Oregon-Scientific
venerdì 26 Ottobre 2007 - 9 Commenti

Sulla scia del “si potrebbe ma non si può”, cioè degli ambiti tecnologici in cui esiste una tecnologia ma nessuno la applica, riflettevo dopo le comunicazioni auto-auto su una cosa ancora più banale, ma altrettanto ignorata: gli orologi.
La frenesia del vivere moderno ci porta da un lato ad avere sempre più impegni, ad avere una vita sempre più serrata e un’agenda sempre più piena. Dall’altro lato è altrettanto vero che più impegni si hanno e più puntualità è richiesta, a noi e chi ci sta intorno, pena l’accumularsi di tremendi …