di  -  venerdì 23 gennaio 2009

GognaNon tanto tempo fa mi ero occupato di quanto possono essere pericolosi i moralisti. L’ossessione per la pedofilia istigata dall’ignoranza in fatto di nuove forme di comunicazione, continua a ispirare e a legittimare chi sogna il ritorno dell’inquisizione per punire con la morte anche chi si mette le dita nel naso.

Questa volta a rischiare la galera, colpevole di voler giocare con la propria sessualità, è un gruppo di sei adolescenti tra i 14 e i 17 anni residenti in Pennsylvania. Tre ragazze si divertivano a inviare foto scattate col cellulare ad altrettanti loro coetanei, in cui si ritraevano nude o seminude.

Il tutto avveniva segretamente tra i ragazzi finché, un malaugurato giorno, il telefono di uno dei tre maschietti veniva sequestrato a scuola, per l’uso che ne veniva fatto in classe “non conforme alle regole scolastiche”. Procedendo all’ispezione del telefono (con quale autorità poi?) sono state scoperte le foto e si è provveduto a denunciare il “peccato capitale” alle autorità.

Ora i sei rischiano grosso, con sulla testa l’accusa pendente per “produzione e diffusione di materiale pedopornografico”.

A questo punto credo sia possibile davvero tutto. Perchè non denunciare con l’accusa di sequestro di persona chi sale sale sull’autobus senza aspettare la discesa di chi aveva prenotato la fermata, o magari con l’accusa di tentato omicidio  chi vende alimenti ad alto contenuto di grassi saturi? Ah già, negli Stati Uniti lo hanno già fatto.

35 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Ciny2
     scrive: 

    Questo è isterismo pedofilo bello e buono, secondo me.
    3 mesetti fa è successo un caso simile ad un 15 enne, e rischia pure di finire nella lista dei sex offender per delle foto sue!

  • # 2
    Ilruz
     scrive: 

    C’e’ qualcosa che mi sfugge: se mia figlia di 10 anni mi prende il cellulare e fotografa mio figlio di 5 anni al gabinetto per farlo vedere alle amiche (scenario possibilissimo, chi ha figli mi puo’ capire) … in america rischierei la galera? o la rischierebbe lei?

    Nella puritana inghilterra sono stato invitato ad allontanarmi perche’ dovevano cambiare il pannolino ad una neonata! giuro che all’inizio non avevo capito, e gli ho risposto “ma fate pure, non mi da fastidio, ho figli anche io”, pensando che si stessero scusando con me per … l’odore :P

    Ora, la vita e la felicita’ dei bambini e’ quanto di piu’ sacro io abbia al mondo (e non intendo solo dei miei) – se una 14enne si fotografa e manda le foto ai suoi amici, io cercherei piuttosto di capire quale disagio stia provando, se abbia problemi, se necessiti di attenzione: piu’ che del giudice quella ragazzina ha bisogno di un assistente sociale.

  • # 3
    Ciny2
     scrive: 

    Non credo ci sia disagio quando un adolescente fa quelle foto :D

  • # 4
    tinozzo
     scrive: 

    Freud, totem e tabu, 1913
    E’tutto spiegato li’

  • # 5
    StyleB
     scrive: 

    Maaaaa non si rendon conto di rasentare il ridicolo?
    una volta
    step 1-te lo osservavi

    step 2-te lo facevi a manopola ergonomica chicco

    step 3-cercavi “chi di dovere”

    ora si è aggiunto uno step tra il 2 e il 3

    step 2.5- fotina.

    Ma saranno robe loro o no????

    e che diamine non posso farmi una foto allo specchio dopo la doccia mentre faccio l’elicotterino se son minorenne perchè una qualche legge mi vieta o l’elicotterino o la foto? mah…. (perplesso)

  • # 6
    Notty
     scrive: 

    angosciante che si facciano foto porno per mandare in giro.. giochino ? -.-

    mi sa che faccio parte di quelli sbagliati.. ma io se becco mia figlia che si fa le foto nuda e poi le manda ai suoi amichetti non credo che sono molto felice quanto pare lo sareste voi -.-

  • # 7
    marcogiallo
     scrive: 

    @ Notty
    Sono d’accordo con te, credo che nessuno ne sarebbe propriamente felice. Ma in questo caso non si tratta di felicità, ma di applicare norme oggettive e giuridiche a fatti privati compiuti tra minorenni.
    Esempio:
    >>io minorenne posso fotografare qualsiasi parte del mio corpo;
    >> io minorenne posso utilizzare un telefono ed inviare mms, anche ad altri minorenni;
    >> io minorenne (magari di 17 e sei mesi), posso inviare tali foto via mms alla mia ragazza (maggiorenne o minorenne che sia).
    Spero che tu non mi consideri produttore e spacciatore di materiale pedopornografico….

