di  -  giovedì 9 aprile 2009

Alla catastrofe del terremoto, alla vergogna della passerella di ministri e parlamentari in vista delle Europee, si è aggiunto nei giorni scorsi un ulteriore episodio che aiuta più di ogni altro a comprendere il significato del modo di dire, in voga nel mondo giornalistico, “bad news is good news”.

In due allucinanti minuti di meschina autocelebrazione, il TG1 ha snocciolato i dati auditel relativi al palinsesto RAI predisposto a copertura della tremenda sciagura che ha colpito L’Aquila e dintorni.


Nel video riportato dal Corriere della Sera e commentato da Aldo Grasso, potete osservare il compiacimento che la rete esprime constatando i brillanti risultati ottenuti in occasione della catastrofe. Da abruzzese, preferisco non commentare oltre.

Vi lascio con un piccolo “insight” su Appunti Digitali: nei giorni del terremoto, abbiamo riscontrato una prevedibile flessione del traffico: ci sembra del tutto normale che l’attenzione dei navigatori sia rivolta a questioni al cospetto delle quali i nostri contenuti rappresentano frivolezze.

Sapere tuttavia, che dell’attenzione e della compassione del pubblico si avvantaggiano soggetti simili a quelli che – minuti prima di dare l’addio al silente Riotta – si compiacciono pubblicamente del tornaconto derivante dalle disgrazie altrui, mi lascia molto confuso circa il reale significato del termine “frivolezze” in ambito massmediatico.

42 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Des
     scrive: 

    che indecenza.

  • # 2
    DarthFeder
     scrive: 

    Che vergogna…
    Siamo proprio Italiani, non ci smentiamo mai.
    Mi vergogno di essere parte di una popolazione costituita prevalentemente da LADRI, che durante situazioni del genere si preoccupano di quanta audience fanno, della pubblicità che si fanno per le Europee, di andare a frugare tra i resti di case distrutte per fregare a gente che non ha più NIENTE anche quei 5€ che potrebbero aver nascosto sotto il materasso.
    Nono ho parole.

    VERGOGNA TG1, VERGOGNA RAI, VERGOGNA ITALIA.

    Abbiamo passato ogni limite, non c’è più dignità e rispetto per nulla.

  • # 3
    Medicina
     scrive: 

    Potevano riportare i dati di ascolto, ma giusto in cinque parole, invece, probabilmente senza rendersene conto del messaggio trasmettibile, i giornalisti coinvolti si sono dilungati. Sarebbe dovuto essere giusto per dare una idea di come gli italiani si sono sentiti coinvolti dalla tragedia, non una cosa cattiva, ma la stupidità non si può nascondere sempre.

  • # 4
    Marco
     scrive: 

    Ieri volevo tirare qualcosa alla tv quando ho sentito dare con orgoglio la notizia sui dati Auditel!
    Riotta hai fatto bene ad andartene!
    Voto Tg1: -2

  • # 5
    Hololuke
     scrive: 

    purtroppo abbiamo l’informazione che alcuni di noi si meritano: ho sperimentato che nel nostro bel paese ci sono persone che fingono di essere residenti nelle zone colpite dal terremoto, solo per poter riceve le ricariche omaggio che le compagnie telefoniche hanno deciso di offrire a chi, proprio a causa del terremoto, si trova in difficoltà.
    mi viene il vomito se ci ripenso.

  • # 6
    matteo
     scrive: 

    non guardo praticamente mai striscia, ma ieri non so perchè l’ho fatto. SPETTACOLARE!!! hanno fettao vedere giornalisti che andavano a bussare alle portiere delle auto con la gente che dormiva dentro chiedendo: “come mai dormite i macchina?” oppure “avete mangiato oggi?come mai no?non avevate fame?” o anche la domanda alla nonna tirata fuori dalle macerie dopo diverse ore “è contenta?”

    mi sentivo un po’ una mer** a ridere vista la situazione, ma che dovevo fare?

  • # 7
    Alessandro
     scrive: 

    bhe, anche sb si è fatto riprendere più volte insieme a vecchiette, con scenette strazianti…

    Basterebbe non guardare, mentre invece tutti guardano si scandalizzano…

  • # 8
    marcos86
     scrive: 

    I giornalisti in generale fanno schifo… Ma ti pare di andare in un posto dove è successa una tragedia per magari poi andare a chiedere alla gente “come sta? cosa pensa?” Ma è rimasto un pò di cuore a qualcuno?
    Spero non mi capiti mai una tragedia, ma se accadesse e venissero dei giornalisti a chiedermi come sto io li picchierei senza pensarci due volete. Come cavolo credi si possa sentire una persona?

