storage
venerdì 20 Agosto 2010 - 23 Commenti
Quando i Megabyte erano preziosi…

Pubblichiamo un guest post di Felice Pescatore
“Salve… vorrei un computer…” “E’ assolutamente nel posto giusto… le posso consigliare questo nuovissimo sistema con ben 1 TB di disco rigido per tutte le sue foto, i suoi video, ecc…ecc….”
Quello brevemente sintetizzato è uno dei presunti consigli che un classico addetto alla vendita di computer,  giornalmente,  dispensa a chi si appresta ad acquistare l’ultima meraviglia informatica. Ma fermiamoci un attimo: 1 TB, mille miliardi di byte… eppure lo spazio non ci basta mai. Siamo diventati disordinati e i nostri dischi pullulano di dati …

martedì 22 Dicembre 2009 - 24 Commenti
SSD, non basta la tecnologia: serve un nuovo modello d’uso

Come molti, mi sono trovato sempre più spesso a valutare un upgrade SSD per il mio portatile – che uso come unico computer. Ogni volta ho rinviato, bloccato dai due elementi che frenano tutto il mercato dall’adozione della nuova tecnologia: capacità e costi.
Non è una novità: malgrado rapide discese di prezzo, gli SSD hanno infatti un costo/GB ancora smisuratamente più elevato di quello delle unità tradizionali. I tetti massimi di capacità sono poi in assoluto bassi: tali da richiedere un rimodellamento del mio stile d’uso che non sono disposto ad …

mercoledì 11 Novembre 2009 - 18 Commenti

Un DVD commerciale, “stampato”, ha un’aspettativa di vita superiore ai 10 anni, mentre i supporti vergini che possiamo acquistare per pochi centesimi vanno da un massimo di 10 anni per scendere fino a 2 o 3 mesi per i più scadenti.
Cranberry ha presentato una tecnologia, denominata Diamond Disc , che rispetto ai supporti vergini “tradizionali” utilizzano materiali di memorizzazione differenti, permettendo di masterizzare comuni DVD, che però manterranno intatto il loro contenuto per un millennio.
Ogni supporto costa 30 dollari e per essere scritto necessita di un masterizzatore appositamente concepito. Naturalmente …

martedì 10 Novembre 2009 - 14 Commenti

Ritorniamo all’epoca del paleozoico in chiave informatica, per una nuova pillola, proveniente stavolta dal 1983.
Per chi si fosse appena sintonizzato sulle frequenze della nostalgia informatica, il periodo 1983/86 è fondamentale nell’evoluzione informatica: a breve scadenza debuttano pietre miliari quali il Lisa, il PC/XT di IBM (evoluzione del primo PC), il Macintosh, il PC/AT (1984) basato su CPU Intel 80286, quindi il Compaq Deskpro 386, primo sistema basato su CPU Intel 80386.
Come numeri, il mercato PC è tuttavia presidiato dal modello XT di IBM e dai suoi cloni basati su CPU …

venerdì 23 Ottobre 2009 - 17 Commenti

Partiamo oggi con una serie di mini post che potremmo intitolare “pillole di retrocomputing”, brevi cenni e autentiche chicche da un’epoca a lungo rimpianta.
Nel lontano 1986, presso il faraonico Comdex di Las Vegas, la rivoluzione dei cloni 386 era in pieno corso, con una pletora di produttori statunitensi fra cui la mitica Compaq, ma anche numerosi Giapponesi e Taiwanesi, a tentare di erodere le quote di mercato della IBM nel mercato PC.
Presso questo stesso evento, ancora carico dell’entusiasmo pioneristico, mentre i primi CD-ROM facevano capolino sul mercato con capacità di …

martedì 20 Ottobre 2009 - 26 Commenti

Analizzare le prestazioni di alcune componenti informatiche significa scendere ad un compromesso, prima di tutto con sé stessi. L’oggettività numerica si scontra con la percezione dei reali benefici apportati dal prodotto di turno, e quando parlo di compromesso mi riferisco alla stesura delle conclusioni, laddove si viene chiamati all’ingrato compito di giudicare, mediando fra due precise percezioni.
Personalmente mi sono sempre trovato nella condizione di cercare la migliore metodologia possibile, traducendo in un numero, o più numeri, il frutto di ore di lavoro, senza subire condizionamenti esterni di alcun tipo. I …

venerdì 31 Ottobre 2008 - Commenta

Wuala, startup company che offre un servizio di online storage utilizzando una tecnologia peer to peer, si aggiudica il PitchCamp al Web2.0 Expo di Berlino, e con esso i 25.000 Euro di premio in palio.
Wuala è una applicazione java che deve essere installata per gestire il Giga di spazio che il servizio mette a disposizione gratuitamente fin dall’inizio.

venerdì 30 Maggio 2008 - 13 Commenti

Nei primi anni ’80 i supporti ottici rappresentavano l’avanguardia tecnologica. La sola vista di quei dischi, capaci di contenere quantità abnormi di dati, trasmetteva un senso di innovazione. Scorgerli in una rivista d’informatica o di videogames dell’epoca, per un mini-geek quale ero, significava un immediato sussulto: mi sembravano un secolo avanti rispetto al mio povero Vic-20, quasi provenissero da un’altra dimensione, come nei film di fantascienza.
In questa puntata del nostro venerdì dedicato alla nostalgia informatica, parleremo del supporto ottico forse più misconosciuto e oscuro (almeno in Europa) di quell’epoca, nonché …

venerdì 25 Aprile 2008 - 8 Commenti

Tambu ha di recente ben evidenziato come il mercato dei dischi a stato solido (SSD) sia in difficoltà, nonostante i tanti entusiasmi alimentati da chi vorrebbe mandare presto in pensione il “vecchio” disco fisso.
In controtendenza a questo scetticismo mi ha colpito la proposta di Century, che ha prodotto un dispositivo SATA capace di alloggiare due schede di memoria Compact Flash, di fatto trasformando il dispositivo in una sorta di SSD.

giovedì 20 Dicembre 2007 - 5 Commenti

Da qualche mese a questa parte, la memoria flash e RAM è spinta sempre più insistentemente nel mondo dello storage di massa per ricoprire ruoli in cui i colli di bottiglia rappresentati dalla velocità e dal consumo dei tradizionali hard disk, sono particolarmente critici. Così da qualche tempo vediamo comparire soluzioni di caching avanzate, sia su piastra madre che su hard disk, gradino intermedio, e di ancora dubbia utilità – come il sottoscritto ipotizzava mesi fa, catalizzando il solito sciame di flame da parte delle migliori menti informatiche …