Pensieri da Coder
mercoledì 9 maggio 2012 - 21 Commenti
Le API (e il codice) “so piezz ‘e core”?

Mi ha fatto molto riflettere un recente pezzo di un’antica e prestigiosa rivista dell’IT, Dr. Dobb’s, sulla querelle che vede impegnati Oracle e Google in merito a Java.
Riguardo ai (pochi, in verità) pezzi di codice Java che sono finiti nel sorgente di Dalvik, credo che non ci sia tanto da aggiungere: copiare codice è reato, perché giustamente le proprietà intellettuali sono tutelate dalla legge.
Da programmatore un appunto sento ugualmente di farlo, perché penso sia capitato un po’ a tutti quelli che sviluppano di scrivere lo stesso codice per lo stesso …

venerdì 4 maggio 2012 - 5 Commenti
Charles Simonyi, dall’Ungheria ai laboratori Xerox

Questa settimana inauguriamo una serie di post dedicati a Charles Simonyi, il “papà” di Microsoft Office, la suite che domina incontrastata il settore da oltre 15anni.
Ma a differenza della suite di BigM, Simonyi non è un personaggio particolarmente noto, motivo per cui noi di AppuntiDigitali cercheremo di raccontarne la storia, ripercorrendo i momenti salienti che lo hanno portato ad essere uno degli informatici più importanti degli ultimi 30anni.
Dall’Ungheria ai laboratori Xerox
“Prendere le distanze”, si racchiude in queste poche parole la filosofia che ha accompagnato l’intera vita professionale di Charles Simonyi …

giovedì 3 maggio 2012 - 13 Commenti
Dalla leva al gesto. Riflessioni su controlli e concept

Un recente articolo di Alessio Di Domizio ha riportato alla mente un argomento che avevo pensato di trattare tempo fa: joypad vs joystick.
Avendo passato una parte consistente della mia carriera da videogiocatore, dall’infanzia alla maturità, prima nei bar (pochi, molto rari, quelli che, fra il ’75 e il ’76 mettevano a disposizione un cabinato) e poi nelle sale giochi, non nascondo di essere stato, e sono tuttora, un fervido sostenitore della “leva” quale strumento di input preferenziale.
Sarà una questione di abitudine o puramente affettiva, ma continuo a trovarlo molto comodo …

giovedì 26 aprile 2012 - 65 Commenti
AmigaOne X1000 proiettato verso il futuro: supporto a seriali e PATA

Non è uno scherzo. Il primo aprile è passato da un pezzo, ma quei bontemponi di Hyperion continuano a lavorare rilasciando (col contagocce) aggiornamenti ad AmigaOS 4.1, e sfornando autentiche perle di ingegneria, come i recentissimi driver per le seriali (sì, le famose RS232) e le periferiche PATA del neonato AmigaOne X1000.
Si sentiva proprio la mancanza del supporto a tecnologia così all’avanguardia, sicuramente indispensabile ai giorni nostri: è ben noto, infatti, il vastissimo impiego di codesti aggeggi, che trovano ancora oggi la loro ragion d’essere… da qualche parte, nell’immaginario collettivo, …

giovedì 12 aprile 2012 - 50 Commenti
Quanto vale un’ideologia nel mondo reale?

Ha fatto scalpore, il mese scorso, la notizia che Mozilla ha deciso di includere finalmente il codec per il formato H.264 per i video, verso il quale in precedenza aveva mostrato assoluta avversione.
Vengono così infranti i principi, di cui s’è fatta da sempre portabandiera, di non supportare standard chiusi / proprietari. Una svolta storica, certamente amara, dolorosa, e presa dopo lunghe e attente riflessioni.
Al momento la sua iniziativa riguarda esclusivamente l’ambito mobile, quello cioè in fortissima espansione e per il quale fattori come efficienza / qualità dei dati, ma non …

mercoledì 4 aprile 2012 - 68 Commenti
AmigaOne X1000: ritardi, costi elevati, scarso supporto, e pessime prestazioni

E’ passato ben più di un anno dalla scrittura dell’articolo sull’AmigaOne X1000, il computer che avrebbe dovuto segnare il rilancio, se non il riscatto, della piattaforma Amiga PowerPC basata su AmigaOS 4 (l’erede ufficiale di AmigaOS).
Qualche mese fa, a fine ottobre, ne è stato messo a disposizione un primo lotto al pubblico, dopo che alcuni modelli erano già finiti fra le mani degli sviluppatori che li avevano preordinati per effettuare sviluppo e beta testing.
Questi modelli sono andati subito esauriti, ma non sono trapelate informazioni sul numero di pezzi che era …

mercoledì 28 marzo 2012 - 30 Commenti
Commodore è tornata… solo per incassare

E’ un marchio che non ha certo bisogno di presentazioni, che ha fatto la storia dell’informatica “di massa” (e non solo), e di cui abbiamo già parlato parecchio su queste pagine.
Da qualche tempo è tornata alla ribalta con la presentazione del C64x, un PC con CPU di fascia alta infilato in un case modellato su quello dell’illustrissimo predecessore, presentato all’esorbitante prezzo di 1500$, che di recente ha lasciato il passo a un modello più economico (“soltanto” 1300$) basato però su una CPU ben più scarsa (un Atom al posto di …

mercoledì 21 marzo 2012 - 22 Commenti
Icaros e AROS sempre più maturi e… apprezzati

In queste pagine sono stati riversati fiumi di inchiostro virtuale su Amiga, e non credo di sbagliare se affermo che rimane uno degli argomenti più apprezzati, e di cui mai si stancherebbe di parlare e di leggere, perché a distanza di 25 anni questa piattaforma rimane ancora nel cuore di tantissimi appassionati che hanno vissuto un’autentica epoca d’oro dell’informatica domestica.
Sebbene informalmente, AROS (di cui abbiamo già parlato tempo fa) fa parte di questa lunga storia, in qualità di sistema operativo “alternativo” ad AmigaOS (una sua completa riscrittura open source, nelle …

mercoledì 14 marzo 2012 - 7 Commenti
Casi frequenti, limiti, e compromessi per una macchina virtuale (e non solo)

L’esperienza che ho maturato in trenta, lunghi, anni di programmazione si potrebbe racchiudere nella seguente massima: “32 bits ought to be enough for anybody“, parafrasando una massima che viene erroneamente attribuita a Bill Gates.
La stessa frase la si potrebbe riscrivere, senza alterarne il significato, cambiando 32 con 8 all’epoca d’oro dei microprocessori a 8 bit, con 16 per l’era dei 16 bit, e… con 64 visto che siamo già entrati in quella dei 64 bit (di macchine a 128 bit non credo che ne parlerò).
Tutto ciò ha senso perché i …

mercoledì 7 marzo 2012 - 4 Commenti
Una nuova rappresentazione per gli interi lunghi di Python

Gli interi sono il tipo di dato più diffuso nel campo della computazione, per cui è normale che vi si dedichi più attenzione e risorse cercando di ottimizzarne il più possibile l’uso.
Python non fa eccezione nel discorso generale, ma purtroppo abbiamo visto nella serie di articoli precedenti che a partire dalla versione 3 è sparita la rappresentazione più veloce (gli interi “corti”) a favore dell’unico tipo di dato intero che fa capo ai long (interi “lunghi”).
Questo ha portato a una generale perdita di prestazioni, specialmente alla luce del complesso meccanismo che …