di  -  venerdì 26 settembre 2008

ipod_nano_vs_sony_walkman.jpgHo acquistato giusto ieri il mio nuovo iPod Nano verde della Apple, così ora posso vantarmi di possedere uno status symbol, per la modica cifra di 139 euro. Per pavoneggiarmi però, debbo prima fare in modo che tutti sappiano del mio acquisto e quindi mi accingo a scrivere una breve esposizione delle prime impressioni di questo bramato oggetto.

Preso, in realtà, in sostituzione di un Sony Walkman NWZS618FB (nome non proprio accattivante) da 8GB, reso al negoziante per l’insoddisfazione dopo pochi giorni dall’acquisto, il nuovo iPod nano (con i suoi 30 euro in più) mi ha abbastanza soddisfatto, ma una volta svegliato dall’iniziale shock da oggetto del desiderio, non ho potuto fare altro che costatare anche alcuni difetti importanti, tanto da farmi in parte rimpiangere la scelta.

Questo non è un vero e proprio test, nel seguito non troverete tabelle e grafici dettagliati sui parametri di funzionamento per una valutazione oggettiva (queste cose le fanno su Hardware Upgrade , non le facciamo qui), è piuttosto una prova su strada riportante le mie esperienze e le mie impressioni sui due player avuti in mano per qualche tempo, sperando di poter essere d’aiuto soprattutto a chi sta pianificando l’acquisto di un lettore portatile.

Apriamo la confezione e attacchiamoci alla porta USB

Tornato a casa, sfilo il lettore dalla sua elegante custodia, che tra l’altro è inconsuetamente piccola per via dell’assenza di un cd che fornisca driver e software. Basta avere l’ultima versione di iTunes e una presa USB sul proprio PC e si può fin da subito iniziare a caricare musica e video, o quasi. Appena si collega il dispositivo è richiesta una registrazione, in cui si deve confermare il proprio account del Music Store o in alternativa di crearne uno. La Apple è interessata a chi siamo e a quello che ci facciamo con il nostro lettore portatile, immagino per fini statistici, tanto che durante la registrazione mi trovo obbligato a compilare tutti i form, anche quelli riguardanti il mio lavoro e il numero di lettori portatili in mio possesso.
La registrazione non è obbligatoria… se ne può fare a meno a patto di dover saltare la schermata che chiede di registrarsi ogni volta che collegherete l’iPod al pc per il resto della vostra vita: prima o poi ci si registra per sfinimento. Io per sicurezza, a parte i dati anagrafici che uso anche per l’acquisto di musica nello store, ho risposto a caso a tutte le domande.

Da questo momento in poi è tutto in discesa, amministrare la libreria dell’iPod è semplice e veloce. Si può scegliere se sincronizzare l’iPod con la libreria presente nel pc, in modo che ad ogni collegamento del dispositivo il lettore si aggiorni automaticamente senza interventi da parte dell’utente, oppure possiamo trascinare manualmente la musica e i video che di volta in volta vogliamo portarci dietro.

Il trasferimento dei file verso l’iPod è rapidissimo e i tempi di attesa davvero trascurabili. Se la funzione è attiva, è anche possibile utilizzare il dispositivo come una normale unità removibile, trasferendo i file attraverso le finestre di Windows.

A parte il modo in cui vengono copiate le canzoni nel lettore, che rendono di fatto impossibile (o comunque difficoltoso) lo scambio di musica (libera da copyright!) con utenti sprovvisti di iTunes, posso ritenermi soddisfatto dell’acquisto fino a questo momento.

Lo sono ancora di più se penso a quello che ho passato con il Walkman di casa Sony: un lettore non recentissimo (ma tutt’altro che vetusto) a un prezzo leggermente più basso, che mi ha causato più di un problema durante il collegamento con il pc. Il software proprietario, presente nel cd in bundle, è lento e appesantisce il pc durante i lentissimi trasferimenti dei file. Senza contare che nel software è presente la possibilità di convertire i video nel formato adatto al lettore, ma per sbloccare tale funzione sono necessari altri 10 euro, da pagare comodamente seduti al PC con la carta di credito. Il Walkman è utilizzabile anche con Winamp, che non rallenta il pc durante i trasferimenti, che tutta via restano lentissimi.

Sulla confezione del Walkman poi era citata la possibilità di caricare i file semplicemente con un drag&drop, ma il lettore si è sempre rifiutato di accogliere file passando per le “Risorse del computer”.

