body-scanner
mercoledì 27 Gennaio 2010 - 14 Commenti
Occhi (al THZ) puntati verso il cielo

Pubblichiamo un guest post di Lorenzo Tosetto
Volare è diventata una comoda e piacevole consuetudine: l’aereo non è più quell’oggetto sospeso su chilometri di vuoto che fino ad un paio di generazioni fa faceva paura ai più (i miei nonni tutt’ora tremano all’idea di salire su un aereo). Oggi, in attesa del teletrasporto (chissà…), gli spostamenti aerei sono statisticamente più sicuri ed efficaci, quantomeno su distanze importanti.
Eppure la paura del volo non è scomparsa, bensì si è spostata: dalla macchina all’uomo. La paura ora inizia dall’aeroporto, non dal decollo. E’ opinione …

lunedì 11 Gennaio 2010 - 37 Commenti
Body scanner: come funzionano e quanto servono?

Ormai viaggiare in aereo sta diventando un incubo. Chi ha la necessità, magari per lavoro, di viaggiare in aereo spesso, capisce cosa intendo.
Io prendo l’aereo per voli continentali circa una volta al mese, ma se posso fare un viaggio in treno, anche della durata di un’intera nottata, spesso lo preferisco.
I tempi sono paragonabili: tra il viaggio verso l’aeroporto, che spesso non è vicino al centro città, le attese per il check-in, il deposito bagagli, le lunghe code ai controlli e l’attesa per l’imbarco, si deve uscire di casa almeno due …