bandai
giovedì 18 Dicembre 2008 - 2 Commenti

Oggigiorno siamo abituati a console che esulano dall’ambito per cui sono state create e si trasformano in qualcos’altro. Ma quindici anni fa il panorama era ben diverso ed il mercato per quanto fosse interessato a soluzioni poliedriche, forse non era pronto a recepirle. Ed infatti abbiamo già visto quale fu la sorte di approcci “multimediali” quali il Philips CD-I.
Il Playdia era qualcosa di ancora diverso. Era il tentativo concreto di utilizzare il videogioco come strumento educativo.