Pensieri da Coder
mercoledì 5 maggio 2010 - 54 Commenti
L’Amiga rivive in Minimig

Il fallimento della Commodore nel 1994 penso sia stato uno dei più brutti colpi che un fanatico pseudoreligioso potesse subire. E’ un po’ come se il totem di fronte al quale abitualmente ci si reca a pregare per trarre forza venisse improvvisamente colpito da un fulmine e incenerito, rimanendo inebetiti ripetendo il mantra “non può essere! Non può essere successo proprio a lui!”
Certo, ci sono poi state delle successive acquisizioni della casa, Escom in primis, con grandiosi progetti sventolati ai quattro venti (ricordo ancora quell’IPISA ’94 a tal proposito), ma …

mercoledì 28 aprile 2010 - 53 Commenti
Oracle riaccende la guerra dei formati

Che la politica di Oracle sia decisamente diversa da quella di Sun, penso sia fuori discussione e ormai l’avranno capito tutti. D’altra parte da un’azienda votata al lucro cosa ci si dovrebbe aspettare, se non pensare principalmente ai propri interessi e, di conseguenza, a quelli degli azionisti?
Non sorprende, pertanto, l’ultima mossa della casa di Redwood, la quale sta cercando di capitalizzare in tutti i modi l’acquisizione dell’ex colosso di Santa Clara con operazioni che, a seconda di come le si veda, possono far storcere il naso o imprimere un ilare …

mercoledì 21 aprile 2010 - 75 Commenti
Il chipset tripla A per gli Amiga mai nati

La disamina dei chipset che hanno popolato queste gloriose macchine è terminata con l’articolo che ha discusso dell’AGA , ma una menzione merita sicuramente l‘Amiga Advanced Architecture (AAA), prodotto che ancora oggi fa sognare milioni di amighisti e che, purtroppo, non ha mai visto la luce.
Questo non lo classifica come leggenda metropolitana, in quanto il chipset era sostanzialmente pronto per andare in produzione, com’è attestato da questa intervista (di cui ringrazio il lettore jpx per aver fornito il link in un commento al mio articolo sull’AGA) all’ingegnere Ed Hepler che …

mercoledì 14 aprile 2010 - 20 Commenti
Gli amici non toccano l’open source, ma finché non calpesta loro i piedi

Sembra un patto di non belligeranza da guerra fredda, ma in realtà si tratta di un accordo di mutuo aiuto fra una multinazionale e la comunità open source (intesa come “entità”; riguarda, cioè, chi opera nel settore): la prima ha degli interessi che ricadono nell’aerea FOSS, e la seconda ha tutto l’interesse a non subire sanzioni derivanti da eventuali infrazioni delle proprietà intellettuali in mano al colosso. Il tutto in un’ottica che appare tutt’altro che concorrenziale.
I brevetti, si sa, sono saldamente in mano a queste aziende, poiché dotate di enormi comparti …

mercoledì 7 aprile 2010 - 31 Commenti
La vittima illustre della dirigenza Commodore: Amiga 3000+

Come aveva già accennato Alessio Di Domizio nell’articolo sull’Amiga 3000 , alcuni dettagli tecnici di questo computer meritavano una trattazione a parte che tenesse anche conto della sua evoluzione che, purtroppo, non vide mai la luce a causa delle “brillanti” menti a cui erano affidate le redini dell’azienda.
L’Amiga 3000+ si colloca sicuramente nel mito per quanto riguarda le leggende che lo circondano ma, a differenza delle fantasie popolari, c’è ben più di un fondo di verità che gli appartiene, in quanto alcuni modelli hanno visto la luce, e uno di …

mercoledì 31 marzo 2010 - 62 Commenti
I programmatori scrivono codice per appagare se stessi o per gli utenti finali?

E’ una domanda legittima, a giudicare da questa notizia di qualche giorno fa, dove si apprende che la prossima versione di Ubuntu (Lucid Lynx, la 10.4) non includerà il famoso software di fotoritocco GIMP perché, cito testualmente, “ritenuto troppo complicato per l’utente comune” (e “ingombrante“, ma m’interessa sottolineare la precedente affermazione).
I problemi di usabilità sono un retaggio che quest’applicazione si porta dietro da parecchio tempo a causa del diverso modello adottato per la gestione dei documenti e per l’implementazione dell’interfaccia grafica in generale, rispetto ad altre applicazioni più o meno …

mercoledì 24 marzo 2010 - 35 Commenti
Advanced Graphics Architecture (AGA): l’ultimo chipset degli Amiga

Conosciuto internamente col nome in codice “Pandora“, doveva chiamarsi AA (Advanced Architecture), ma alla fine Commodore optò per aggiungere il termine “Graphics”, che in effetti denota perfettamente l’area in cui sono stati apportati i cambiamenti: esclusivamente sul fronte della grafica, e più precisamente sulla sua visualizzazione (schermo e sprite).

Al posto di Agnus (uno dei chip custom dell’Amiga) troviamo adesso Alice a gestire i 27 (prima erano 25) canali DMA e a regolare, quindi, l’accesso alla memoria, che non avviene più esclusivamente a 16 bit, ma finalmente è possibile eseguire la …

mercoledì 17 marzo 2010 - 73 Commenti
L’open source può sopravvivere senza i finanziamenti delle aziende private?

L’acquisizione di Sun da parte di Oracle ha suscitato scalpore per le dimensioni e la fama dei due colossi, ma soprattutto ha provocato parecchi mal di pancia agli affezionati della casa di Santa Clara, che in men che non si dica si sono visti colorare il sito di quel rosso tanto caro, invece, alla casa di Redwood City (anch’essa californiana).
Ovviamente la causa di questo malcontento non è la variazione cromatica, la quale rappresenta soltanto la percezione visiva e immediata che, inevitabilmente (e bruscamente), “qualcosa è cambiato”.
Il lauto pasto di Oracle …

mercoledì 10 marzo 2010 - 71 Commenti
Motorola 68060: una CPU superscalare… RISC per l’ultimo componente della famiglia

La corsa alle prestazioni e, soprattutto, ai RISC era iniziata con la precedente generazione e proseguiva per dimostrare, se ancora ce ne fosse stato bisogno, che i CISC non erano affatto spacciati, come alcuni specialisti del settore avevano, al contrario, profetizzato.
L’80486 di Intel e il 68040 di Motorola avevano mostrato che eseguire la maggior parte delle istruzioni in un solo ciclo di clock era possibile anche per questi illustri rappresentanti della macrofamiglia, ma il prossimo scoglio si presentava arduo da superare: eseguirne di più in un solo ciclo con un’ISA …

mercoledì 3 marzo 2010 - 28 Commenti
L’anello mancante: Motorola 68050

Parlare di un microprocessore in maniera non banale richiede un certo sforzo. Bisogna infatti andare a caccia di documentazione adeguata, con lo user o reference manual in qualità di prima scelta (anche se in genere si tratta di tomi di centinaia e centinaia di pagine) poiché riportano le informazioni più dettagliate sul suo funzionamento.
Ciò è tanto più difficile quanto più vecchio e/o raro è il pezzo di silicio in questione, e riuscire a trovare qualcosa di decente diventa spesso un’impresa notevole. Capita, infatti, tante volte di perder più tempo a …