james pond
giovedì 28 Gennaio 2010 - 11 Commenti
Il mio nome è Pond, James Pond

Scegliere ogni settimana un titolo che sappia catturare la memoria dei giocatori di “vecchia data” è compito difficile. Difficile perché nell’enorme calderone di giochi che hanno significato qualcosa nella storia di questo settore, significa inevitabilmente trascurare il resto.
Il lato assolutamente piacevole è sapere di riuscire in qualche modo a far riaffiorare vecchi ricordi sepolti da anni di non utilizzo e lontani dal joypad. Tornano alla memoria personaggi di cui ci eravamo totalmente dimenticati nonostante avessero allietato i nostri pomeriggi fanciulleschi.
Anche questo appuntamento de la Valigia del Videogamer tratterà un platform, …