di  -  martedì 3 settembre 2013

Qui le slide con cui Microsoft argomenta la ratio dietro l’acquisizione di Nokia.

Premetto: l’operazione, prevista da molti, ha a mio avviso molto senso.

Qualche considerazione in ordine sparso:

  1. nel mobile è Microsoft la “burning platform”, con un OS ancora schiacciato fra Android e iOS;
  2. dopo Google-Motorola, tramonta definitivamente l’idea secondo cui nel mercato smartphone si potesse replicare quanto avvenuto col PC (un solo software, hardware standardizzato); si torna ad Alan Kay: se vuoi fare business col software devi fare anche l’hardware, frase citata da Steve Jobs al lancio dell’iPhone;
  3. volge al termine il nonsense della “special relationship” Windows Phone-Nokia (PS quanto ci metteranno i partner Android a prendere contromisure?);
  4. prevedibili sinergie sul fronte brevetti da non sottovalutare;
  5. Microsoft oggi ha una ottima lineup di terminali economici, i migliori candidati per catturare l’opportunità del mercato non-smartphone; con l’acquisizione di Nokia aumenta il margine di manovra per la competitività sul prezzo/l’aumento dei margini per unità;
  6. sinergie inter-segmento: l’idea è chiara, Apple ne è stata ampiamente beneficiata (l’idea che un prodotto sia la porta d’ingresso in un “mondo”, tecnicamente ecosistema, di prodotti che fra di loro funzionano al meglio); rimane il dubbio che un ipotetico rafforzamento dello smartphone possa incoraggiare vendite di tablet e queste di PC, date le attuali incarnazioni di tablet e PC basati su Windows; data anche la sinergia ancora non evidente fra prodotti MS di grande successo, Xbox e PC;
  7. grandi sinergie fra servizi cloud/mappe e device, anche qui Apple e Google/Android hanno tracciato il solco;
  8. criticità: quali conseguenze per la sparizione del brand Nokia?
  9. quale impatto sui profitti di Microsoft?
  10. chi comprerà Blackberry? in generale quanto spazio resta per produttori di hardware senza il proprio software?

Tutto ciò premesso, la vera domanda di fondo è: dopo l’acquisizione riuscirà Microsoft a uscire dalla sua posizione di terzo distante? Io credo che, particolarmente su terminali di fascia bassa, Windows Phone abbia ottime opportunità. Viene da dire che il colosso di Redmond si sia mossa tardi ma potrebbe non essere così. Il mitico iPhone low cost è ancora un rumor mentre le sinergie Google-Motorola – una transazione molto più importante economicamente – iniziano solo ora a dare frutto. Al contrario il rapporto Microsoft-Nokia è già ampiamente rodato. Una buona esecuzione del piano potrebbe portare a un 2014 molto interessante sul fronte smartphone. Stiamo a vedere.

30 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Antonio Barba
     scrive: 

    Parlavamo giusto di questo la scorsa volta :)

    Elop ha assolto perfettamente il compito di abbassare il prezzo della divisione telefonica di Nokia ed è ritornato alla base con il bottino. Ottima strategia e, forse, l’unico modo per Nokia di uscire dalla crisi.

  • # 2
    Alessio Di Domizio (Autore del post)
     scrive: 

    Già! Dubitavo che MS fosse così pronta a rischiare. Comunque sì, unico modo per Nokia e forse anche per Microsoft.

  • # 3
    Floriano
     scrive: 

    Metteranno il marchio nokia al surface?

  • # 4
    Alessandro
     scrive: 

    In effetti ogni volta uno pensa: ma c’e’ mercato?

    IN Passato c’erano solo Nokia e Ericson, e pochi altri

    Iphone si e’ presa subito il segmento alto. Samsung arrancava, Blackberry si è preso da Microsoft il segmento Business.
    Google inizia con Android che viene adottato da diversi parter ed Samsung ha fatto man bassa.

    Ma alla fine ogni hanno si vendono /venderanno 2 miliardi di apparecchi e qualcuno attrarra’ piu’ di altri.

