di  -  martedì 26 maggio 2009

D-BOXNuovo appuntamento con Videodrome – ai confini del video.

Negli ultimi temi, abbiamo potuto assistere al debutto sul mercato della sala cinematografica, di uno speciale dispositivo per migliorare la fruizione del prodotto filmico: i sedili che si muovono.

Un’idea non completamente nuova; tutti conosciamo infatti le famose sale 4D o 5D dove vengono proiettati brevi filmati pieni di azione.

Sale come, ad esempio, il Time Elevator cinema dinamico a Roma o la 4D di Gardaland con la sua conosciutissima saga di filmini in movimento: la segheria, il rally, il mondo incantato… senza dimenticare inoltre, i vari simulatori di voli a forma di supposta, ormai memoria collettiva dei vari luna park italiani (e non solo).

Però è la prima volta che un sistema di sedili mobili (indipendenti l’uno dall’altro) viene utilizzato per film hollywoodiani destinati alla distribuzione di massa nei teatri di tutto il mondo. Infatti, le “prove generali” di questa nuovo modo di vedere film al cinema, sonos tate recentemente fatte con due film sbanca-botteghino: Fast and Furious e il nuovo Terminator, presentati tra aprile e maggio in alcuni teatri in Canada e negli Stati Uniti.

La tecnologia utilizzata, chiamata D-Box e sviluppata da una omonima azienda canadese, permette la sincronizzazione delle azioni sullo schermo con le vibrazioni e movimenti del sedile dello spettatore in sala.

Ogni sedile si muove in perfetta sincronizzazione con le azioni rappresentate sullo schermo, creando una esperienza completamente unica e di totale immersione. Con la tecnologia D-BOX il sistema usa effetti di movimento integrati e programmati per ogni singolo film che vengono, a seconda delle esigenze, inviati a un sistema generatore di movimenti inserito all’interno della base dei sedili in sala. Inoltre i sedili sono anche forniti di comandi per la personalizzazione della posizione del corpo (come in automobile), per rendere così migliore l’esperienza della visione. LINK

D-BOX inside

La D-BOX è conosciuta da anni nel mondo dei videogames inoltre, esiste già da tempo una versione di sedili D-BOX per la visione casalinga. L’azienda dichiara di avere sul mercato quasi 1000 titoli D-BOX sia NTSC, sia PAL (e tra poco in Blue-ray). I sedili casalinghi hanno un prezzo che supera i 10000 dollari…

Si prospetta quindi, per un futuro neppure troppo prossimo, un ovvio accoppiamento D-BOX e 3D cinema (e magari audio 3D) per una esperienza in sala sempre più totale.

6 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    stetteo
     scrive: 

    Che bello, non vedo l’ora di provarli! sarebbe bello anche con i videogiochi.

  • # 2
    Idealsoft
     scrive: 

    Ho avuto la fortuna di provare l’esperienza durante una mia recente vacanza a Los Angeles. Nel parco tematico degli Hollywood Studios c’era la proiezione di Terminator 5D con attori reali, effetto 3d con gli occhialini e sedie che sobbalzavano e ti lavavano :-) Spettacolare !

  • # 3
    c4os
     scrive: 

    peccato che coi loro culoni extra-large avran bisogno di sedili piu’ robusti e larghi di quelli presenti in queste foto :D

  • # 4
    Luca
     scrive: 

    Boh!!!?!?!?!?!?!??

    Ma questo è ancora cinema o è un luna park ???
    Divertente il Luna Park ….. ma è una cosa diversa!!

    Boh…boh …boh……boh !!!!!

  • # 5
    Mike
     scrive: 

    Però se adottassero questi sedili la maggior parte dei cinema, dovrei dire addio alle rilassanti sedute al cinema. :D

  • # 6
    lakar
     scrive: 

    E se li usassero nei cinema a luci rosse? Non oso pensare… :-)

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.