    Magari ho bisogno di qualcuno con cui parlare, ho bisogno di rapporti sinceri e non basati sulle apparenze, posso aver bisogno di una figura d’adulto da prendere come esempio, ma non credo che avrei bisogno della galera.

    Altro discorso se io minorenne fossi costretto a scattare ed inviare le foto per conto di altri, ma questo non è il caso descritto nell’articolo…

  • # 8
    Nicola
     scrive: 

    io a 7 anni ho visto i primi giornalini hard, quelli della 5 elementare già fumavano sigarette,alle medie “palpeggiavo” le ragazze e prendevo schiaffi a non finire, ho sempre avuto amici che fumavano sia spinelli che sigarette

    a 25 anni non fumo nè spinelli,nè sigarette e non sono un maniaco sessuale

  • # 9
    alex
     scrive: 

    **** COMMENTO OFFENSIVO MODERATO ****

  • # 10
    Flender76
     scrive: 

    Ma non ci si può meravigliare di queste cose. Ormai la nostra società è stata costruita(a tavolino) impostando ogni espressione ed emancipazione sulla sessualità. Hanno creato un pansessismo e una cultura di libertà(leggasi anarchia) sessuale, quasi come droga per le masse, per poter poi avere il controllo delle persone, decidendo pure se devi andare in galera o meno. Per me non si tratta di moralismo(visto che ormai i valori non esistono più) ma di semplice organismo di controllo. Non mi meraviglierei, inoltre, che la pratica di questi ragazzini sia diffusa più di quanto si creda. Riguardo alla “zoccolaggine”, penso che se la cultura contemoranea continua ad insegnare al “gentil sesso” che la “generosità di concessione del proprio corpo” apre porte, portoni, opportunità e agi, e consente ottime carriere, sarà difficile evitare che il genere femminile un pò alla volta si avvii verso una prostituzione globale.

  • # 11
    Ciny2
     scrive: 

    Flender…stai navigando oltre :D Dubito che sia come dici.

  • # 12
    asdo
     scrive: 

    **** COMMENTO OFFENSIVO MODERATO ****

  • # 13
    marcos
     scrive: 

    mica flender ha detto che sono tutte zoccole, leggete bene i commenti, e cmq è vero che ormai i media trasmettono messaggi sbagliati (basta vedere le varie veline, letterine, soubrette varie)… una ragazzina che ne capisce? vede ste tipe mezze nude in qualsiasi trasmissione che conclusioni trae?

    @asdo
    ma che c****te dici? i sessisti e i razzisti esistono al nord, al sud e pure al centro.
    e che c’entra la colonizzazione araba? se avessi studiato qualcosa riguardo le culture differenti la penseresti diversamente

    giusto a scopo informativo, senza la “terribile colonizzazione araba” avremo perso irrimediabilmente buona parte della cultura ellenica, per non parlare della matematica (chi ha inventato lo 0?), della scienza (come avrebbe costruito galileo il suo telescopio senza gli studi sull’ottica degli arabi?)…
    ogni cultura si completa con un’altra, e lo sbaglio più grande che si possa fare è credersi superiori (o averne paura perchè non la si capisce)

  • # 14
    mc
     scrive: 

    Enrico Pascucci, ma perchè ti sta così tanto a cuore la libertà sessuale dei minorenni ?
    La foto su quel disco non è innocente, o comunque può urtare il COMUNE SENSO DEL PUDORE, e Wikipedia ha fatto bene a censurare.
    Nessuno può diffondere impunemente materiale pedopornografico ( cioè che coinvolge minorenni ) , neanche gli stessi ragazzi.
    Questo è l’ ABC di una società sana e civile. Il comportamento morale non è innato, ma è il risultato di istruzione ed educazione.
    Enrico pascuccio invece continua a non capirlo, o forse invece cerca deliberatamente di istigare questi modi di comportamento del tutto sbagliati. Cosa nascondi ?

    Vediamo questa volta quale tipo di scusa tirate fuori per censurare il commento.

