e-ink
lunedì 1 Giugno 2009 - 6 Commenti

Qual è lo stato dell’arte dell’editoria digitale? Ne parliamo con Marco Croella, CTO di Simplicissimus Book Farm.
D: l’inchiostro elettronico (e-ink) in cosa differisce dai tradizionali monitor dei tablet?R: tutti gli schermi più comuni, da quelli dei cellulari a quelli dei monitor più grandi, sono LCD ed emettono luce che colpisce gli occhi. L’e-ink, invece, funziona per luce riflessa, come le “lavagne magnetiche” di quando eravamo piccoli. Questo significa che è possibile leggere per ore senza stancare o irritare gli occhi.D: Quanti tipi di ebook reader esistono?