Risultati della Ricerca

mercoledì 30 novembre 2011
Pubblicato da Eleonora Presani - 8 Commenti
Finalmente la prima “nuova fisica” dall’LHC

Come in tutti gli altri campi, anche in fisica ormai i media hanno assunto un potere molto elevato. Così elevato da guidare le aspettative non solo del pubblico, ma dell’intera comunità scientifica. Per questo quando si sente parlare di LHC, si pensa subito alla ricerca del famigerato Bosone di Higgs, e ci si aspetta che la scoperta avvenga da parte di uno dei due esperimenti principali, Atlas o CMS.
La fisica che si fa all’LHC, però, è ben più vasta, e questi due esperimenti non sono gli unici presenti attorno all’anello …

martedì 21 giugno 2011
Pubblicato da Eleonora Presani - 9 Commenti
Traguardo dell’LHC nel 2011

Uno dei parametri più importanti per un acceleratore di particelle, se non il più importante, è la così detta “luminosità”. La luminosità di un acceleratore rappresenta fondamentalmente il numero di collisioni al secondo che si riescono a produrre. Di conseguenza, la luminosità integrata in un certo lasso di tempo è il numero totale di collisioni avvenute in quel periodo.
Il 17 Giugno 2011, alle 10:50 di mattina, i due esperimenti principali dell’acceleratore LHC (Atlas e CMS), al CERN, hanno raggiunto un valore di luminosità integrata totale di 1 femtobar inverso. Sebbene …

lunedì 27 settembre 2010
Pubblicato da Eleonora Presani - 7 Commenti
Antipasto caldo all’LHC

È da quando ho cominciato a scrivere su questo blog che a intervalli più o meno regolari si parla dell’acceleratore di particelle di Ginevra, l’LHC. Non sono certo la sola a parlarne, e quasi tutti i giornali ci tengono informati degli avanzamenti di questa macchina. In particolare, ormai tutti sanno che lo scopo principale del Large Hadron Collider (LHC) al CERN di Ginevra è quello di rivelare per la prima volta il bosone di Higgs, la particella elementare che confermerebbe il modello standard con cui i fisici descrivono il mondo. …

lunedì 14 dicembre 2009
Pubblicato da Eleonora Presani - 33 Commenti
L’LHC ha rotto il record di energia… ma ancora niente buchi neri!

È ormai più di una settimana che l’acceleratore LHC è in funzione con due beam stabili a 450 GeV.
Ha addirittura avuto un picco a 1.18 TeV lo scorso 9 Dicembre, ovvero l’energia più alta raggiunta finora in un acceleratore di particelle, per poi tornare a 450 GeV per ottenere almeno un milione di eventi a quell’energia da analizzare.
Dovremo aspettare il 2010 per raggiungere l’energia massima dell’acceleratore, ovvero 7 TeV per ciascun fascio. Già adesso, però, possiamo dire una cosa: siamo ancora qui!
La storia degli acceleratori di particelle ci ha insegnato che …

lunedì 23 novembre 2009
Pubblicato da Eleonora Presani - 9 Commenti

Perdonate l’immagine a tutta pagina, ma devo condividere con tutti la gioia della comunità dei fisici di tutto il mondo!
Quest’immagine è tratta direttamente dal webtool della sala di controllo del CERN, e si può vedere come venerdì 20, alle 20:38 di sera, dopo una lunga giornata di lavoro, finalmente il beam, ovvero il fascio di protoni, abbia completato il suo primo giro del grande anello dell’LHC e si appresti a cominciare il secondo!
Adesso che avete visto quest’immagine, forse vorrete fare una pausa dalla lettura di questo post, e tornare qui …

lunedì 11 maggio 2009
Pubblicato da Eleonora Presani - 8 Commenti

Ginevra, 30 Aprile 2009… la 53esima e ultima sostituzione dei megneti dell’LHC, al CERN è stata completata, inserendo l’ultimo magnete nel tunnel dell’acceleratore, e mettendo la parola fine alla prima parte delle riparazioni dell’LHC dopo l’incidente di Settembre scorso che ha causato la sospensione dei lavori.
Attualmente si stanno completando le interconnessioni dei magneti nel tunnel, e si stanno installando nuovi sistemi di sicurezza per impedire che un incidente come quello dello scorso autunno possa ricapitare di nuovo. Ed è proprio dopo circa un anno, ovvero nel prossimo autunno, che l’LHC …

mercoledì 11 febbraio 2009
Pubblicato da Alessio Di Domizio - 22 Commenti

Pubblichiamo un guest post di Eleonora Presani
In questi ultimi mesi si è sentito parlare molto dl nuovo progetto dell’istituto CERN, l’LHC (Large Hadron Collider). Nuovo per modo di dire, visto che si lavora per la sua realizzazione fin dagli anni ’80, ma che solo adesso si sta avvicinando a funzionare realmente.
Ci sono stati molti altri esperimenti analoghi nel’ultimo secolo, in Germania (con DESY), Stati Uniti (FermiLab, RHIC e SLAC per citare i più noti) e Svizzera (LEP) per quanto riguarda i più famosi, ma non certo gli unici. …

lunedì 31 marzo 2008
Pubblicato da Tambu - 44 Commenti

La storia dell’evoluzione scientifico-tecnologica è alcune volte fatta di scoperte casuali, invenzioni fortuite e collegamenti mentali stranissimi che portano a idee nuove, ma molto più spesso – e con molta meno poesia – è frutto di anni di studi e collezione di dati in laboratori anonimi.
La storia della fisica subatomica fa parte della seconda specie, ma dagli studi sui mattoncini che compongono la materia si hanno poi vantaggi indiretti sulle tecnologie dei materiali. Ora tutto potrebbe finire in una aula di tribunale.

martedì 27 novembre 2012
Pubblicato da Eleonora Presani - 17 Commenti
Il Bosone di Higgs è così standard da essere noioso

Dopo l’annuncio dell’osservazione del bosone di Higgs, avvenuto lo scorso Luglio, le collaborazioni di ATLAS e CMS si sono impegnate al massimo per capire i dettagli di questa particella, confermare e migliorare la scoperta.
Il primo passo è stato pubblicare l’osservazione in una rivista con peer-review, in questo caso Physics Letters B. Ammetto che questa è una cosa che mi ha fatto particolarmente piacere perché lavoro alla Elsevier dallo scorso Maggio e Physics Letters B è una delle riviste di cui sono responsabile. Con l’aiuto dei rappresentanti delle due collaborazioni, dopo …

martedì 16 ottobre 2012
Pubblicato da Eleonora Presani - 7 Commenti
Nobel per la fisica 2012: una sorpresa?

Quest’anno il Nobel per la fisica è stato assegnato a Serge Haroche e David J. Wineland, per i loro studi relativi all’interazione tra luce e materia. Per alcuni la decisione di quest’anno è stata una sorpresa. Mi hanno domandato in molti come mai non è stata premiata la scoperta del bosone di Higgs (che ricordiamo è stata annunciata il 4 Luglio 2012).
Prima di parlare del Nobel di quest’anno, quindi, vorrei spendere qualche parola per spiegare perché non è affatto una sorpresa, e il Nobel non avrebbe mai potuto essere assegnato alla …