    Lumia potrebbe vendere un miliardo all’anno
    ma anche qualcun altro potra’ farlo.

    mai dare troppe cose per scontato.

    Linux sembrava che dovessero usarlo tutti sul pc e non lo vuole nessuno.

    Anni fa Yahoo sembrava dominare il web e poi e’ crollato e poi risollevato.

    In Giappone tutti usavano Mixy con social network in america Myspace e poi Facebook ha spazzato tutti.

    Io tifo Per WindowsPhone

  • # 5
    GendoIkari
     scrive: 

    Onestamente dissento. Dubito fortemente che questa sia una buona notizia. Credo piuttosto che sia l’ultima di una serie di brutte scelte, fatte nella prospettiva sbagliata, sia da parte di Nokia che da parte di Microsoft.
    Come molti analisti fanno notare, le acquisizioni sono costose, pericolose, gettano scompiglio nelle filiere, nei team di sviluppo, etc… Le partnership sono invece molto spesso acquisizioni soft, che hanno tutti i vantaggi di una vera acquisizione senza pero’ portarne in dote i costi. La partnership con Nokia, per la Microsoft, e’ stata a suo tempo una scelta a mio avviso molto sensata.
    Oggi invece questo ulteriore carico economico e organizzativo sulla corazzata Microsoft avviene mentre si aspetta il nuovo CEO. E’ una pietra tombale su tutte le strategie di business alternative che potevano essere formulate nei prossimi mesi. Siamo così sicuri che Microsoft, a questo punto, ha ancora veramente interesse a stare nel mercato smartphone? Il gioco vale la candela? Non sarebbe stato meglio ritornare a guardare al mercato enterprise, offrendo una line-up piu’ solida e coerente su quel fronte?
    Abbiamo visto con il Surface, con Windows Phone, che la Microsoft non e’ piu’ troppo grande per fallire. La Microsoft non e’ piu’ troppo ricca per non riuscire a far vendere un proprio prodotto (come ci era riuscita invece in passato). La Microsoft oggi puo’ tranquillamente bruciare miliardi e miliardi di dollari, senza ottenere grandi risultati. E siamo sicuri che la scelta migliore per questa azienda sia continuare a bruciare miliardi dietro il sogno dei tablet e degli smartphone?
    Con questa ultima notizia Microsoft e Nokia si stringono in un abbraccio, per inseguire sogni di grandezza/salvezza, ma dubito fortemente che le prospettive immaginate siano le piu’ probabili. E per due motivi principalmente, a mio avviso.
    Il primo e’ che, appunto, la Microsoft si fa coinvolgere ancora di piu’, sempre di piu’, finanziariamente e comunicativamente nel problema mobile. Che e’ il punto piu’ debole di Microsoft. Microsoft quindi, dopo aver scommesso e perso miliardi, non lascia ma rilancia. E rilancia su quello che e’ il suo cavallo perdente.
    Il secondo motivo e’ che con questa scelta, si apre un nuovo capitolo del mobile Microsoft. Ma sara’ un capitolo ancora piu’ costoso del precedente. Questa acquisizione e’ uno schiaffo definitivo, totale, a ogni altro partner Microsoft in quel settore. Da oggi la Microsoft sara’, secondo me, sempre piu’ sola. Sempre piu’ sola a spendere a fondo perduto in un mercato difficile, estremamente competitivo, e oserei dire profondamente incompatibile i modelli di sviluppo usati da Microsoft finora.
    Non sono fiducioso. Tutto puo’ succedere, ma ora come ora non scommeterei un euro sulla Microsoft. Almeno non prima di aver visto il nuovo CEO e aver visto uno straccio di piano aziendale.

  • # 6
    Antonino
     scrive: 

    Avere in casa degli spaghetti non significa necessariamente che l’acquisto di pomodori porti alla realizzazione di una pasta col sugo mangiabile.
    Già microsoft non riesce a darsi una gestione oculata e coesa…
    Immagino come ora potrà incasinare la situazione nel tentare di gestire “una seconda azienda”.
    Non ci sarà mai, a mio avviso, l’integrazione che ha saputo esibire Apple.