  • # 15
    caffeine
     scrive: 

    ma forse non vi rendete conto che non è un fenomeno tanto isolato, ma è abbastanza comune, basta girare per myspace o facebook o badoo, e ne vedrete delle belle, non sono nude solo perchè vietato…

  • # 16
    Ciny2
     scrive: 

    per MC: ma tu le notizie non le segui, hanno censurato wikipedia, non è wikipedia che ha censurato l’articolo per un’immagine. Faccio poi notare che seguendo la logica, dovevano oscurare un numero abnorme di siti che vendono il disco con la medesima copertina. Se poi a te un nudo ti fa schifo, affari tuoi Oo

    Poi scusami, se un gruppo di ragazzini tra di loro nel loro privato si mandano delle foto ose, saranno affari loro, no ? E non stiamo parlando di bambini, ma di ragazzi che hanno già la maturità sessuale. Non mettiamo il pedo porno dove non c’è, solo perchè esiste una isteria pedofila.
    Io trovo assurdo che una ragazza minorenne se fa una foto nuda e la manda al suo ragazzo, rischi di essere una produttrice di materiale pedopornografio e finire pure nella lista dei Sex offender…..

  • # 17
    Giovanni
     scrive: 

    Ragazzi, non vi viene forse in mente che sarebbe anzitutto opportuno accertare quello che è effettivamente successo? Mi sembra inutile versare fiumi di parole su di un fatto che, SICURAMENTE, è stato mal riportato dai media, come accade 9 volte su 10. Usate la logica: vi sembra possibile una situazione del genere? A me no. Ergo, le cose non saranno andate proprio così. Evidentemente la maestra avrà trovato le foto nel cell dell’alunno (sbirciando senza autorizzazione, quindi possibilità di querela da parte delle persone lese) e, allarmata, avrà avvertito le autorità competenti. Se sarà confermato dai fatti che c’erano solo foto delle 2 ragazzine, e che il 17enne non ha inviato ad amici vari le suddette, il tutto si chiuderà senza nessun rilievo penale.
    Ovvio però che bisognerà indagare se il 17enne abbia indotto, circuendole, le ragazzine a fare quello che hanno fatto.

  • # 18
    :: Marco ::
     scrive: 

    da denunciare sono i docenti che hanno violato la privacy del propietario del telefono… non so se è una cosa prevista dalle leggi statunitensi, è solo il mio punto di vista

  • # 19
    Notty
     scrive: 

    da denunciare sono anche i genitori che lasciano portare a scuola il telefonino..

    e basta dare addosso agli insegnanti che cercano di dare un briciolo di morale a ragazzi abbandonati dai genitori..

    privacy ?… con questa scusa ormai non si puo’ più educare… querele ? denunce ?… diamoci un taglio.. quello è un atteggiamento sbagliato da evitare.. facciano quel che vogliono.. nel loro tempo libero e senza mettere di mezzo un luogo di insegnamento quale è la scuola..

    il cellulare lo lascino a casa.. a scuola non è molto utile.. poi se a casa vogliono mandarsi foto porno sono affari loro.. e non si lamentino se vanno in internet.. ma ci tengo a precisare (bella pubblicità di qualche mese fa su La7) che dovrebbero spiegare a quelle ragazzine che mandare foto “innocenti” ad altri puo’ far si che queste fra 5 anni siano alla mercè di tutti in internet.. magari la prossima volta impareranno dalla lezione.. l’insegnante non ha fatto altro che far vedere in tempi rapidi cosa vuol dire mandare foto porno.. che un estraneo puo’ venirne in possesso e farne quello che ritiene più opportuno..

    ben fatto..

    p.s. il carcere è eccessivo e dubito venga applicata questa severità ma certo una bella ramanzina e una figuraccia potrebbe essere molto utile a far capire che loro per prime devono rispettare la LORO privacy se vogliono che gli altri lo facciano..

  • # 20
    mc
     scrive: 

    concordo con notty….
    ma di quale querela parlate ???
    All’ interno delle scuole dovrebbero esserci delle norme dettate dal buon senso:
    via i telefonini. Utilizzo di computer e portatili solo in orari prestabiliti e sotto il controllo di persone adulte. E non ragazzi lasciati allo sbando nelle aule come se fossero delle sale giochi. Abiti decenti, rispetto per i professori, buone maniere.

    Dai commenti che si leggono, è evidente che anche qui ci sono minorenni da educare.
    Siete lasciati soli da genitori che non comprendono più la tecnologia e la società in cui viviamo, cambiata molto rapidamente negli ultimi 10-15 anni.
    Voi ragazzi non avete più regole, non avete più leggi, siete incoscienti e non studiate.
    Ma la cosa peggiore, è che siete il prodotto di 20 anni di televisione commerciale, che ha AZZERATO qualsiasi forma di morale e di sana convivenza civile.
    Per fortuna ci sono persone più mature di voi con anni di esperienza alle spalle, che cercano ancora di mantenere la società entro un giusto binario.
    Escluse persone come Pascucci, ovviamente.

