La valigia del videogamer
giovedì 6 novembre 2008 - 10 Commenti

Lo confesso, quando pochi giorni fa sono venuto a conoscenza della notizia, come in un flashback lungo una vita (giovane ma pur sempre vita) ho ripercorso i momenti in cui, joypad in mano, sparavo e zigzagavo per evitare collisioni con fondali e astronavi nemiche. Priceless, come recitava una famosa serie di spot.
E dato che è impossibile seguire le uscite di tutti i giochi delle varie piattaforme, colgo l’occasione di ringraziare il solito forum di appassionati giocatori e aficionados retrogamers.
Ma veniamo a noi. Approfittando dell’uscita del sesto e speriamo non ultimo capitolo, ci apprestiamo …

giovedì 30 ottobre 2008 - 9 Commenti

Ci siamo arrivati. L’abbiamo presa un po’ alla lontana, ma ci siamo finalmente arrivati.
Nel nostro percorso di ricostruzione di quel puzzle complesso qual’è il settore dei videogiochi, questo prodotto rappresenta probabilmente il trait d’union fra un’epoca che non tornerà mai più e l’epoca che stiamo tutt’oggi videndo.

Nelle nostre fasi di avvicinamento, i prototipi ed il CD-I in particolare rappresentano due tappe importanti e da avere ben presente; alcuni dettagli e fatti storici durante la lettura di quei post vi saranno forse risultati oscuri e certamente poco importanti ma vedrete che assumeranno una dimensione diversa alla …

venerdì 24 ottobre 2008 - 48 Commenti

Dopo qualche settimana passata a parlare di hardware, torniamo al mondo software con un titolo che si è ricavato un posto speciale nella memoria di milioni di giocatori al mondo: Turrican.
Con Turrican innumerevoli ore sono state spese alla ricerca dell’ultimo livello, per poi ritrovarsi puntualmente all’inizio di un nuovo quadro. E quanti sorrisi a 32 denti si sono riflessi sul monitor, osservando il potere devastante del fuoco a 5 contro tutto quello che aveva la sventura di capitare davanti!
Turrican, classe 1990, merita dunque un posto d’onore nella pluripremiata rubrica per …

giovedì 23 ottobre 2008 - 8 Commenti

Una decina di giorni fa, come ricorderete, Alessio si è occupato del Fujitsu FM-Towns, la macchina sviluppata dalla casa giapponese.
Cos’ha a che vedere con l’articolo di quest’oggi? E’ presto detto.
Nel nostro settimanale appuntamento con il retrogaming parleremo dell’alter ego “da salotto”, ovvero il progetto Marty, un cimelio di inizio anni ’90 che tentava di coniugare tecnologie provenienti dal settore dei personal computer con l’intuitività di utilizzo delle console.
Un tentativo senz’altro ammirevole e che avrebbe potuto aprire un ponte tra due mondi ancora piuttosto separati, ciascuno con i propri “cavalli di battaglia”, …

giovedì 16 ottobre 2008 - 7 Commenti

Confesso che quando lessi mesi fa la notizia di cui sto per raccontarvi, la mia reazione fu di assoluto stupore.
Possibile? Possibile che la scena seppur piuttosto attiva dell’homebrew per console fosse stata in grado di “riportare in vita” anche una console non più supportata ufficialmente ormai da un decennio?
Intendiamoci, per gli appassionati di retrogaming il MegaDrive non è mai morto: resta una macchina coi fiocchi, ricca di giochi che hanno fatto storia e con cui a tutt’oggi, nonostante le performance non reggano il confronto con il parco titoli odierno, ci si può ampiamente divertire …

giovedì 9 ottobre 2008 - 19 Commenti

Nelle scorse settimane, se vi ricordate, abbiamo già messo al loro posto alcuni dei tasselli che compongono il complicato panorama della prima metà degli anni ’90.
L’industria dei videogiochi ha preso coscienza della propria forza e sta cercando nuove vie per divertire e coinvolgere l’utenza.
Formalmente siamo nella quarta generazione di console (quella del Sega MegaDrive e del Super Nintendo, tanto per capirci), ma già si sta ovviamente lavorando alle macchine future.
Una delle tecnologie su cui in molti puntarono ed investirono le proprie energie fu il CD-I. Dalla sigla si può facilmente intuire come fosse un’estensione del formato co-inventato e brevettato da Philips e Sony nel 1986.
Il nuovo standard, Compact Disc Interactive (o Green Book, se si vuole usare il …

giovedì 2 ottobre 2008 - 21 Commenti

 Chissà quanti nell’industria dei videogiochi hanno hanno strabuzzato gli occhi e fatto ironia quando, più di 25 anni fa, ha fatto la sua prima comparsa negli schermi dei coin-op;  e chissà quanti tutt’oggi lo fanno perché non conoscono il valore del soggetto in questione.
Molti altri hanno invece riso amaro, ad esempio Sega, quando ha visto che, mentre l’icona scelta per rappresentare il marchio colava a picco con lei stessa, il Mario internazionale continuava e continua tutt’ora a vendere a pieno ritmo.
200 milioni di unità vendute in tutto il mondo. Lo riscrivo perché stento a crederci io stesso. Duecento milioni. Cioè è …

venerdì 26 settembre 2008 - 6 Commenti

È venerdì, il weekend si approssima e per la prima volta da forse vent’anni ho riutilizzato una cabina telefonica. Quale momento migliore per rievocare le suggestioni videoludiche adolescenziali?
Riflettevo che siamo abituati a pensare che il cuore pulsante della tecnologia batta oltreoceano, il che è vero, ma con qualche eccezione. Una di queste è Silmarils: una software house francese dal nome fortemente tolkieniano, che ha operato per una quindicina d’anni nel settore videoludico ed è poi sparita intorno al 2000, senza lasciar traccia nemmeno sul Web Archive.
Fondata nel 1987 dai fratelli …

giovedì 25 settembre 2008 - 13 Commenti

Un paio di settimane fa ci siamo occupati del fenomeno del “limited edition” e di quanto il mercato, sia in termini di domanda che di offerta, abbia cominciato ad apprezzarlo sempre di più.
Ma c’è un altro aspetto, altrettanto affascinante, che mette in relazione il retrogaming con il puro collezionismo.
La passione per “l’antico”, il gioco polveroso magari compagno dei pomeriggi della nostra infanzia o adolescenza, si lega di frequente al puro piacere del possesso, del titolo da sfoggiare (soprattutto in tempi come quelli odierni, pervasi dalla Rete) perché molto raro.
Con i prototipi, ovvero quei prodotti mai rilasciati sul mercato perché bocciati o diventati obsoleti già nel momento in cui dovevano essere commercializzati, il legame viene spinto fino all’estremo.
Forse ve ne ricorderete sommariamente ma, in realtà, avevamo già trattato l’argomento seppur da una diversa …

giovedì 18 settembre 2008 - 9 Commenti

Siamo abituati ormai a sentire la solita nenia su quanto i videogiochi facciano male, su quanto siano pericolosi per i giovani e poco formativi nei loro confronti, ascrivendo il fenomeno ed il consumo, tipicamente da chi non sa di cosa parla, ai soli bambini e adolescenti.
Il mercato invece è cambiato, le tendenze sono quelle di attrarre un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo, con una forbice che va dai 7-8 anni alla “terza età”, basti pensare alle politiche Nintendo con alcuni giochi di training per il DS.
Ed è inutile fare finta che la …