  • # 7
    Giulio
     scrive: 

    Ed infine arrivò la triste notizia: Nokia si estingue così, in una acquisizione storica, dopo aver toppato ogni tipo di strategia negli ultimi 5 anni.

    E’ giusto così, una fine annunciata da tempo, prima ancora della “scelta” Microsoft il destino di Nokia era segnato. La più grande compagnia produttrice di telefoni che muore sotto i colpi di una politica sbagliata. Uno dei più grandi esempi di come i prodotti migliori (in termini di hardware) non sempre vincano.

    Ciao Nokia

  • # 8
    floriano
     scrive: 

    @ 5 GendoIkari

    esatto, microsoft sta copiando pregi e difetti da apple senza senso critico (i loro seguaci se li sogna), l’obiettivo (a questo punto) è creare un microsoftphone fregandosene degli altri OEM (mi sa che finirà così). A questo punto come nuovo manager dovrebbero pescare nel reparto XBOX (dove è tutto integrato software+hardware), magari è la volta buona che ce la fanno (ma ne dubito).

  • # 9
    Alessio Di Domizio (Autore del post)
     scrive: 

    Ragazzi, quello che sta facendo Microsoft oggi l’ha già fatto Google con l’acquisizione di Motorola.

  • # 10
    GendoIkari
     scrive: 

    La Microsoft non e’ la Google. Non si puo’ a mio avviso paragonare queste scelte, visto che stiamo parlando di due modelli di business completamente diversi. La Google guadagna sul lock-in nel suo ecosistema, e puo’ anche vendere telefoni e sistemi operativi senza profitto. La Microsoft non puo’ vendere sistemi operativi e hardware senza profitto.
    La Google si e’ accollata la Motorola in una prospettiva che non puo’ essere la stessa della Microsoft per la Nokia.

  • # 11
    Alessio Di Domizio (Autore del post)
     scrive: 

    Se Google avesse deciso di proseguire per sempre su Android come moltiplicatore del proprio ecosistema in ambito mobile, perché avrebbe acquisito Motorola a 12,5 miliardi di dollari? Per i brevetti?
    Suvvia, per Google Motorola è un’opzione per iniziare a produrre hardware in casa, esattamente come fa Apple e come d’ora in avanti farà Microsoft. Moto X è il, seppur tardivo, primo passo in questa direzione.
    Anche perché è difficile sostenere il caso di un Android in perdita per l’effetto ecosistema quando la metà e più di Android dipende da Samsung, che domani si fa il suo OS in casa mandando tutto il carrozzone Android in vacca.

  • # 12
    Paolo
     scrive: 

    Ma Samsung ha già il suo OS: si chiama bada. Ed è stato più o meno abbandonato dalla Casa madre

  • # 13
    Alessio Di Domizio (Autore del post)
     scrive: 

    Samsung non ci mette nulla a forkare Android stile Amazon, ad abbracciare e sviluppare Maemo, a comprare Blackberry con tutto QNX. Nessuna azienda lascerebbe le pa**e nelle mani di un potenziale (o meglio, attuale) concorrente.

  • # 14
    Fabio
     scrive: 

    Ma per favore, si sapeva da tempo che sarebbe finita cosi… e nelle politiche aziendali di Microsoft ridurre un’azienda all’osso e poi comprarla per 4 soldi…
    Mai più Nokia in vita mia, non ne comprerò mai più.

  • # 15
    Maurizio
     scrive: 

    @floriano:

    quali alternative hanno? Continuare a vendere Windows 7 per pc e ritirare Windows 8 e togliersi dal mercato phone e tablet? E cosa diventano?

    La scelta è giusta ma è in ritardo, speriamo solo che ora si decidano a premere l’acceleratore sul concetto mobile + cloud, il futuro è quello, non certo i programmi desktop win32; ed in questo futuro prodursi in casa smartphone e tablet è un’ottima cosa, soprattutto con i designer di nokia che ha sempre avuto uno stile ottimo. Resta da migliorare Windows Phone per portarlo a competere con ios ed Android anche perchè Android dopo anni di evoluzione sta rallentando (esce la versione 4.4 e non la versione 5, quindi è una minor revision), Ios bisogna vedere l’accoglienza del pubblico per il nuovo 7 con UI nuova, per cui volendo c’è ancora la possibilità di recuperare quote di mercato ma bisogna rimboccarsi le maniche e correre.

