ibm
venerdì 2 Aprile 2010 - 9 Commenti
Compaq Portable, il primo vero clone

12,5 Kg di peso, nei primi anni ’80, erano sufficienti per definire un computer “portatile” – benché la dicitura “trasportabile” rendesse meglio l’idea. Se poi questo computer era anche pienamente IBM compatibile, e consentiva dunque l’esecuzione dei più popolari software di produttività (word processor, fogli di calcolo, database) sviluppati per la piattaforma business per eccellenza, il PC IBM, era legittimo parlare di una rivoluzione copernicana.
In questa nuova avventura nel colorato mondo del retrocomputing, la macchina del tempo ci trasporterà come per magia nel 1982, anno di introduzione del Compaq Portable, …

venerdì 18 Dicembre 2009 - 3 Commenti
IBM PCJr: Big Blue cade nella sua stessa trappola

Molto spesso in questa rubrica, abbiamo riflettuto sul “conservatorismo” del mercato PC, sulla sua incapacità di accettare innovazioni anche radicali, pur di rimanere ancorato ad una catena di retrocompatibilità divenuta sempre più penalizzante.
Proprio la settimana scorsa parlavamo di Amiga, ricordando le difficoltà che la portentosa macchina Commodore incontrò, malgrado i suoi evidentissimi punti di forza. Difficoltà derivanti dalle notevoli barriere tecnologiche che proteggevano il mercato business, ma anche da numerosi e tenaci preconcetti dell’utenza, aggrappata al vecchio adagio no one ever got fired for buying IBM.
Vale la pena di ricordare …

venerdì 6 Novembre 2009 - 10 Commenti

In questa nuova puntata della rubrica dedicata al “time of trouble” in chiave informatica, torneremo indietro in un periodo cruciale per l’evoluzione dell’industria dei cloni e del mondo PC in generale: il momento più emblematico del sorpasso dei cloni rispetto ad IBM, se preferite il momento dell’apertura dell’epoca moderna del personal computer.
Senza tema di eccessiva approssimazione, faremo corrispondere questo momento al lancio di un prodotto, il Compaq Deskpro 386, vero e proprio emblema del doppiaggio dell’industria dei compatibili, ai danni di chi il mercato PC aveva fondato circa 6 …

martedì 3 Novembre 2009 - 2 Commenti

Torniamo ad occuparci di retrocomputing in forma ridotta, con una nuova pillola dalla preistoria informatica. Un’epoca in cui l’unica interfaccia per la gestione delle finestre era la maniglia e la memoria si contava ancora in KiloByte.
Quella che voglio condividere oggi con voi, è una puntata della favolosa serie di approfondimenti tecnologici Computer Chronicles (di cui abbiamo già parlato qui).
Il tema è quello dei computer usati, l’anno è il 1986. Stewart Cheifet, assieme al co-conduttore Gary Kildall, s’interrogano sul fenomeno dei PC usati, su quali siano i criteri per …

venerdì 4 Settembre 2009 - 15 Commenti

Come abbiamo avuto modo di ricordare in precedenza, la fortuna di Microsoft ha origine in un accordo siglato nel 1981 con IBM, per la distribuzione del suo MS-DOS in bundle con il PC di IBM. Si tratta di una partnership a dir poco storica, per quanto ricca di lati oscuri, che si trova alle fondamenta dell’attuale mercato PC, dominato da Windows e le CPU x86 di Intel.
In questa nuova puntata della rubrica settimanale dedicata all’arzigogolata dietrologia tecnologica, ci soffermeremo su uno dei primi segni della crisi, o per meglio dire, …

venerdì 26 Giugno 2009 - 9 Commenti

In uno dei mie primi articoli, scrissi di come IBM  stesse progettando un chip multistrato con un sistema di raffreddamento a liquido direttamente integrato al suo interno, il 3D Chip appunto. Pochi mesi dopo, l’annuncio da parte di un centro di ricerche in Svizzera, lo Swiss Federal Institute of Technology Zurich (ETH), annuncia il 23 Giugno scorso che grazie alla collaborazione proprio di Big Blue, sono riusciti a creare un blade server con raffreddamento a liquido integrato direttamente sopra la CPU

venerdì 15 Maggio 2009 - 14 Commenti

Ci sono tuttora numerose versioni circa la responsabilità di IBM rispetto all’apertura dell’architettura PC. La mia opinione è che IBM non avrebbe voluto né immaginava un’industria dei cloni, perché era ben consapevole del fatto che una pletora di competitor, capaci di produrre computer funzionalmente equivalenti al suo PC, avrebbe assottigliato drasticamente i suoi margini, come puntualmente è accaduto.
Del resto IBM è un’industria che sul fronte hardware ha sempre mostrato di credere nella chiusura delle piattaforme come acceleratore dell’innovazione, moltiplicatore dell’affidabilità e dei margini (sistemi come il PS/2 ne sono …

martedì 7 Aprile 2009 - 2 Commenti

Dopo settimane di trattative sempre più intense, l’accordo tra i due big del mondo IT sembrava ormai cosa fatta e l’annuncio doveva essere soltanto una questione di ore.
Invece proprio il weekend che avrebbe dovuto sancire una delle alleanze più importanti forse della storia ha visto Big Blue alzarsi dal tavolo delle trattative.
Alla base della decisione ci sarebbero stati diversi fattori, tra cui la minaccia antitrust e l’elevato sacrificio economico richiesto.

martedì 24 Marzo 2009 - 8 Commenti

L’IBM si inserisce prepotentemente nella rilevante questione dell’accessibilità dell’acqua .
La “big Blue” ha recentemente dichiarato di aver sviluppato una nuova nano-tecnologia in grado di purificare determinati volumi d’acqua, depurandoli da sostanze tossiche oppure filtrandoli con una attività desalinizzatrice.
L’IBM ha chiamato la membrana filtrante ricavata con questa tecnologia: “water superhighway” perché è in grado di rimuovere tossine dalle acque inquinate a grandi velocità ed in grandi quantità.

venerdì 16 Gennaio 2009 - 7 Commenti

Nel periodo dei bilanci e le statistiche per l’anno appena concluso IBM si vanta di aver registrato in un solo anno la bellezza di 4186 brevetti. In questo campo la compagnia statunitense continua a macinare record (di IBM anche il brevetto più lungo in assoluto per numero di battute) e se ne vantano anche. Più di 4000 brevetti sono tanti: il triplo di HP e più di HP, Microsoft, Google, Apple, Oracle, EMC e Accenture tutte insieme.
Contemporaneamente i vertici IBM hanno annunciato di voler aumentare a …