  • # 9
    antigiornalista
     scrive: 

    In Italia ci sono un’infinità di giornalisti ma il 99% fa schifo! Non sanno fare minimamente il loro lavoro!
    Anche le interviste sulla stramaledetta e stranominata crisi sono per la quasi totalità inutili ed odiose!
    Mah… evidentemente non se ne rendono conto.

  • # 10
    Banjo
     scrive: 

    Beh dài è il Tg1, cosa vi aspettavate, della classe?

    Dimostrebbe più savoir faire un cinghiale impazzito ad un ricevimento presso Buckingham Palace…

  • # 11
    DarthFeder
     scrive: 

    Ricordiamo che, come qualsisasi tragedia, i etlegiornali ne parleranno per 2 settimane – 1 mese e poi tutto cadrà nel dimenticatoio…

    vogliamo un esempio: terremoto (mi pare a S. Giuliano ma non veorei dire fesserie) di qualche anno fa, crolla una scuola intera: moltissimi morti, quasi tutti bambini. Pianti e stridore di denti per un mesetto, tante promesse e belle parole, e un mese dopo nessuno ne parlava più.
    Ma è possibile?
    Non interessa a nessuno COSA è succeso e cosa SUCCEDERA’ a quella gente…interessa solo VENDERE la notizia e PRENDERE SOLDI quando ci sono persone (giovani e vecchi) che ci metteranno una vita (o moriranno prima) per ricostruire quello che hanno perso…i quarantenni dove andranno a lavorare? i giovani appena sposati e con bambini dove si trasferiranno, come faranno? Gli anziani senza nessuno, che vivevano nelle case di riposo, verranno sballottati da un ospedale all’altro? Chi lo sa. Oggi si contano i morti, domani i funerali, a fine mese si buttano via i fazzoletti bagnati e dal primo maggio nessuno ci penserà più.
    Queste cose mi inorridiscono. meno male che noi, Italiani, siamo un popolo di amiconi, siamo solidali, abbiamo quasi tutti un’esucazione Cristiana che ci spinge ad aiutarci tra noi…e ci comportiamo così?
    Molto bella la nostra facciata allegra fatta di Venezia, Maccheroni, Pizza e Arte, ma la sostanza dov’è? Fra un mese al TG parleranno di politicanti travestiti, divi con la cellulite in vacanza e diete estive; cose stupidissime, come tutti noi capiamo, eppure abbastanza rilevanti da prendere il posto di una tragedia quale questo terremoto.
    Io mi vergogno di essere italiano.
    Per il resto fate un po’ voi…

  • # 12
    pabloski
     scrive: 

    mi ricordo le parole fuori onda del giornalista del tg5….”cazzo dovete trasmettere l’audio brutti c******i”….è accaduto durante il tg5 serale del giorno dopo la tragedia…si è sentito per pochi secondi il giornalista lanciare improperi alla redazione

    ecco non voglio dire che doveva mettersi a piangere, però pensare all’aspetto tecnico del tg e quindi all’odience in una situazione simile non mi pare tanto altruistico e compassionevole

    spero che l’immancabile quanto politicizzata Striscia la Notizia riporti questa notizia

  • # 13
    davide
     scrive: 

    che schifo…

  • # 14
    Nick
     scrive: 

    Il bello della televisione è che si può spegnere…

  • # 15
    junkman1980
     scrive: 

    mah…italia o non italia i giornalisti fanno schifo ovunque…

  • # 16
    Paolo
     scrive: 

    figli di put……….. TUTTTTTTIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!

  • # 17
    Andrea R
     scrive: 

    Davanti ai televisori ci sono gli italiani con la loro ignoranza.
    E’ un circolo.

  • # 18
    homero
     scrive: 

    VERGOGNA!!
    la notra informazione è la peggiore del mondo occidentale!!
    la gente spala paesi interi caduti e loro pensano all’audiens!!!
    andata a lavorare invece di stare dietro la scrivania con i vostri vestitini puliti!!

  • # 19
    doc
     scrive: 

    che porci, mi fanno schifo

  • # 20
    Dubbioso78
     scrive: 

    Mi associo, è una vergogna: raramente mi sono sentito maggiormente indignato.
    Dico ciò anche in relazione ai casi segnalati da Striscia la Notizia ieri sera, relativi a irricevibili, estremamente importune domande rivolte ai sopravvissuti e agli sfollati da parte di giornalisti palesemente privi di alcuna sensibilità umana e dignità professionale.
    Da quando il diritto di cronaca è divenuto diritto alla maleducazione e alla mancanza di rispetto?

  • # 21
    Andrea
     scrive: 

    E’ uno schifo… L’informazione italiana fa schifo, i giornalisti fanno schifo. Si vantano di essere liberi, lottano per la loro indipendenza e poi… E poi sono solo degli sciacalli come tutti gli altri, vogliono solo tenersi posto e privilegi…

    Vergogna!