  • # 16
    Giacomo
     scrive: 

    Le cose non sono andate bene durante la partnership, non capisco come e perché dovrebbero andar bene ora che si sono fuse.
    A naso non ho una bella sensazione.

  • # 17
    Gurzo2007
     scrive: 

    @Fabio

    si certo skype è stata ridotta all’osso e poi comprata LOL

  • # 18
    Luca
     scrive: 

    Ora da vedere la mossa si Samsung …. potrebbe comprare BlackBerry per entrare nel mondo Enterprise e a lungo termine abbandonare Android.
    OS10 è veramente un bel sistema e BB in ambito business ha ancora parecchio da dire. Ma devo darsi una mossa prima che Microsoft prenda possesso di quella parte succolenta di mercato!

  • # 19
    Mauro
     scrive: 

    @Alessio Di Domizio: Quale rischio?

    5 Mld di €uro + la gestione sono un rischio per chi ha investito molto di più in un flop come RT?

  • # 20
    Mauro
     scrive: 

    @alessando: non do mai per assodato ciò che altri ritengono invece tale.

    “mai dare troppe cose per scontato.
    Linux sembrava che dovessero usarlo tutti sul pc e non lo vuole nessuno.”

    Chi non vuole Linux SUL DESKTOP sono i vendor a cominciare da HP + Intel e Microsoft: gli utenti semplicemente ne prendono atto.
    Non così in ambito server, dove Linux miete ampi successi anche con l’hosting.

    Linux è paragonabile al manifesto comunista edito da Marx nel 1848 per l’establishment dell’IT, il suo spettro aleggia per il mondo, per ora miete successi clandestini in ambito NAS per quel che riguarda il consumer. E’ Linux, ma quel che appare è il software proprietario, talché ci si dimentica essere Linux.
    Idem per l’hosting.

    Semplicemente non vogliono che lo si voglia. Fino a quando?

  • # 21
    Mauro
     scrive: 

    @Alessio Di Domizio: Si chiama Tizen il futuro OS di Samsung

    “Samsung non ci mette nulla a forkare Android stile Amazon, ad abbracciare e sviluppare Maemo, a comprare Blackberry con tutto QNX. Nessuna azienda lascerebbe le pa**e nelle mani di un potenziale (o meglio, attuale) concorrente.”

    In primis: Hardware + software nella telefonia sono un must.
    DUE: Microsoft dovrà rinunciare ad RT non a WP
    TRE: Se Microsoft migrasse armi e bagagli su Linux avrebbe risolto più della metà dei suoi problemi
    QUATTRO: Se acquisisse anche Novell avrebbe risolto ogni problema anche per active directory
    CINQUE: Per tutto questo occorrerebbe un Gates di 30 anni più giovane, lui le acquisizioni sapeva farle.

    In qualche modo sarebbe una sorta di ritorno a windows 3.11 o NT 3.5 più Java ed il plug and play.

  • # 22
    Gurzo2007
     scrive: 

    @Mauro
    “TRE: Se Microsoft migrasse armi e bagagli su Linux avrebbe risolto più della metà dei suoi problemi”

    si perdendo tutti i maggiori sviluppatori consumer e professionali sia in ambito applicazioni che giochi…

    linux non è la panacea per tutto ;)

  • # 23
    floriano
     scrive: 

    @15 Maurizio

    copiare non è facile, è un’arte.

    Apple applica il concetto di evoluzione, microsoft (copiando in malo modo) quello di rivoluzione (che fa parecchio incazzare gli utenti), la rivoluzione di windows 8 e di windows phone (soprattutto con il mega salto dalla 7.5 alla 8) potevano gestirlo meglio….

