shootemup
giovedì 13 Maggio 2010 - 7 Commenti
Gate of Thunder: lo stato dell’arte degli shoot’em up

Sappiamo che la console NEC ha fornito soprattutto agli amanti di sparatutto titoli di indubbio spessore.
Nell’articolo di oggi ci troviamo davanti forse al capolavoro per eccellenza della sua specie. In fondo ogni piattaforma, divisi per generi, può vantare un suo cavallo di battaglia.
Gradius per il NES, Thunder Force IV per Sega Mega Drive, Super R-Type e Axelay per Super Famicom, Alpha Mission II su Neo Geo e via discorrendo.
Per quanto riguarda il PC Engine la selezione è assolutamente complessa perché ci troviamo di fronte ad una tal quantità e qualità …

giovedì 18 Marzo 2010 - 4 Commenti
Eliminate Down: non solo Thunder Force nella fucina SEGA

Il Mega Drive è stato senza dubbio una delle console che ha maggiormente affascinato i videogiocatori dalla fine degli anni ’80 alla prima metà dei 90.
Nella battaglia senza fine con il suo acerrimo nemico “a 16 bit”, il Super Nintendo, ha mostrato grandi doti di versatilità, sfornando capolavori in tutte le tipologie di titolo possibili, dal platform (Sonic e Ristar solo per citare un paio di nomi), agli RPG (Shining Force), ai beat’em up sia 1-on-1 (con il porting di Street Fighter II o Mortal Kombat) che a scorrimento orizzontale …

giovedì 2 Luglio 2009 - 8 Commenti

Uno dei (bei) problemi che devo affrontare nel curare questa rubrica è la scelta dell’argomento.
Da sportivo, mi immedesimo un attimo nei panni dell’allenatore (o di un CT meglio ancora) e mi scervello cercando di puntare su un tema che piaccia a voi, a me, sia interessante e faccia parte di quel tentativo di ricostruire la storia dei videogiochi, l’obiettivo principale che ci siamo posti quando abbiamo pensato alla Valigia del Videogamer.
Quando si ha a che fare con una squadra forte, è dura lasciare in panchina ed in tribuna titoli o …

giovedì 26 Febbraio 2009 - 11 Commenti

La globalizzazione e la modernità hanno indubbiamente avvicinato due mondi come l’Oriente e l’Occidente, da sempre estremamente lontani non solo sul piano puramente geografico.
Ciononostante rimangono alcune differenze dal punto di vista socio-culturale, che finiscono per influenzare altri aspetti della quotidianità ed anche dell’economia.
Basti pensare ad esempio al successo enorme avuto con Takeshi’s Castle, proposto sì in Italia dalla Gialappa’s Band (ricordate Mai dire Banzai?) ma che non ha avuto in realtà un corrispettivo italiano o europeo proprio perché un concept del genere, qui, non avrebbe avuto la stessa presa e …