  • # 22
    Paolo
     scrive: 

    In due parole la televisione di oggi la si può definire:

    I P N O S I DI M A S S A

    …telegiornali compresi.

  • # 23
    StefveJK
     scrive: 

    Guarda, quando l’ho vista in tv che diceva tutte queste stronzate sull’Auditel e sulla presenza della RAI nel posto, mi è uscito spontaneo dire ad alta voce “MA CHE CAZZO STA DICENDO?”

    Per quanto le dicano di leggere il “copione” lei ha colpa quanto quello che le ha detto di dire queste cazzate, andrebbero cacciati dal TG1 all’istante, assieme al direttore ovviamente. FUORI! INCOMPETENTI!

    Ultimamente mi ritrovo spesso a guardare il TG1 con questa giornalista qua e noto che qualsiasi tipo di notizia sia non ha la benché minima espressione di sentimento. È totalmente fredda e glaciale. In questo caso, un pò più di sensibilità ci sarebbe voluta…

    P.s.
    avete notato: “W-W-W-W…” (ma lo usa il computer? o è ancora ferma alla macchina da scrivere?)

    P.p.s.
    So di esser stato molto volgare, ma in certi casi non posso fare a meno. Censurami pure le parolacce, se lo ritieni opportuno, ma secondo me, ci sono pure andato troppo leggero per quello che si meritano questi qua.

  • # 24
    Carla
     scrive: 

    Che tristezza…

    Sì, ma il vedere che la gente si attacca a queste sciocchezze.

    Che affronto!!! Ha detto i dati auditel… Ma vergognatevi voi.

    Quando si parlava di sciaccallaggio in TV mi aspettavo di sentir parlare delle finte raccolte fondi che su una certa rete sono subito partite (e servono per ottenere sgravi fiscali ed arricchire le telecom).

    Invece eccoci qua con un pezzetto del servizio di Striscia la Notizia, che serve solo per infangare la rete pubblica (e vedo ci sta riuscendo, alla pari della nenia contro i comunisti… infatti eccoci qua in un bel regime monopolista che non si vedeva dai tempi del Duce).

    p.s. Immagino nessuno ha visto invece la finta raccolta testimonianze sulla rete concorrente, dove pure cercavano di far piangere 4 persone prese lì a caso (che recitavano peraltro malissimo).

    p.p.s. Una nazione ferma per 250 vittime, quando ogni anno in Italia avvengono quasi 5000 stupri (dovrebbero tagliare l’uccello a quei 5000 pezzi di merda) e ogni giorno al Mondo 26’000 bimbi perdono la vita. Bravi. Bravi.

  • # 25
    Alessio Di Domizio (Autore del post)
     scrive: 

    @ carla
    Questa osservazione lascia il tempo che trova. Naturale che qui non si possa dare conto di tutti i mali del mondo, e nemmeno esaurire argomenti quali finte raccolte fondi su cui c’è ancora molta poca chiarezza.
    Se, come altrove, ti basta andare controcorrente e poter tuonare un bel “vergognatevi” a chi esprime dissenso rispetto a questo minimale aspetto della tragedia in corso, prenditi pure questa soddisfazione. Non te la toglie nessuno.

  • # 26
    Hellboy
     scrive: 

    Ma ancora la si guarda la tv? Ma bisogna bruciarla

  • # 27
    cristiano
     scrive: 

    Non ci sono parole, una mail alla rai l ho mandata giusto per far sapere la considerazione che ho di una rete che ormai dovrebbe fallire e dare spazio a chi non sottrae soldi hai cittadini. Sono veramente amareggiato e non sono Abruzzese pensate un pò cosa può dire chi ha perso la casa

  • # 28
    Fabio
     scrive: 

    @ Carla.

    Sei l’esempio tipico dell’Italia. Ogni cosa la vuoi politicizzare. Strano che le due fazioni opposte non abbiano detto che i terremoti sono di sinistra/destra.

    Scrivere due commenti non vuol dire conoscere, l’ignoranza dilaga.

  • # 29
    AndreaG.
     scrive: 

    ma parlare delle finte raccolte fondi via internet no?

  • # 30
    Rison
     scrive: 

    I giornalettisti sono così, cosa volete farci. Poi si sa che loro dipendono dall’auditel, in TV è l’UNICA cosa che conta. Quindi cercano di fare solidarietà col povero utente invitandolo a guardare la loro trasmissione al solo fine di salvarsi il posto. Questo è l’unico motivo per cui i dati di auditel sono così pubblicizzati da quei poveri disgraziati e a noi che ce ne frega se fanno meno del 10% di share o fanno il 50%).
    Se una trasmissione è bella e piacevole (cosa rara di questi tempi), facesse anche il 5% sarebbe da lodare, comunque le trasmissioni tipo Report non hanno problemi di share perchè effettivamente solo l’unico motivo per cui la TV sta ancora al suo posto sull’armadietto e non c’è un PC.