Quindi sono felicissimo della permuta fino a questo momento, ma come si comportano i due prodotti lontani dalla presa USB?.

La prova su strada

Liscio ed elegante, l’iPod ha una corazza in alluminio che lo fa luccicare e lo rende piacevolmente fresco al tatto, il nuovo nano ha spostato la ghiera per tornare alla forma allungata originaria, solo che ora i lati anteriore e posteriore sono leggermente arrotondati, e ci piace.
In questi giorni, seguenti al debutto della periferica, sono circolate voci riguardo la possibilità che il nuovo nano torni ad avere problemi di fragilità della protezione del display, come la prima generazione. Voci forse nate dal fatto che a prima vista e al tocco non dà tantissima fiducia, forse l’impressione è dovuta soltanto alla particolare forma di questo elemento, e poi non credo che Apple possa ricommettere un errore che in passato gli costò anche una class action da parte degli acquirenti statunitensi. Ad ogni modo, considerato anche il valore che riescono a mantenere i player della mela nel mercato dell’usato, non è una stupida idea metterlo a riparo da possibili incidenti acquistando un’apposita cover.

Da acceso è essenzialmente un iPod, come più o meno tutti lo conosciamo, con i soliti intuitivi menu e la classica e amata click wheel, ma c’è qualcosa di nuovo: un accelerometro.

Questo dispositivo è divertente se usato come input nei giochi appositamente studiati e permette di riprodurre un brano a caso dalla libreria semplicemente scuotendolo. Inclinando poi il lettore di 90 gradi, viene automaticamente attivata la visualizzazione degli album tramite il “cover flow” delle copertine, come avviene in iTunes. Non vi sono pericoli che l’avvio della modalità random si avvii accidentalmente tenendolo in tasca per via della buona implementazione di questa funzione, e per evitare che il “cover flow, si avvii accidentalmente l’accelerometro viene spento insieme al display dopo circa 60 secondi di inattività. Per riattivare il tutto basterà sfiorare la click wheel.
Meglio comunque Ricordarsi di usare l’interruttore “hold” in caso di un ascolto prolungato, senza interventi sul lettore, perché nel caso in cui non dovesse intervenire lo stand by, l’accelerometro e le continue accensioni dello schermo potrebbero logorare in fretta l’autonomia.

La qualità audio invece soddisfa pienamente, così come quella del Walkman, che però meriterebbe delle cuffie migliori. Quelle in dotazione inoltre hanno una forma poco arrotondata nei bordi, che possono creare qualche fastidio nei punti di contatto con l’orecchio dopo un utilizzo prolungato.
A questo punto debbo aggiungere per completezza che la Sony sta proponendo tutti i nuovi lettori con auricolari di nuova generazione, che garantiscono una qualità superiore (e un prezzo più elevato d’acquisto), Mentre la Apple vende questi auricolari solo separatamente, nel listino degli accessori.

Il display premia la Sony nel confronto che ho effettuato, anche per la scarsa qualità di quello dell’iPod. Il player giapponese da me provato possiede un ottimo display da 1,8 pollici, con risoluzione di 204 x 320px. Stessa risoluzione per il display dell’iPod ma che vanta una diagonale di 2″. Mentre però il Walkman presenta uno schermo con contrasti e nitidezza davvero ottimi, l’iPod presenta un nero davvero deludente. A peggiorare la situazione arrivano alcuni artefatti , che sono percettibili soprattutto quando su schermo sono visualizzati sfondi regolari, come quando collegate l’iPod al pc.

Infine parliamo di autonomia. La Apple dichiara per il suo prodotto “fino a” 25 ore di autonomia in riproduzione audio, ma non le vefrete mai, con un utilizzo attento (vedi il discorso sull’accelerometro più in alto) potrete sfiorare le 20 ore. Anche in questo caso vince il Walkman, con un’autonomia dichiarata di 30 ore e pi di 20 ore effettive.

In conclusione posso dire che il lettore nipponico, secondo la mia esperienza, batte nettamente per qualità il prodotto “designed by Apple in California”, ma quest’ultimo recupera nettamente in immediatezza di utilizzo (tanto che il manuale di istruzioni è di una banalità disarmante) e nella semplicità e velocità della gestione della propria libreria multimediale che, come scritto più indietro, con il Walkman può risultare persino problematica.

