subnotebook
venerdì 19 Marzo 2010 - 12 Commenti
Olivetti M10, il computer quasi tascabile nel 1983

Ci sono degli oggetti che nel 1983, in Italia, sembravano venuti dallo spazio. In un’epoca ancora ampiamente dominata da voluminosi monitor a fosfori verdi e da computer portatili per modo di dire, senza batteria e dal peso contenuto entro i 10KG, qualunque dispositivo portatile avesse attaccata una tastiera e un monitor, dalla calcolatrice scientifica in su, bastava ad esaltare l’immaginazione del proto-smanettone.
Come abbiamo avuto modo di ricordare parlando di Sharp X68000 e FM-Towns, molti di questi computer del futuro arrivavano dal Giappone. È il caso del Kyocera Kyotronic KC-85, un …

giovedì 21 Agosto 2008 - 16 Commenti

Ho l’impressione che i ragazzi di Asus siano troppo ebbri del successo della serie EEEpc per accorgersi di essere entrati in un tunnel senza fine, in quella che considero una politica suicida. Va bene il grande merito di aver creato da zero un nuovo segmento, il subnotebook a basso costo, va benissimo averne tratto il giusto vantaggio competitivo e temporale, ottima la scelta di allargare la gamma e proporre due sistemi operativi, così da convincere anche i più restii. Ora però i concorrenti si fanno agguerriti (HP, Acer e Dell …

venerdì 23 Maggio 2008 - 5 Commenti

Pubblichiamo un guest post di DioBrando
Quando un’azienda ci prende, le altre che competono nello stesso mercato spesso la seguono. E quando un prodotto risulta una scommessa vincente, i “cloni” non si fanno attendere. In estrema e grossolana sintesi è quanto è accaduto ad Asus, la quale è riuscita a creare di fatto un segmento che prima non esisteva e cioè quello dei subnotebook/UMPC a basso costo.
A meno di un anno dalla sua presentazione (Computex di Taipei) e in circa 7 mesi di commercializzazione, il successo è stato talmente oltre le …

martedì 18 Dicembre 2007 - 2 Commenti

Sospetto che qualcuno in palm stia picchiando violentemente la testa contro il muro. Se non è così forse dovrebbero.
A maggio di quest’anno annunciano in grande stile l’idea che dovrebbe rilanciare la storica compagnia nel settore dei dispositivi mobili: il Foleo, ultra mobile pc con schermo da dieci pollici , wifi, e su cui gira un sistema operativo derivato da Linux.
Pochi mesi dopo, a settembre scorso, e quando sembra che manchi poco per la commercializzazione affossano il progetto, avendo valutato le fredde reazioni del mercato.
Siamo a dicembre, ed uno …