  • # 31
    Pierluigi
     scrive: 

    Come se poi ai telespettatori importasse se il tg che ha visto ha avuto il 90% di share o lo 0%.
    Solita tv che si autocelebra.

  • # 32
    MCMXC
     scrive: 

    …e se non ricordo male non e’ neanche la prima volta che si vantano dei risultati avuti durante una tragedia…

  • # 33
    densou
     scrive: 

    l’importante è far pessima figura di fronte al globo, mostrare il vero lato a nessuno deve più importare qualcosa di noi vermi.

    l’unico metodo per redimersi sarebbe un bel seppuku eseguito contemporaneamente (anche le volpi dell’AIRE) per evitare trucchetti da strapazzo, come al solito d’altronde.

    Non accosentite ? Be’ vorrà dire che dovrò sporcarmi personalmente le mani, dopotutto non vivo altro che per questo :D

  • # 34
    Terremoto: web e media stanno reagendo nel modo giusto? - Appunti Digitali
     scrive: 

    […] cinica orgia mediatica creata intorno alla catastrofe, commentata anche dal buon Alessio, l’impressione che si ha è che gli sciacalli più grossi non siano ancora stati presi e che […]

  • # 35
    Alessio
     scrive: 

    Salve ragazzi, non so se è già stata pubblicata una notizia simile e io non me ne sono accorto, in tal caso perdonatemi. Di certo andrò off-topic, ma spero di restare in tema catastrofe e sciacalli.
    Mi auguro che a nessuno venga in mente di sfruttare questa disgrazia per inviare false email di soccorso con link fraudolenti o trojan allegati.
    Saluti

  • # 36
    Caterpillar
     scrive: 

    sono delle merde umane, mi fanno orrore. Riotta vergognati

  • # 37
    roberto
     scrive: 

    ………..perchè non avete visto la schifosa puntata di “annozero” del paranoico santorino

  • # 38
    norbertom
     scrive: 

    Meno male che non sono il solo a credere che la TV in questi giorni ha veramente toccato il fondo…

    Non ho visto 1 giornalista che sia 1, fare il suo lavoro con professionalità. Sensibilità verso i terremotati pari a 0, domande fuori luogo e stupide a dire poco, per non parlare delle squallide scenette melodrammatiche improvvisate da vari personaggi (televisivi e non)…

    uao… tra l’altro guardando i tg in questi giorni pare che l’italia non abbia più stupri, problemi, crisi… Ed io che pensavo di andarmene…

    Per quanto riguarda i costruttori degli edifici poi crollati, finora si è solo sentito “Siamo tutti responsabili” “Pagheranno”… Ma ancora non si muove nulla… Credete davvero ci voglia così tanto a risalire ai responsabili? Chi è nel campo dell’edilizia mi sa dire se sbaglio?

  • # 39
    Marco
     scrive: 

    Interessante, nessuna parola sull’archetipo degli sciacalli, che sfrutta il servizio pubblico a suo uso e consumo, vale a dire Michele Santoro. Questo “signore” si è permesso di criticare selvaggiamente chi sta dando tutto per aiutare le popolazioni terremotate. Sono convinto che se al Governo ci fosse stato qualcuno dei suoi companeros, Annozero ne avrebbe celebrato la mirabile efficienza, che, sia chiaro, nella fattispecie c’è stata per la prima volta nella storia della Repubblica. Che i rappresentanti delle Istituzioni (Governo, Presidenza della Repubblica, presidenti delle Camere) si siano recati nelle zone terremotate non solo è un ATTO DOVUTO ma ha un significato estremamente importante per chi conta sull’aiuto delle suddette Istituzioni per avviare le opere di ricostruzione dopo una tragedia di tali proporzioni.

  • # 40
    Alessio Di Domizio (Autore del post)
     scrive: 

    Fammi capire, parli per esperienza diretta, per sentito dire o per “fede”?

    No perché da queste parti si sentono dire cose come questa per esempio (parla la presidente della provincia de L’Aquila):

    http://tg24.sky.it/tg24/cronaca/2009/04/06/Terremoto_Abruzzo_Provincia_Aquila_morti_annunciati.html

  • # 41
    Mondo Bestiale, ovvero, Vecchi e Nuovi Lanzichenecchi … contro l’Umanità ! « GianoBifronte
     scrive: 

    […] Terremoto in Abruzzo: i veri sciacalli sono dentro lo schermo […]

  • # 42
    massimo
     scrive: 

    Non vi accorgete che siete come quelli che criticate? La cosa più bella è il rispetto e il silenzio, che urla molto di più di tanti starnazzamenti mediatici. Massimo

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.