Al display di scarsa qualità ci farò abitudine prima o poi, anche se in rapporto al prezzo sarebbe stata apprezzata una qualità migliore, ma un’autonomia superiore sarebbe stata gradita, specialmente se si considera che facendo qualsiasi altra cosa che non sia ascoltare musica, la carica se ne va a benedire in davvero poco tempo. Faccio questa considerazione soprattutto in relazione al fatto che il dispositivo in questione si può ricaricare soltanto via USB e che per l’adattatore per l’alimentazione da rete e/o dall’auto bisogna aggiungere una cifra non indifferente.

28 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Alessandro
     scrive: 

    Ma quand’è che la gente comincerà ad accorgersi dei lettori mp3 della iriver?
    E parlo anche da possessore di un ipod nano 2a generazione e di un creative zen 5gb di qualche anno fa.

  • # 2
    Jacopo Cocchi
     scrive: 

    La iRiver fa cose carine ma trovo sia stata superata da un po’ ormai sia dalla iAudio sia dalla Cowon.

  • # 3
    MirKuS
     scrive: 

    e quand’e che la gente si accorgera dei lettori della cowon? xP

  • # 4
    mario
     scrive: 

    cmq la batteria dovrebbe migliorare molto dopo qualche ciclo di ricarica completo

  • # 5
    gennaro
     scrive: 

    Ma sono io stanco visto che sono già a fine giornata o questo “Walkman batte iPod” si traduce in: il Walkman ha un monitor un po’ meglio risptto all’iPod perché per tutto il resto il lettore di Apple è meglio o uguale? O__o

    Tra l’altro per un dispositivo del genere, il monitor non è che abbia chissà quale impatto.

  • # 6
    norbertom
     scrive: 

    se c’è un motivo per cui non valuto l’acquisto degli ipod è il dover installare un software di decine e decine di mb per poter utilizzare il dispositivo. Sarò ottuso e mi perderò delle cose positive, ma preferisco la praticità.
    L’unico ipod da me acquistato è lo shuffle, proprio perché trovai un soft (di 15kb..) che copiato sul dispositivo, bastava eseguirlo ed in 2-3 secondi ti aggiornava la lista, oltrettutto ignorando i file che non erano audio. Addio itunes…

    per il resto sono ottimi lettori, soprattutto per il design, e ancor più per il metallo usato al posto della plastica, cosa che mi aggrada non poco.

    ps: solo un info: ma iriver, iaudio e cowon non sono la stessa famiglia di prodotti?

  • # 7
    Sandman
     scrive: 

    io di certo nn ho preso l’ipod perchè era una moda, di fatti ne ho provati almeno 4… credo di essere stato uno dei primi runner in italia ad averlo hehe il mio lettore mp3 risale ad almeno 6anni fa era un groove da 128mb ci stavano 40canzoni e lo pagai 180euro!! ed era uno dei primi esposti in un centro commerciale ha fatto il suo onesto lavoro, poi però dopo altri (un sony piccolo da 256mb con radio e una specie di chiavetta-lettore) sono passato al nano che mi sembrava decisamente + comodo da usare x correre e così è! la ghiera è stracomoda ed immediata, è leggero pratico capiente ed a mille gadget (ma io ho preso solo ciò consodero utile: la fascia e la custudia in silicone)
    la qualità sonora direi che in lettore conta poco o nulla visto che si parla di aggeggi con cuffie impossibile distinguere i suoni di qualità… però nn mi lamento ce l’ho da due anni e va che è una meraviglia nn lo scambierei con nulla
    grande apple!

  • # 8
    AJ
     scrive: 

    Solo per sfatare un mito: l’iPod è tranquillamente sincronizzabile da Winamp (meglio con ml_pod). Ho provato con iTunes, ma il software, oltre ad essere di più di 50 MB, non mi soddisfa per niente… e così ritorno a winamp e… tutto perfetto!

  • # 9
    Enrico (Autore del post)
     scrive: 

    AJ, è vero che il Winamp supporta gli iPod ma non ho inserito questo particolare nel post perché l’iPod nano di ultima generazione non è ancora comparso nella lista degli iPod supportati dal software di AOL e non ne ho testato ancora l’effettivo funzionamento.

