di  -  venerdì 21 dicembre 2007

office_2007_record_di_vendite1.jpgIn questo blog si parla tanto dell’insuccesso di Windows Vista, solo ieri avete letto del triste titolo che l’autorevole PC World ha affibbiato a questo sistema operativo, ma oggi la musica cambia.
Oggi invece le critiche lasciano il posto ai complimenti poiché i dati di vendite di MS Office 2007 , nel mercato USA sono a dir poco superlativi.

 

 

 

Un’analisi del mercato del software resa nota dal NPD rivela che, ragionando in dollari, a fronte di un aumento generale del mercato del 10,3% rispetto all’anno scorso, le vendite di Office 2007 sono schizzate verso l’alto del 50,7% (!).
Sempre secondo gli analisti, di questo 10,3% di aumento delle vendite di software, ben il 67% è generato dalle vendite della suite Microsoft da sola.
Le previsioni per i prossimi mesi inoltre continuano ad essere rosee, infatti a gennaio, al Macworld Conference & Expo , verrà presentata MS Office 2008 per Mac, che porterà una nuova ondata di vendite.

 

 

 

Forse non tutti sanno che nel comparto desktop di Microsoft, il core business (la fonte principale di guadagno) non è Windows, e lo scarso successo di Vista non c’entra. Office, potremmo dire da sempre, rappresenta per Microsoft una delle primarie fonti di guadagno, quando non la più alta in assoluto, quindi un successo così strepitoso va ad appesantire considerevolmente i forzieri dell’azienda.
Il problema Vista chiaramente rimane aperto al momento, perché pur non essendo economicamente altrettanto importante, ha comunque il suo peso, e non solo economico: Windows strategicamente è al centro di tutto il mercato Microsoft e svolge un ruolo chiave per la compagnia e per tutto il mondo informatico. Dalle parti di Redmond però, con tutti i denari provenienti da Office, di sicuro potranno affrontare anche questa questione con un po’ di tranquillità in più.

1 Commento »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Lanfi
     scrive: 

    Io personalmente ho sempre visto windows come un “ponte” per office. Microsoft con windows ha da sempre puntato sulla possibilità di farlo installare sul maggior numero di pc possibile….negli anni passati, almeno fino a win 2000, praticamente non mettevano neanche dei controlli anti pirateria. E non credo sia un caso.

    Una volta che ti trovavi un pc con su win e volevi renderlo “produttivo” che facevi? Office era la risposta obbligata e i suoi formati si sono imposti (.doc, .xls). E ancora è così…io negli ultimi 12 anni ho lavorato con quasi tutte le relase di questo pacchetto di programmi e mi sono trovato sempre bene. Appena ho visto la grafica del 2007 ho pensato che l’avessero cannato…invece….è ottimo. La velocità con cui si aprono i documenti word excell etc sul mio computer (un athlon xp 1200…..) ha del fenomenale….l’unica cosa fastidiosa è che di default vorrebbe salvare in nuovi formati proprietari (.docx o xlsx), ma è una opzione modificabile.

    Ho provato open office, lo trovo molto valido…ma ancora ne ha parecchio prima di arrivare ai livelli di office 2007.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.