  • # 24
    federico
     scrive: 

    senza contare che l’attuale CEO di MS steve balmerr fra 12 mesi lasciera la propria poltrona!!!

  • # 25
    Cla
     scrive: 

    Io sono e rimango convinto che il vero vincitore è Google su tutto il fronte.
    A questo punto l’ecosistema Windows Phone diventerà chiuso su un solo marchio Microsoft/Nokia facendo scappare i pochi produttori WP rimasti. Magari la qualità dei prodotti migliorerà ma di certo non l’ecosistema.
    Apple continuerà a coltivarsi il suo ricco orticello, pian piano sempre più piccolo fino ad attestarsi intorno al 10-15%.
    L’unico è Android che continua (e continuerà nonostante l’acquisizione di Motorola) a proporsi come una piattaforma aperta a tutti i produttori e che quindi godrà della diffusione e della cassa di risonanza data da decine e decine di aziende che lavorano tutte sulla stessa base.

  • # 26
    Alessio Di Domizio (Autore del post)
     scrive: 

    @ Cla
    Questa storia dell’iPhone al 10-15% va in giro da quanto è uscito Android, eppure i numeri dicono ancora cose diverse. Conta che siamo forse alla vigilia del lancio di un iPhone low cost, un prodotto non certo “ricco” in quanto a margini, il cui obiettivo è appunto la quota di mercato.

    Su Motorola, per quale motivo secondo te Google l’ha acquisita? 12,5 miliardi di… brevetti? E perché una Samsung (gli altri individualmente contano un infinitesimo) dovrebbe sentirsi tutelata dalla concorrenza di Google-Motorola sui device?

  • # 27
    Cesare Di Mauro
     scrive: 

    Concordo. Ed è per questo che Samsung sta puntando su Tizen, e anche HTC sta pensando di realizzare un suo s.o..

    @floriano: parlando di chi copia chi, cosa ne pensi del nuovo look che porterà iOS7? Un’idea originale, vero?

    Windows Phone non è una copia mal riuscita di qualcos’altro. Microsoft ha avuto il coraggio di proporre un progetto realmente innovativo, anche se ha avuto la pretesa di imporlo nel mercato desktop che non è ancora pronto e ne sta pagando le conseguenze…

  • # 28
    floriano
     scrive: 

    windows phone ha un’interfaccia particolare e innovativa per il resto hanno cercato di copiare in malo modo i limiti di ios psacciandoli per funzionalità innovative (bluetooth praticamente inutile, modalità usb se attaccati al pc inesistente, interfaccia non modificabile, …), con la versione 8 “forse” hanno limato questi difetti (non ci voleva un genio).

    riguardo a apple probabilmente ultimamente hanno perso la bussola e sentono il fiato sul collo di android…

  • # 29
    zephyr83
     scrive: 

    Ma non mi pare proprio che la faccenda microsoft-nokia abbia qualcosa a che vedere con google-motorola! E sì, a google interessavano principalmente i brevetti e la casa alata era quasi fallita, ma nonostante questo è costata 12.5 miliardi! Google ha lasciato motorola “indipendente” per ora e continua (i telefoni saranno sempre marchiati Motorola con la scrittina google sotto) a coccolare i vari partner. Google guadagna dai servizi, ha interesse che android con i suoi prodotti sia il più diffuso possibile! Da sola non potrebbe MAI fare gli stessi numeri e di certo non può pensare di seguire il modello di apple! Ha cmq in casa un’azienda per realizzare device a proprio nome, non si può mai sapere in futuro, ma se la questione era solo questa le sarebbe costato meno rilevare uno dei tanti produttori cinesi, ma sarebbe rimasta la questione brevetti!

