di  -  martedì 23 giugno 2009

Project NatalC’è poco da dire: Nintendo con il Wii ha aperto una breccia nel cuore (e nella mente) del pubblico non (video) giocante definendo un nuovo standard di genere e ora la fetta di mercato casual è diventata, giustamente, la nicchia più grande che ci sia in cui investire.
Durante l’ultimo E3 anche Microsoft si è gettata sul carrozzone dei casual in grande stile con lo slogan del Project Natal: “You are the controller”


Leggendo a Marzo scorso l’annuncio dell’acquisto degli assets della ZCam di 3DV System da parte di Microsoft, la comunità dei videogiocatori aveva già subodorato qualcosa dei piani di Bill Gates per il futuro. Il risultato è Project Natal, un apparecchio simile ad una webcam contenente un processore con un software proprietario che permette di catturare e interpretare i movimenti del corpo nello spazio (e quindi non solo in 2 dimensioni), tracciare le espressioni facciali e riconoscere ed interpretare le voci e le parole umane (fino a che punto però è ancora da verificare).

Per poter individuare i movimenti del corpo del giocatore nello spazio la telecamera utilizza un sistema denominato Time-of-flight. Per semplificare il concetto il sistema è molto simile ad un radar: vengono inviati degli impulsi infrarossi nella zona frontale della telecamera e il tempo che la luce riflessa impiega per colpire il sensore interno monocromo CMOS determina la profondità; il sistema viene già impiegato da tempo per alcuni tipi di scanner 3D ma la tecnologia attuale permette di poter eseguire una scansione in tempo reale dell’intera zona frontale.

I demo presentati all’E3 da Microsoft colpiscono molto facilmente l’immaginazione dei giocatori casual e la mancanza di qualsiasi controller “con decine di tasti” fa il resto.

Infatti un’altro filmato dimostrativo presentato riguarda Milo, una dimostrazione di interazione con un ragazzino virtuale. La cosa che più colpisce è la naturalità con cui dimostrano di riuscire ad interagire con un qualcosa di virtuale: la parte in cui viene passato un foglio di carta dal giocatore all’avatar suggerisce lo sviluppo verso dimensioni nuove quasi annullando la distanza psicologica del virtuale e del reale. Purtroppo allo stato attuale di sviluppo la realtà non è così rosea come, infatti, Eurogamer descrive, ma noi continuiamo a sperare che le cose migliorino entro l’uscita prevista a Natale 2010.

A conti fatti con questo tipo di tecnologia Microsoft potrà riproporre la sua Xbox 360 come una console completamente nuova senza doverne creare un’altra e soprattutto si porrà sul mercato come la prima console ibrida coprendo entrambi i mercati casual e hardcore. Scrivo “la prima” perché non credo che Nintendo riuscirà a attrarre il pubblico hardcore senza migliorare sensibilmente l’hardware della console in qualche modo e la Sony con la PS3 non ha dimostrato di essere abbastanza lungimirante offrendo difatti al pubblico un clone del Wii MotionPlus.

12 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Ale
     scrive: 

    se davvero si mostrerà essere preciso come nelle dimostrazioni sarà una figata.
    Anche se vorrei vedere giocati gli fps :asd:

  • # 2
    mede
     scrive: 

    sarò molto stupito se questa proposta di microsoft funzionerà bene. al momento è una trova di marketing che ha completamente oscurato la controproposta di Sony, che al contrario di natal non presenta problemi di funzionamento già oggi. direi che per MS è comunque un successo. il problema di sony è che comunque ha perduto tutto il supporto degli sviluppatori che in passato gli ha garantito di dominare il mercato in ogni caso.

  • # 3
    Pier Francesco Tortorelli (Autore del post)
     scrive: 

    @Ale non credo che gli FPS si possano considerare molto casual :)
    Infatti su Wii ce ne sono pochissimi!

    @mede la verità è che Sony non era preparata. La demo del suo motion control infatti sembra essere stata fatta in una settimana, e questo vuol dire molto…

  • # 4
    Flare
     scrive: 

    EyeToy per Playstation (ora PlaystationEye, a sua volta alla base del possibile nuovo controller) è in giro da anni, ma probabilmente il fatto che fosse un accessorio extra e non di serie non ha portato molto successo e diffusione e quindi interesse da parte degli sviluppatori. Comunque EyeToy non mi aveva fatto una gran impressione, ma più che altro per i problemi che aveva in condizioni di poca illuminazione o contrasto, anche la sera con la luce elettrica.

  • # 5
    Pier Francesco Tortorelli (Autore del post)
     scrive: 

    Beh non sono molto paragonabili come tecnologia :)
    Una è una webcam l’altro ha ANCHE una webcam!