    Per quanto riguarda iTunes rimane il mio software preferito, anche se un po’ “pesante” in effetti, soprattutto per la possibilità di ordinare file e cartelle automaticamente, agendo semplicemente sugli attributi delle canzoni.

  • # 10
    Sandman
     scrive: 

    itunes fino alla versione 6 era leggerissimo e veramente funzionale poi è diventato sempre + lento e ricco di funzioni stupide(vedi lo stupido collegamento con lo store…) ed allora a malinquore son passato al mediaplayer a cui ora ci ho fatto l’abitudine e mi ci trovo benone, x l’ipod uso il mitico freeware Floola che è leggerissimo e assolve perfettamente alla funzione di gestione dell’ipod

  • # 11
    Enrico (Autore del post)
     scrive: 

    Sandman, se iTunes ti piace e l’hai abbandonato per la pesantezza delle versioni pi recenti, installa e prova mezza giornata l’ottava release. Rispetto al predecessore è molto più fluida e veloce nel funzionamento. Magari ti ci trovi bene.

  • # 12
    spannocchiatore
     scrive: 

    il ho il walkman NWZ S515, pagato 30€ su ebay, nuovo dovrebbe stare sui 60.
    i problemi con l’usb non li ho mai avuti, forse avevi un modello difettoso boh?!
    sulla qualità audio, usando le ep630 sia sull’ipod che sul walkman in questione, posso dire senza ombra di dubbio che il walkman (con le opzioni di miglioramento audio selezionate, Clear Stereo, Clear Bass e DSEE, non mettendo mano all’equalizzatore) suoni meglio: lo sento più corposo (io ascolto principalmente metal) e più definito nei bassi, l’ipod buono anch’esso, ma i bassi come il walkman non ce li ha.

  • # 13
    Domenico
     scrive: 

    caro “recensore”,lei forse non ha approfondito la sua esperienza con sony infatti non è al corrente di un software che si mette nella memoria del lettore…occupa mezzo mb mi sa..e trasferisce file al lettore…è senza fronzoli…si avvia subito…occupa memoria quasi zero… e trasferisce i files molto più velocemente di sonicstage..credo quindi che la prova andrebbe rifatta..o per lo meno dovrebbe scrivere nella prova di questo software…di cui al momento non ricordo bene il nome..comunque è scaricabile dal sito sony ma è un pò nascosto..con sonic stage infatti loro prendono statistiche sull’uso mentre con quel programma no…sonic stage è pessimo…avvia 2 servizi all’avvio del pc oltre ai suoi processi…inutile quindi…comunque il software in questione ha un nome del tipo mp3 file manager però non ne sono certo

  • # 14
    Alessio Di Domizio
     scrive: 

    @ Domenico
    Non capisco le virgolette su recensore. Me le spiega?

    E comunque le recensioni si fanno col software in dotazione, che è lecito supporre – essendo incluso – sia il migliore per la gestione dell’unità. Non certo su quello non incluso e reperibile solo in qualche recondito anfratto del sito del produttore.

    È nell’interesse del produttore dare all’utente la miglior esperienza possibile del prodotto, includendo software che consenta prestazioni d’uso ottimali, più che in quello di chi recensisce. Se il produttore decide di includere software scadente, è compito di chi recensisce darne conto.

    Tra l’altro è certo che il software di cui parla sia certificato per il funzionamento con la periferica recensita?

  • # 15
    tmx
     scrive: 

    ma… il telefonino?

    io dopo aver provato di tutto (creative, apple, cinesate più o meno economiche) mi sono ritrovato ad ascoltare la musica con il mio cellulare.

    un dispositivo in meno in tasca, una batteria da caricare in meno, un oggetto che si può rompere in meno, una spesa in meno.

    non devo nemmeno togliermi le cuffie per telefonare.

    resta il discorso qualità audio, menu del lettore e spazio disco. ma li trovo tutti argomenti di minore interesse se rapportati a quelli elencati qui sopra.

    per me ovv. ;) de gustibus!

