inglese
lunedì 17 Novembre 2008 - 55 Commenti

*Scritto a 4 mani, in collaborazione con Francesco Carucci*
Tullio De Mauro, famoso linguista ed ex ministro della Pubblica Istruzione l’aveva detto, sorprendendo un po’ tutti.
La contaminazione dell’inglese e della terminologia informatica è benefica perché rende la stessa lingua italiana più viva e più dinamica. D’altra parte se ci si pensa bene la lingua non è che lo specchio di una società; e nel mondo di oggi, così multietnico e multiculturale, non si può pensare allo strumento di espressione di una nazione (o più nazioni) come un compartimento stagno rispetto agli altri.
Ma a tutto c’è un limite. …

martedì 25 Marzo 2008 - 3 Commenti

Ieri sera mentre facevo un giro in libreria ho visto una cosa molto molto interessante: manuali di conversazione per l’Ipod, editi da Giunti.
La trovo un’idea assolutamente geniale, un classico uovo di colombo e potenzialmente una killer application, visto che è sempre più facile ed economico viaggiare all’estero e i lettori Apple sono sempre più presenti nella nostra vita.

giovedì 17 Gennaio 2008 - 12 Commenti

Un commento di un lettore ad un mio recente articolo mi ha fatto riflettere sul fatto che oggi, per vivere appieno la rivoluzione digitale e gli strumenti partecipativi che il Web 2.0 ci mette a disposizione, è fondamentale conoscere l’inglese.
È un po’ una scoperta dell’acqua calda, ma troppo spesso si sottovaluta l’importanza di conoscere approfonditamente (e non a livello “scolastico”, come leggo su molti CV) la lingua inglese. Lo stesso Tambu si è recentemente posto alcune domande in un suo bel post sull’argomento.
Effettivamente l’impressione generale che ho degli …