scienza
mercoledì 30 Maggio 2012 - 7 Commenti
Top Comments: Giovanni su Wikipedia e il metodo scientifico

Commentando l’articolo intitolato “Perché Wikipedia è una minaccia al metodo scientifico” Giovanni ha scritto:
Che la conoscenza arrivi dalla massa è francamente difficile da sostenere, ma altrettanto difficile mi pare sia fare il contrario, cioè che una certa parte della popolazione possa mirare ad asserzioni di tipo conoscitivo attraverso un metodo che miri all’obbiettività, non tanto perché come alcuni dicono, l’obiettività non esista, quanto perché mi chiedo il significato della parola in un contesto in cui si parla di conoscenza generica e non di specifica applicazione di un metodo ad una …

lunedì 20 Febbraio 2012 - 2 Commenti
Arte, Scienza o tutt’e due?

Il confine tra arte e scienza non è mai stato particolarmente chiaro e definito: pensiamo a Leonardo e ai suoi studi sull’uomo, sulle macchine volanti e altri macchinari, sempre accompagnati da dettagliatissimi disegni di grande valore artistico. Anche oggi come allora, la visualizzazione della scienza e della tecnologia è il modo migliore per comprenderla e per studiarla. Per questo, la famosa rivista Science, in collaborazione con la “National Science Fundation” organizzano un gara per la miglior visualizzazione artistica di un fenomeno scientifico, chiamata “International Science & Engineering Visualization Challenge“.
L’idea è …

lunedì 30 Gennaio 2012 - 16 Commenti
Ancora su Wikipedia e il metodo scientifico

I contributi mio e di Eleonora di qualche giorno fa circa Wikipedia hanno suscitato una serie di commenti e reazioni alcuni dei quali molto interessanti. Desidero oggi intervenire su alcuni punti che meritano senz’altro un chiarimento, non prima di aver premesso che il tema è enorme e, quantunque possiamo sforzarci di scrivere e commentare, lo avremo appena sfiorato.
Una delle questioni più frequentemente sollevate è la seguente: cosa c’entra Wikipedia col metodo scientifico? Nella sua espressione a mio avviso più chiara (grazie mau) recita:
[…] tu intitoli il tuo post Perché Wikipedia è …

mercoledì 25 Gennaio 2012 - 53 Commenti
L’evoluzione della comunicazione scientifica

In risposta al post di Alessio sulla posizione di Wikipedia nel metodo scientifico, vorrei estendere le sue considerazioni all’intero mondo della comunicazione scientifica.
Sappiamo che per validare una ricerca è necessario avere l’avallo dell’intera comunità scientifica, che giudica il lavoro riproducibile, originale e di alto impatto scientifico. Per ottenere questo avallo è necessario inviare un articolo che descrive dettagliatamente il proprio lavoro a una rivista scientifica. La redazione di questa rivista giudica l’articolo e lo invia a una “peer review”, ovvero l’articolo viene sottoposto al giudizio di una serie di esperti …

martedì 24 Gennaio 2012 - 99 Commenti
Perché Wikipedia è una minaccia al metodo scientifico

Il pezzo che segue nasce da una serie di riflessioni sviluppate negli ultimi anni sul tema Wikipedia ed è stato “innescato” da questo pezzo del New Yorker. Il contributo sottostante sarà ripreso, commentato, contraddetto a breve da Eleonora e altri autori di AD che vorranno cimentarsi su questo spinoso tema.
Da qualche tempo a questa parte mi trovo a riflettere sul modo in cui, indirettamente e non certo dichiaratamente, Wikipedia stia insinuando un metodo di approccio alla conoscenza in qualche modo alternativo a quello scientifico. Questa valutazione fa riferimento ovviamente a …

mercoledì 21 Dicembre 2011 - 20 Commenti
Quanto è significativo un risultato scientifico (dalla velocità dei neutrini alla misura del bosone di Higgs)

Uno degli ultimi libri di testo scientifico che ho comprato è intitolato “Bayesian reasoning in data analysis: a critical introduction” scritto dal prof. G. D’Agostini, dell’Università La Sapienza.
È un libro molto interessante per chi ha bisogno di comprendere e di sviluppare un’analisi dati, perché spiega i dettagli statistici coinvolti nell’interpretazione dei dati, in modo molto pratico e comprensibile ai fisici sperimentali (che in genere non vanno molto d’accordo con concetti matematici astratti). Il punto principale del libro è spiegare cosa vuol dire fare una scoperta “ad un certo numero di …

lunedì 7 Marzo 2011 - 14 Commenti
Uno sguardo alle radici del metodo scientifico

Nelle pagine di questo sito, così come in innumerevoli altre pagine di siti web, riviste, libri, trasmissioni radio televisive, e chi più ne ha più ne metta, sono stati trattati argomenti scientifici. Abbiamo qui commentato scoperte recenti, nuove e vecchie teorie e credenze comuni. Le informazioni che un individuo può riceve oggi sono praticamente infinite.
Esiste però un metodo, ed uno soltanto, per discernere le informazioni affidabili da quelle inaffidabili. Questo è il metodo scientifico, e richiede di affrontare il problema in modo scientifico, ovvero, in modo critico.
Spesso sento dire delle …

martedì 11 Gennaio 2011 - 27 Commenti
Quanto è sicura la crittografia quantistica?

Pubblichiamo un guest post di Fabio Bonomo
Crittografare un messaggio è un’esigenza antica quanto la scrittura stessa, e credo che tutti noi almeno una volta nella vita ne abbiamo sentito la necessità (l’alfabeto farfallino vi ricorda qualcosa?). E’ per questo che fior di matematici si sono sempre impegnati a trovare un metodo affidabile per scambiare messaggi segreti, soprattutto oggi nell’era della tecnologia e dei computer.
Il cifrario (l’algoritmo utilizzato per eseguire operazioni di cifratura e decifratura) perfetto esiste già da tempo e prende il nome di “Cifrario di Vernam”, dal nome di quel maggiore dell’esercito statunitense …

lunedì 31 Maggio 2010 - 55 Commenti
La scienza nell’Italia della crisi

Oggi mi sento in dovere di raccontare al pubblico di Appunti Digitali le decisioni che il governo italiano sta per prendere nel decreto legge del 26 Maggio (art. 7), in cui si discute la “soppressione e incorporazione di enti ed organismi pubblici”. L’intera manovra è molto discussa, ma in questo post mi limito a spiegare quello che sta succedendo alla ricerca, sperando di portare ad una riflessione.
Lo voglio raccontare perché in queste pagine ho spesso parlato dei brillanti risultati raggiunti da alcuni di questi organismi, definiti “inutili” dal governo e …

mercoledì 11 Febbraio 2009 - 22 Commenti

Pubblichiamo un guest post di Eleonora Presani
In questi ultimi mesi si è sentito parlare molto dl nuovo progetto dell’istituto CERN, l’LHC (Large Hadron Collider). Nuovo per modo di dire, visto che si lavora per la sua realizzazione fin dagli anni ’80, ma che solo adesso si sta avvicinando a funzionare realmente.
Ci sono stati molti altri esperimenti analoghi nel’ultimo secolo, in Germania (con DESY), Stati Uniti (FermiLab, RHIC e SLAC per citare i più noti) e Svizzera (LEP) per quanto riguarda i più famosi, ma non certo gli unici. …