  • # 16
    Domenico
     scrive: 

    il “recensore” non sta a significare nulla ed il software è scaricabile dal sito sony..se bisogna fare pubblicità all’ipod lodiamone le doti ma non atterriamo i concorrenti slealmente…sicuramente il recensore non era a conoscenza del software..però ora che lo è/sarà leggendo il mio post spero che provi il suo walkman con quest’ultimo.

    per i cellulari musicali di sicuro i migliori sono i walkman della sony-ericsson seguiti dall’iphone e da qualche nokia

  • # 17
    Alessio Di Domizio
     scrive: 

    @Domenico
    Respingiamo al mittente le poco eleganti insinuazioni e le virgolette. Tra l’altro si tratta di un’insinuazione piuttosto insensata, dato che il recensore ha detto a chiare lettere di aver acquistato i prodotti: non li ha certo ricevuti in regalo.

    Ti ringrazio per la segnalazione, prenderemo in esame il software.

    E comunque le recensioni qui non si fanno con l’intento di affondare o favorire un prodotto, ma semplicemente di dare conto delle sue qualità, ivi compreso il software bundled.

    Prenderemo in esame il software che citi solo qualora sia esplicitamente certificato per il funzionamento con la periferica, fermo restando che, ripeto, compete a Sony e non al cliente, fornire la miglior esperienza del prodotto includendo il miglior software disponibile per la sua gestione.

  • # 18
    andrea
     scrive: 

    Il Walkman trasferisce tranquillamente i file senza
    l’ausilio di nessun software e senza dover installare nulla, ovvero con il classico drag&drop… mai avuto problemi, in questo senso…
    Quanto alla qualità audio, io lavoro con la musica,
    e il lettore Sony è decisamente più pulito e fedele
    dell’iPod…

  • # 19
    Enrico (Autore del post)
     scrive: 

    Andrea, io attraverso le finestre di Windows (XP SP2) sono riuscito soltanto a cancellare file presenti nel lettore. Copiare o spostare file da e verso il player mi risultava impossibile.
    Quando mi si è presentato questo problema ho anche cercato in vari forum ed ho potuto constatare che non sono stato e non sono l’unico ad avere questo problema con il medesimo modello e in nessun thread ho trovato una soluzione.

  • # 20
    andrea
     scrive: 

    strano…
    Io ho il Walkman NWZ-S516 da 4Gb, e il drag&drop
    funziona benissimo…
    Il Pc ha XPsp2… l’unica cosa che lessi quando
    lo acquistai, era che consigliavano di avere una
    versione recente di Windows Media Player installata
    (non ricordo quale, può darsi la 11?): in teoria non
    so bene cosa c’entri – io lo uso senza aprire assolutamente Media Player – ma mi sembra di aver
    letto sul manuale o sul sito Sony che il drag&drop
    funziona bene con le versioni recenti di WMP installate…

  • # 21
    Gianluca
     scrive: 

    NWZ-618F

    Drag and drop in gestione risorse senza problemi in XP SP2 e Vista (scrivete “NWZ-618F problemi” su google…ZERO RISULTATI…non che il prodotto non possa essere “censurato” per vari aspetti, ma certo non esistono problemi particolari con questo lettore).
    Per me suona meglio il Sony (ricostruzione bassi più coinvolgente) ed ha anche una radio FM che funziona realmente.

  • # 22
    GB
     scrive: 

    Personalmente ho un Sony A826 pagato € 109 ed un iPodTouch 8 Gb. pagato € 279 ed il primo (il Sony) sia sotto il profilo audio che quello video (pur avendo un display un pò più piccolo) è decisamente superiore.
    Io sincronizzo l’audio del Sony direttamente da WMP in Vista e funziona perfettamente. Anche il drag&drop funziona perfettamente senza dover installare prgrammi di terze parti (es. quel polpettone di iTunes ….) .

  • # 23
    liscadipesce
     scrive: 

    Linux.
    posso utilizzare via linux? con wine? boh, sono confuso… samsung è coreana, non nipponica.
    ciao.

  • # 24
    liscadipesce
     scrive: 

    chiedo scusa x samsung… stavo pensando ai suoi prodotti… sono un fan della casa :)
    ciao

  • # 25
    Albylatin
     scrive: 

    Hum non concordo su quanto detto sul Sony Walkman, ne ho comprato uno che ho regalato alla mia ragazza, l’ho collegato al mio pc (ubuntu 8.04.1 – 64 bit) e mi sono limitato a copiare e incollare le canzoni che volevo, mi è bastato collegare il cavo!!! poi mi sono messo all’ascolto (non con le cuffie) ma collegandolo allo stereo, il suono non era affatto male, migliore del del mio ARCHOSS gmini con hd da 80 gb!!!

    ps:non ho provato a trasferire i dati usando Win e quindi non ho visto come si comporta ma credo che vada bene.

