plastica
giovedì 8 Gennaio 2009 - 3 Commenti

La noce di cocco è indubbiamente un frutto difficile da aprire; il processo di rottura del guscio, che ci permette di raggiungere la polpa bianca conservata al suo interno, richiede una notevole forza e decisione (e, a volte, qualche attrezzo).
Questa sua particolarità unica ha indotto un gruppo di scienziati texani ad ideare un particolare materiale composito costituito, in parte, dalla stessa noce di cocco.
Detto fatto.

giovedì 26 Giugno 2008 - 10 Commenti

All’ottavo posto tra i produttori mondiali di plastica derivante dal petrolio, il Brasile sceglie di affiancare ad essa una variante organica, basata sulla trasformazione della canna da zucchero.
Perché, dunque, rassegnarsi alla ricorrente immagine di impianti industriali che vomitano il loro fumo ai margini delle città? La Dow Chemicals e la Braskem, infatti, garantiscono di avere sviluppato il processo di sintesi del polietilene a partire dalla canna da zucchero. Le aree industriali si trasformerebbero in delle estese e rigogliose piantagioni, riducendo le emissioni di gas nocivi per l’effetto serra …

lunedì 26 Maggio 2008 - 12 Commenti

Se dico “Waterloo” sono sicuro che al 99% di voi verrà in mente l’omonima battaglia persa da Napoleone, che segnò per sempre la sua carriera politico-militare, e in effetti nemmeno io saprei dirvi molto altro con una domanda così a bruciapelo. Ma tra qualche anno alla stessa esclamazione chiunque sul pianeta potrebbe rispondervi qualcosa come “ah si, la città canadese dove è nato Daniel Burd, il sedicenne che ha risolto il problema della plastica”.

giovedì 24 Aprile 2008 - 5 Commenti

Del maiale non si butta via niente…ma proprio niente!
Un’azienda danese, la Agroplast, ha sviluppato un nuovo processo di trasformazione della pipì del maiale, animale enciclopedico, in plastica, contenitori per il cibo e attrezzi casalinghi vari.
La Agroplast, ha essenzialmente escogitato una nuova via per commerciare in modo migliore e più conveniente l’urea: un composto di carbonio, azoto ed idrogeno, che si trova nell’urina.