  • # 21
    Ciny2
     scrive: 

    Questo è delirio Oo Frugare nei cellulare altrui è violazione della privacy, basta con questi moralismi bacchettoni!

    Un conto è sequestrare il telefonino quando lo si usa nelle ore di lezione, un’altro è SBIRCIARE IL CONTENUTO DI QUEST’ULTIMO.

    Non mischiamo le cose.

  • # 22
    Ciny2
     scrive: 

    Aggiungono: Forse non vi rendente nemmeno conto che quei ragazzi stanno subendo un’accusa infamante per via di un isterismo sulla pedofilia veramente squallido…state deviando il discorso.

  • # 23
    asdo
     scrive: 

    da denunciare anche tutti i ragazzi che portano l’orologio a scuola, coloro che portano gli occhiali ( i maledetti borghesi ), quelli che hanno l’apparecchio per i denti, quelli con le mutande firmate, quelli che arrivano col motorino pompatissimo, quelli che si fanno le lampade ( sperando che qualche ragazzina gli spedisca le foto osè per telefono :) ), ed anche gli onanisti che sprecano gli spermatozoi contro il volere papale.

    insomma qua discorsi da corea del nord, richiappatevi.

  • # 24
    Ciny2
     scrive: 

    Concordo….

  • # 25
    Agramante
     scrive: 

    @mc:

    La tua ignoranza viene esalata da ogni parola dei tuoi commenti.
    Innanzitutto già solo il fatto che presumi che qui ci siano minorenni, beh, confuta tutto ciò che dici tu. Cosa ne sai di quanti anni possiamo avere? E’ una cosa totalmente insensata….

    Passando oltre, noto come tu ami fare moralismi utilizzando luoghi comuni a valanghe: la tv che ha azzerato i valori, internet = male, i ragazzi non hanno più regole, né leggi… Tutte generalizzazioni fatte evidentemente da una persona prima di tutto poco informata e in secondo luogo poco aperta ai cambiamenti.

    Per affrontare i cambiamenti di questi ultimi 10 anni, non bisogna di certo chiudersi dietro anni di ostinata esperienza, o dietro falsi moralismi e valori vecchi di anni. Le generazioni cambiano e le cose anche, o si aggiornano i vecchi valori, oppure si avranno risultati ORRENDI.
    La sessualità in un adolescente è cosa importante non certo da reprimere facendogli rischiare la galera. Questo è solo il modo di farli incaz.zare ulteriormente.

    Non si può soffocare tutto ciò che ci è derivato da questi ultimi 10 anni di cambiamenti forti di VECCHI valori e FALSI moralismi! Ricordando che quei ragazzi che tu chiami privi di regole tra qualche anno saranno le generazioni che governeranno il mondo, bisogna ADATTARE i vecchi valori ai giorni nostri. Non di certo prenderne ancora di più vecchi e cercare di farli passare come gli UNICI VALIDI. Così facendo i nuovi valori i giovani se li costruiranno da soli, e sarebbe peggio ;)

  • # 26
    Alessio Di Domizio
     scrive: 

    @ mc
    Non hai alcun titolo a fare insinuazioni di questa gravità nei confronti di un blogger. Il tuo commento non lo modero, lo lascio lì a dimostrazione della tua maleducazione, ma vedi di non esagerare.
    Vieni qui a fare prediche sulla morale e non applichi a te stesso la regola n° 1 della convivenza civile, ossia il rispetto e la tolleranza delle idee altrui. Se ritieni accettabile questo comportamento per te, sappi che in questo blog non è tollerato.

  • # 27
    Enrico Pascucci (Autore del post)
     scrive: 

    mc prima di tutto grazie di non avermi incluso nella lista passeggeri del treno di quello che tu chiami buonsenso, poi, per cortesia, evita di storpiare il mio cognome quando mi tiri in causa.

    Pensa un po’ che io di tv praticamente non ne guardo, chissà, sarà colpa di internet o dei videogiochi se son diventato così.

    Per il resto sono d’accordo, anch’io sono convinto che l’immoralità e la maleducazione dilaghino. Io per maleducazione intendo la repressione del senso critico di una persona (non tutti riescono a svilupparlo se non opportunamente stimolati), la quale finisce per non essere in grado di comprendere che il mondo degli uomini non ha una rotta fatta di ciò che semplicemente è abituata ad avere intorno.
    Per colpa della maleducazione succede, ad esempio, che le donne hanno bisogno di più di un millennio per ritornare ad avere gli stessi diritti dell’uomo dopo l’ondata di maschilismo mesopotamico.
    Sempre per colpa della maleducazione si impiega meno di un decennio per trasformare una foto innocente in peccato mortale, semplicemente ripetendone la colpa (prima inesistente) all’infinito.

