visa
giovedì 28 Maggio 2009 - 4 Commenti

Tre mesi fa il nostro (e vostro) Alberto Trivero ha riassunto in un resoconto piuttosto esaustivo l’annus horribilis 2008 della sicurezza informatica.
Ma come recita il detto “non c’è mai limite al peggio”.
Prima il caso Conficker e le sue molteplici mutazioni (ancora strettamente sotto monitorazione), le SQL injection che hanno messo sul banco degli imputati buona parte dei vendor antivirus (Kaspersky, BitDefender, F-Secure, Symantec e via discorrendo) nonché Daily Telegraph, British Telecom e Parlamento Inglese..
Recentemente i riflettori si sono spostati su Twitter e gli attacchi tramite worm.
Ora è la volta di …