti
Ed Esber, we hate you!

Da poco ho letteralmente divorato il libro In Search of Stupidity: Over 20 Years of High-Tech Marketing Disasters di Merrill R. Chapman  (Apress © 2003), che in italiano suono ancora meglio: “Alla Ricerca della Stupidità!”.
Si tratta di uno di quei libri che spesso si trovano impolverati in un angolo delle librerie, ammassato sotto pile di altri tomi che difficilmente vengono notati. Eppure quel libricino ha catturato la mia attenzione e ve lo consiglio assolutamente, ammesso che riusciate a trovarne una copia cartacea o vi accontentiate dell’edizione digitale in inglese [http://www.insearchofstupidity.com/].
Non …