    Vorrei poi farti notare che alcune vaghe insinuazioni che hai portato sono realmente passabili di querela.
    Ma puoi stare tranquillo perché considero la qualità delle tue argomentazioni, compresa la presenza di insinuazioni diffamanti (che rimarranno qui indelebili finché i server di hwupgrade avranno corrente), prova sufficiente dell’autorevolezza di chi le ha scritte.

  • # 28
    Badtzmaru
     scrive: 

    Quando andavo io alle medie (83-86) c’erano ragazzini e ragazzine che di pomeriggio si vedevano per giocare a strip poker (io purtroppo non ero uno di questi…).
    La voglia di esplorare la sessualità fa parte di tutti gli esseri umani, sia che si viva ai tempi dell’età della pietra sia che si viva nell 3000 dc dove ci sono webcam installate direttamente nella retina delle persone.
    I tempi cambiano i mezzi ma le origini delle nostre azioni sono sempre le stesse.
    Ai voglia ai pusillanimi che per paura di ciò che non riescono a governare, cercano di castrare le pulsioni altrui imponendo il loro credo, gli istinti umani sono incontrollabili e per quanto loro se la possano fare sotto, non riusciranno mai a cambiare la nostra natura con le loro isteriche imposizioni.

  • # 29
    socrate
     scrive: 

    Ed ancora, da quando una foto di nudo è porno? siamo tutti porno sotto la doccia?

  • # 30
    scimunito
     scrive: 

    pop-porno direi…

  • # 31
    Flender76
     scrive: 

    Partendo dal fatto che quando si commenta qualcosa su di un forum, la condizione fondamentale è quella di esprimere solo il proprio parere, cosa che evidentemente ad alcuni è sfuggita, visto il tono con cui hanno creduto di “consacrare” il loro pensiero offendendo chi non ha lo stesso punto di vista. A tal proposito, una mia opinione (sulla zoccolaggine) nasceva da un commento precedente, e non credevo di dare ad asdo libero sfogo ad un evidente espressione di fastidio verso i meridionali associandoli all’arretratezza, alle capre o cos’altro. Forse dovresti dare sfogo a queste tue repressioni in qualche comizio della Lega, e non su di un forum. Ma evidentemente il discorso è andato fuori tema, il fatto che la privacy di un cellulare dovrebbe essere rispettata è assodato, quello che credo io è che debba essere limitata la privacy dei minorenni nei confronti dei genitori, in quanto questi ultimi devono essere in grado di garantire che i figli non pratichino certe deviazioni, almeno finchè sono sotto la loro tutela.

  • # 32
    Alessio Di Domizio
     scrive: 

    @ ASDO
    Qualunque sia il tuo problema con i meridionali, qui non è tollerato usare toni discriminatori.

  • # 33
    asdo
     scrive: 

    anche l’ignoranza dovrebbe non essere tollerata.
    mai sentito parlare del caso Franca Viola di Alcamo ? che fece conoscere a tutti, finalmente, il problema gravissimo del matrimonio riparatore e della mentalità meridionale che vede la donna come una preda.
    lo stesso Giuliano Amato ha ammesso che è tradizione in italia meridionale far violenza sulle donne, una tradizione favorita dall’ignoranza e dall’omertà.
    interessarsi solo di informatica porta a non conoscere altri argomenti, cerca di colmare queste lacune, con la censura non lo fai :)

  • # 34
    Fabio
     scrive: 

    Mi associo ai signori che affermano che i ragazzi sono padroni di fare quello che vogliono e che una foto di nudo non è pornografia! Resta il fatto che se il professore di mio figlio sequestrasse il suo cellulare, quando verrebbe a casa prenderebbe anche il resto. Nel caso opposto se il professore ‘sbirciasse’ sul cellulare di mio figlio, la scoppettata se la prenderebbe lui!
    Gran bel blog! Complimenti!

  • # 35
    Ale
     scrive: 

    @Ilruz, ma anche altri, non penso proprio che una ragazza di 15 anni o giù di lì che fa foto di se stessa e le manda ad un coetaneo, abbia “problemi” o “disagio”. Proprio nessuno. I problemi ce li inventiamo noi adulti, che non riusciamo ad accettare certi comportamenti perfettamente normali dei ragazzi. Non dico “ragazzi d’oggi” perchè queste cose, senza la tecnologia ovviamente, accadono di sicuro da quando una ragazza ha potuto guardarsi e dire “Ma io piaccio ai maschi!”

    Quelle ragazze sapevano bene quello che facevano… e l’accusa sul “materiale pornografico” è decisamente ridicola.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.