    Alberto

  • # 26
    Azure
     scrive: 

    Allora: ho appena acquistato un iPod Nano 4gen. da 8 giga…E’ il mio primo iPod e anch’io ho sempre ascoltato con il cellulare…Non ho esperienza di altri lettori MP3
    Posso dire di essere soddisfatto…iTunes non è per niente pesante, è studiato per essere compatibile con iPod e viceversa…La famosa sinergia Apple…
    Veniamo al suono: dopo tante critiche posso dire che l’audio dell’ iPod limitatamente al bitrate, al formato, all’incisione originale, alla bontà generale di un brano è molto molto buono… I principali punti di forza sono la iperanaliticità (che è data dal Dac) e la neutralità tonale… Per HI-FI si intende la restituzione del segnale audio la più pura possibile…Senza interventi hardware o software. iPod in questo è molto neutrale, alcuni dicono “piatto”…così deve essere….. Poi come per ogni lettore la differenza (se si parte da una buona base) la fanno le cuffie (così come in alta fedeltà partendo da un’ottima sorgente ed amplificatore, la vera differenza però è data dai diffusori!)Quelle dell’ iPod (tanto criticate) sono oneste, molto oneste…E non credo siano proprio delle “cinesate” da 3 euro come sostiene qualcuno… Basta guardare la ghiera, i microdrive e il peso delle stesse (leggermente superiore ad altre di ben più blasonate marche)…Mancano un filo di bassi, è vero, ma hanno un dettaglio una spazializzazione davvero notevoli…
    Se però si vuole cambiare la scelta è infinita: da AKG a Sennheiser, da Shure a Philips, da Sony a Creative….
    Farsi comunque le “pippe” sulla qualità di un lettore portatile quando nel migliore dei casi si ascoltano file compressi a 320 kbps e che nel 90% dei casi arrivano da Cd di musica Pop incisi all’origine da cani (la maggior parte dei Cd delle majors sono privi armoniche, dinamica, ecc…ecc…) è inutile e stupido…
    E se si vuole ascoltare la 5ta di Beethoven diretta da Karajan della Deutsche Gramophone e Tchaijkovskj della Decca beh….qualunque lettore portatile non è certo il più adatto!! E un aac o un Mp3 non certo i formati da scegliere…
    Ossequi

  • # 27
    aesalion
     scrive: 

    Ho un modello Sony da 2Gb dello stesso tipo, nessun problema con gestione risorse, anche con un xp appena installato… Il suono (Imho ovviamente) è molto buono anche a volumi alti, ma soprattutto la durata della batteria è semplicemente strepitosa.

  • # 28
    paolo
     scrive: 

    sono un possessore di un sony Walkman NWZ serie E 455 16 GB pagato 115 euro da trony e di un ipod nano da 8 gb pagato 140 euro sempre da trony. dopo averli usati tanto tempo tutti e due faccio le mie considerazioni. il sony nwz-e ha un’autonomia della batteria di circa 40 ore VERE provate e testate. ipod non regge le 20 ore. la qualita’ video degli mp4 è decisamente superiore nel sony . la qualita’ audio non è paragonabile. walkman batte sony di molto per qualita’ e pulizia di suono. il walkman nwz-e 455 si collega al pc ( io ho un wnid xp sp3 ) senza problemi e faccio tutto con il copia incolla da esplora risorse. facilissimo. nessuna registrazione a nessun sito. per ipod tutti sappiamo quanto rompe registrarsi e sincronizzare con ituns. l’unico difetto che ho trovato nel walkman è che a causa di una norma europea per la salvaguardia dell’udito il volume del dispositivo anche al massimo è troppo bassa. in ambienti rumorosi non si sente bene anche togliendo l’opzione salvaudito. ( spero di trovare un firmware che mi permetta di alzare il volume) . ipod è solo uno status simbol è certamente piu’ famoso e ha un volume molto piu’ alto del walkman . in definitiva avendoli tutti e due io consiglio vivamente il sony ,ma solo se non lavorate in ambienti ruomorosi altrimenti non sentirete bene le canzoni. ipod lo consiglio se siete degli sfegatati della apple . se desiderate ascoltare musica senza badare alla marca tra i due consiglio il sony decisamente migliore ricordandovi il problema del volume massimo.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.