Nostalgia Informatica
venerdì 8 ottobre 2010 - 6 Commenti
Memex e l’Hypertext

Il Web è basato su un meccanismo tanto semplice quanto efficace: l’ipertesto.
In pratica si hanno un insieme di documenti legati tra loro sulla base di parole chiave che permettono di leggerli in modo non sequenziale.
Nonostante tutti usiamo questa funzionalità in modo disinvolto, tentiamo di capire come sia maturata l’idea di base e la sua implementazione.
Il tutto inizia negli anni ’30 per merito delle ingegnose intuizioni di Vannevar Bush, scienziato americano spesosi tra il MIT e la presidenza della Carnegie Foundation. Grazie ai lavori sui calcolatori analogici, comincia a far breccia …

venerdì 1 ottobre 2010 - 21 Commenti
35 anni di Taglia/Copia e Incolla

Il “Copia e Incolla” è ormai un paradigma fondamentale nell’utilizzo dei moderni software. Tagliare, Copiare ed Incollare informazioni all’interno dello stesso applicativo, ma anche tra applicativi diversi, ci aiuta enormemente nel lavoro quotidiano.
Ma quando è nata l’idea del Cut&Paste? E, soprattutto, chi c’è dietro una delle più comuni azioni degli utenti?
Vediamo di rispondere a queste domande facendo un salto indietro di 35 anni per incontrare Larry Tesler e Tim Mott, co-inventori di tale paradigma.

Tesler e Mott
Il nostro viaggio ha inizio nei primi anni ’70 quando Xerox (e chi altri …

venerdì 24 settembre 2010 - 15 Commenti
Clippy the Paperclip

Diciamoci la verità: se non fosse costato troppo distruggere il monitor, credo che molti di noi si sarebbero tolti lo sfizio di scagliare la tastiera contro Clippy e soci, gli Assistenti di Office, dotati della capacità di apparire nei momenti meno desiderati e di porre la fantomatica domanda: “Would you like help?”, ovvero: “Hai bisogno d’aiuto?”

Clippy the Paperclip

Ma gli Office Assistant, erano in realtà un piccolo gioiello software, connubio tra tecnologico e sociologia.
Per capire cosa realmente si celava dietro quella goffa graffetta, che ha accompagnato esplicitamente Office fino alla release …

venerdì 17 settembre 2010 - 29 Commenti
Settembre 2010 versione B

Come tutti i giorni mi reco in ufficio, accendo il mio fidato computer e comincio a lavorare. Tutto in regola: GEM risponde che è una meraviglia e Netscape annuncia la disponibilità di un nuovo aggiornamento. Leggo la mail con Mailer e, dopo il primo briefing giornaliero, apro il mio fidato WordPerfect per scrivere il documento di progetto relativo al nuovo prodotto, creando una serie di tabelle con Lotus 1-2-3.
No, non sono impazzito, è solo uno dei plausibili scenari in cui ci troveremmo oggi se Microsoft non fosse il gigante che …

mercoledì 15 settembre 2010 - 58 Commenti
Computer: semplificazione o controllo assoluto?

Quella dell’informatica è – anche – la storia di una progressiva semplificazione. Molta della potenza elaborativa maturata dai computer nel corso degli ultimi 30 anni è stata spesa per la gestione di tecnologie non strettamente funzionali all’operatività della macchina. Tecnologie il cui unico scopo era ed è quello di rendere l’uso del computer più semplice ed intuitivo.
Se negli anni ’70 l’interazione con la macchina richiedeva ancora un accesso a basso livello sull’hardware, già negli anni ’80 BIOS e DOS fornivano le funzionalità essenziali per consentire all’utente di concentrarsi sull’esecuzione …

venerdì 10 settembre 2010 - 47 Commenti
Un pezzo d’Italia nei Microprocessori

Siamo abituati ad attribuire le grandi innovazioni del settore informatico ad aziende e a tecnici statunitensi, così come quelle elettroniche alle geniali menti del Sol Levante.
Purtroppo in questo walzer tra un lato e l’altro del globo, l’Italia è quasi sempre un semplice  spettatore che fatica a tenere il passo e a captare le nuove opportunità.
Eppure proprio un italiano ha accesso la fiamma che scalda il cuore dei nostri computer, il microprocessore. Si tratta di Federico Faggin, vicentino doc, laureatosi in Fisica all’università di Padova nel 1965.

Prima di raggiungere l’obiettivo accademico, …

mercoledì 8 settembre 2010 - 12 Commenti
Vecchi e nuovi “hacker” VS mondo “fisico”

Realtà parallela e terra di nessuno: con queste formule abbiamo definito nella scorsa puntata la concezione della rete ai tempi delle prime BBS. In effetti, rispetto alla tecnologia “disconnessa”, fatta di lavoro e passione individuale su HW e SW, di riunioni fra amatori – come quelle dell’Homebrew Computer Club – il contesto subisce una radicale virata.
Le relazioni di gruppo mutano, le comunità si fanno virtuali, il concetto stesso di identità si altera, declinandosi in nuovi contesti di socializzazione. Il confine fra materiale e immateriale si fa labile: a quale dimensione …

venerdì 3 settembre 2010 - 16 Commenti
Vecchi hacker VS mondo fisico

Se ci fermiamo un attimo a pensare, ci rendiamo conto che oggi la nostra vita sarebbe radicalmente diversa senza i computer e le decine di altri disposivi elettronici da cui dipendiamo, per motivi personali o lavorativi. Fuori dalla rete ci sentiremmo poi come pesci senz’acqua, disconnessi dalle community a cui apparteniamo, senza più amici o nemici virtuali, senza flame o notizie da leggere in tempo reale, senza spazi dove scrivere quel che ci passa per la testa.
Eppure esisteva un tempo, e molti di noi lo ricordano, in cui per tutto …

mercoledì 1 settembre 2010 - 59 Commenti
È tornato (lo zombie di) Amiga

Perdonatemi la vena polemica ma sono diventato molto insofferente verso il puntuale ripetersi di queste “operazioni memoria” da quattro soldi – il cui ultimo risultato è il pietoso PC-64.
Questa volta tocca ad Amiga e l’annuncio è ha il tono dell’evento epocale:
The legacy of the Commodore and Amiga trademark brand, reunited once again after so many years […]
Roba grossa insomma, da far impallidire il ritrorno di Roger Waters nei Pink Floyd. Peccato che sia tutta fuffa, vuota nostalgia pallonara da PR di quarta categoria.
L’unico momento in cui il marchio Commodore e …

venerdì 20 agosto 2010 - 23 Commenti
Quando i Megabyte erano preziosi…

Pubblichiamo un guest post di Felice Pescatore
“Salve… vorrei un computer…” “E’ assolutamente nel posto giusto… le posso consigliare questo nuovissimo sistema con ben 1 TB di disco rigido per tutte le sue foto, i suoi video, ecc…ecc….”
Quello brevemente sintetizzato è uno dei presunti consigli che un classico addetto alla vendita di computer,  giornalmente,  dispensa a chi si appresta ad acquistare l’ultima meraviglia informatica. Ma fermiamoci un attimo: 1 TB, mille miliardi di byte… eppure lo spazio non ci basta mai. Siamo diventati disordinati e i nostri dischi pullulano di dati …