    Per microsoft la questione è totalmente differente, purtroppo sono decenni che non riesce a sfondare nel settore mobile e di aziende nella “tomba” se n’è portate diverse :D ma ormai non può più permettersi di stare ai margini di questo mercato!
    Dopo averle provate tutte è arrivata a fare da sola comprandosi la divisione di nokia che in questi 3 anni scarsi si è svenata per cercare di aumentare il più possibile il market share di questo OS!
    Per me ha proprio sbagliato strategia microsoft! Windows mobile per essere non partiva da zero come quota mercato. Hanno preferito buttarlo nel cesso, ripartire da zero e seguire le scelte di apple come tipo di os ma con la pretesa di venderlo a terzi, cosa assurda! non puoi vendere un prodotto senza garantire personalizzazioni e senza supportare un elevato parco hardware! Perché un produttore avrebbe dovuto preferire windows phone (pagandolo) ad android dove si può invece usare l’hardware che si preferisce (anche di fascia bassa) e personalizzare l’interfaccia a piacimento?
    Windows phone l’ho sempre visto bene come un os legato a un unico produttore! Alla fine microsoft è arrivata a questo risultato ma se non è riuscita nokia ad aver successo come potrà riuscirci microsoft da sola? e si è presa tutta la divisione anche quella dei telefoni “normali” con os proprietario!

    Poi c’è anche la questione tablet dove, a differenza della concorrenza, ha cercato di sfruttare il “successo” (diciamo diffusione) di windows su pc per trainarli! a quanto pare è avvenuto un po’ il contrario, l’interfaccia metro imposta pure su pc non sembra esser stata accolta nel modo sperato e anche windows RT per ora è stato un flop! In futuro da quello che si dice anche microsoft unificherà smartphone e tablet esattamente come hanno fatto google e apple con android e ios e a me questa pare la strada più sensata.

    Se fai certi errori serve a poco realizzarsi l’hardware in casa, vedi appunto surface RT. Come spera quindi di fare meglio adesso in ambito mobile? nokia in molti mercati aveva (ha) ancora un nome, microsoft no. a quanto pare i futuri lumia saranno marchiati solo microsoft (altra differenza con google-motorola).
    Microsoft ha cercato di abbandonare il modello adottato per anni con windows su pc (e con successo) per seguire più quello stile apple con os più chiuso e hardware prestabilito. Android invece seguendo proprio il “vecchio modello” microsoft (all’incirca) sta ripetendo il successo di windows!

    Riguardo samsung la questione è un po’ diversa! Alla fine lei guadagna principalmente sull’hardware e quindi adotta il sistema che più le fa vendere! Ha provato da sola con Bada che poi ha abbandonato nonostante da sola vendesse più di tutti gli altri produttori con windows phone (soprattutto grazie ai telefoni di fascia bassa). non aveva senso svilupparsi da sola bada visto che con android le cose andavano a gonfie vele! Ora ci sta riprovando con tizen ma dopo un accordo con intel proseguendo in teoria con il progetto meego (anche se in comune nn ha quasi nulla). è un modo di samsung per tenersi una porta aperta (come google con motorola) ma non credo sia l’obiettivo principale. Però samsung da sola visto l’elevato numero di vendite di telefoni ha possibilità di far diffondere la piattaforma, esattamente come stava facendo con bada. è da vedere se il gioco varrà la candela rispetto android (cn bada non valeva).

    poi ci sono anche altri os come firefoxos che stanno attraendo l’attenzione di molti produttori soprattutto per proporre un’alternativa ad android nella fascia bassa del mercato visto che ormai quasi nessuno ha un proprio os proprietario e android non è il massimo in questo caso.

    Il mercato mi sembra bello “vivo” e può succedere un po’ di tutto! Continuo a vederla un po’ grigia per microsoft e mi dispiace che un colosso come nokia ne sia uscita in questa maniera quando per me poteva dire ancora molto! Ma dopo siemens, ericsson ora è toccato a nokia (tutte e 3 europee)! delle “vecchie sorelle” che hanno guidato il mercato agli esordi alla fine è sopravvissuta solo motorola anche se pure lei non è più quella di un tempo!

  • # 30
    Adriano
     scrive: 

    Alla fine vince Samsung, l’unica che può produrre un telefono praticamente senza acquistare nulla se non licenze e brevetti con un economia di scala tale (dato che produce componenti per quasi tutti i concorrenti) che avrà sempre margini superiori alla concorrenza sul hw

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.