  • # 6
    mede
     scrive: 

    @ Pier Francesco Tortorelli
    non sono convinto, la presentazione del prodotto sony non era in grande stile, ma si intravede una certa sostanza, comunque segno di un lavoro. mentre nella proposta MS è tutto hype e aria fritta, anche perchè ammesso che entrambe le cose arrivino sugli scaffali è normale aspettarsi una differenza di prezzo abissale.
    ci sono molti dubbi su quello che ha proposto ms. si parla di controllo vocale, ma è una promessa che MS fa ogni volta per i suoi sistemi operativi e ogni volta a noi non arriva niente di serio. si parla di controllo con il corpo ma poi si nota del lag e soprattutto viene presentato un sistema di videocamere con processore integrato che può costare tranquillamente 100 euro, e in alcuni casi viene presentato ai giornalisti in stanze vuote con sfondo bianco, bene illuminate, anche se poi si dice che il sistema sia in grado di escludere i movimenti dello sfondo… il sistema sony funziona in ogni caso, senza lag, può costare molto meno ed è disponbile praticamente da subito. bisogna comunque dirlo. per il momento MS ha creato solo hype, e ripeto secondo me funziona, era proprio quello che doveva fare, MS sta facendo i passi giusti per fregare sony, probabilmente nessun sviluppatore si è iteressato alla soluzione sony.

  • # 7
    Pier Francesco Tortorelli (Autore del post)
     scrive: 

    Beh essendo un sensore infrarossi non credo che abbia bisogno di luce.
    http://gizmodo.com/5277954/testing-project-natal-we-touched-the-intangible

    Anch’io ho molti dubbi, sono rimasto deluso anch’io troppe volte da idee che a conti fatti si sono ridimensionate all’uscita ma… chi vivrà vedrà!

  • # 8
    Gianluca
     scrive: 

    @mede
    Finalmente trovo qualcuno che la pensa esattamente come me. Quello fatto da Microsoft mi sembra spettacolo/hype e basta. Nella presentazione del progetto Natal manca completamente una dimostrazione sulla precisione del sistema di controllo messo a punto. Per non parlare di Milo: l’hanno presentato usando un video preconfezionato invece che dare una dimostrazione live.

    PS: Non possiedo Xbox 360, PS3, Wii o altri ammennicoli.

  • # 9
    Roberto
     scrive: 

    Ma davvero sto coso riesce a rilevare differenze nel tempo che ci mette un fascio luminoso a colpire oggetti (o parti di essi) a distanze differenti? Non parliamo di distanze siderali, si tratta di differenze di pochi cm alla distanza di 1-2 metri, come diamine ci riesce?

  • # 10
    Wolf01
     scrive: 

    Se veramente Project Natal è in grado di fare quello mostrato all’E3, probabilmente la prossima generazione di consolle funzionerà tipo ponte ologrammi di Star Trek, con tanto di ologrammi solidi e misure di sicurezza che impediscono la morte del giocatore per una mitragliata partita per scherzo dal compagno di gioco

  • # 11
    Benedetto
     scrive: 

    La prima console ibrida casual-hardcore è il Nintendo Ds. Io, che videogioco da 23 anni, ho scoperto giochi completamente innovativi e riscoperto generi che credevo perduti (vedi gdr a caselle stile Eye of the Beholder). La mia compagna, casual, ha adorato Professor Layton e, sebbene in misura minore, Ace Attorney e Cooking Mama. Mia mamma, semi-casual, ha il suo Ds con Zelda e Brain Training.

    Altro che Natal (in realtà geniale nelle aspettative, anche se forse prematuro) e Wii (innovativo ma poco profondo nel parco software). La rivoluzione è nella portabilità.

  • # 12
    mede
     scrive: 

    @ commento 7.
    dall’articolo sembra che il sistema funziona su più telecamere, una RGB (che in un altro articolo dice che viene usato per il facial recognition) che perciò mi devono spiegare come fa a funzionare al buio, non è impossibile, ma è probabile che la resa vari molto a seconda della luminosità. sembra che l’infrarosso sia usato come radar per stabilire la distanza. questo significa che in condizioni di scarsa illuminazione è lecito pensare che possa non funzionare correttamente.
    bisogna poi ripeto pensare al costo e al prezzo e al fatto che natal potrebbe sia essere pronto per la produzione di massa sia attualmente girare su costosi PC da 3000 euro rendendolo non proprio commerciale.
    non è che devo essere scettico per principio, ma sinceramente voglio risposte certe, precise e riscontrabili, piuttosto che grandi sorrisi grandi sogni e tanto hype. se poi MS non sta bluffando (come capita che faccia) sono molto contento per tutti.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.