windows
venerdì 12 luglio 2013 - 5 Commenti
Elixir Desktop, Xerox sbarca sui PC

Ormai è noto che l’affinamento della metafora del Desktop nel mondo informatico e la sua prima implementazione concreta su un calcolatore digitale si deve allo storico XEROX PARC e al suo Team di innovatori.
In realtà lo scarso successo di Alto, prima, e Star, dopo, unitamente al successo delle soluzioni Apple, hanno del tutto gettato nell’oblio la GUI realizzata al PARC.
E’ interessante, a tal proposito, ricordare che nella seconda metà degli anni ‘80, Elixir Technology comincia a sviluppare una serie di soluzioni software pensate per la manipolazione di contenuti grafici, prima …

giovedì 31 gennaio 2013 - 28 Commenti
Windows 8: qualche problema con account e riservatezza

Qualche giorno fa mi sono deciso ad approfittare dell’offerta di Microsoft, ormai con le ore contate, aggiornando quindi i miei due PC (desktop e sub-notebook). Il processo è filato tutto liscio e sul desktop, in particolare, avevo già quasi tutto funzionante nel giro di un paio d’ore (il sub-notebook ha richiesto circa il doppio del tempo, avendo un hardware decisamente inferiore) , anche se, al solito, è rimasto qualcosa da sistemare manualmente per driver o applicazioni.
Nella fase finale dell’installazione mi era stata chiesta l’e-mail relativa all’account di Microsoft (ex Live), …

venerdì 21 dicembre 2012 - Commenta
30anni fa nasceva Micrografx, parte 2

Riprendiamo a ripercorrere la storia di Micrografx partendo dal suo momento di massimo splendore, ovvero i primi anni ‘90.
Micrografx cambia pelle
A questo punto della sua storia Micrografx è ormai una società pubblica e la board di amministrazione decide di riorganizzare la strategia e la cultura aziendale. George abbandona l’azienda (nella quale ha il ruolo di Presidente) nel 1993 e Paul, dopo circa 2 anni da CEO e una serie di trimestrali a ribasso, decide di lasciarla a sua volta nel 1996. In realtà Paul è intenzionato a fare un passo …

venerdì 14 dicembre 2012 - 4 Commenti
30anni fa nasceva Micrografx, parte 1

Nel “lontano” 1982 nasceva una società destinata a giocare un ruolo di primo piano nel mondo del software grafico per personal computer, soprattutto in ambito Windows.
La società si chiamava Micrografx e, dopo essere stata acquisita nel 2001 da Corel (trasformando il suo prodotto di maggior successo, Designer, in Corel Designer) oggi è praticamente finita nel dimenticatoio.
Tocca quindi a noi ripercorre la storia, tenendo acceso il luminio del ricordo.
La nascita di una potenza
Micrografx viene fondata da due fratelli, J. Paul e George Grayson, che cominciano a lavorare già dal 1981 (mentre …

martedì 20 novembre 2012 - 47 Commenti
Windows 8 e la quota di mercato di Windows

Qualche giorno fa è emersa su BusinessInsider un’indagine dai risultati piuttosto allarmanti per Microsoft: fra un campione di 135.000 utenti Windows intervistati, il 42%  di coloro che valutano l’acquisto di un nuovo sistema, passerebbe alla concorrenza (Apple) a fronte della nuova UI di Windows 8.
Al netto di imprecisioni, metodologie approssimative/poco rappresentative, è certo che Windows 8, con la sofferta rimozione del pulsante start, interrompa una sequenza di UI fra loro affini che inizia alla metà degli anni ’90.
Il sistema operativo maggioritario per eccellenza è dunque destinato a planare verso quote …

venerdì 19 ottobre 2012 - 35 Commenti
Hejlsberg: l’anello di congiunzione tra il Pascal e il dotNet Framework

Anders Hejlsberg è l’uomo che ha realizzato i linguaggi (e i framework) con cui tutti i programmatori si sono quasi sicuramente confrontati durante il loro percorso professionale.
 
Anders Hejlsberg
Durante gli studi universitari presso la Technical University of Denmark (1980, Lyngby), realizza  alcuni programmi per i microcomputer Nascom tra cui uno specifico compilatore Pascal, commercializzato come Blue Label Software Pascal (BLS Pascal per il Nascom-2). Il passo successivo è il porting del compilatore sui sistemi operativi CP/M e DOS, con il nome iniziale di Compas Pascal divenuto poi PolyPascal, in seno alla …

venerdì 28 settembre 2012 - 6 Commenti
Microsoft Hardware Group

Microsoft con il nuovo ecosistema Windows 8 based sembra fare decisamente sul serio: dai desktop, agli smartphone, ai servizi Cloud, ecc. nulla è lasciato al caso. Ma a catturare l’attenzione di una consistente parte dei media specializzati è soprattutto il nuovo tablet Surface.
Il nuovo prodotto hardware targato Redmond ha creato infatti non poco scompiglio e, addirittura, alcuni produttori di hardware, anche storicamente legati alla società guidata da Ballmer, non hanno lesinato attacchi e commenti poco eleganti. In particolare ci si domanda perché Microsoft voglia entrare così prepotentemente nel mondo dell’hardware …

martedì 11 settembre 2012 - 30 Commenti
Quale futuro per i grandi OEM?

Nel “lontano” 2009 mi domandavo: In tempi di Chrome OS e thin client, che fine farà l’hardware? Tre anni e passa dopo, Chrome OS è ancora più che irrilevante sul mercato ma Google, sviluppatore del primo OS mobile, ha acquisito Motorola; dal canto suo Microsoft, dopo aver abbracciato ARM ed aver stretto un accordo con Nokia, è prossima al lancio di Windows 8 ed ha annunciato Surface, il suo tablet fatto in casa, prossimo alla commercializzazione ad un prezzo pare molto aggressivo. Apple nel frattempo ha continuato a fare il …

mercoledì 29 agosto 2012 - 23 Commenti
Apple può ancora perdere: scenari futuri

Dopo aver accennato alcuni fattori che nel breve/medio termine potrebbero ribaltare le – finora fortunate – sorti di Apple, oggi vorrei occuparmi di elementi più generali e/o remoti, ma non per questo meno influenti o urgenti da affrontare.
Svilimento del brand: il marchio Apple, forse più di ogni altro nell’industria tecnologica, polarizza le opinioni. Un brand è un emblema, dietro cui si celano, senza soluzione di continuità, valori emozionali e valori razionali. Sbilanciare la mistura sui valori emozionali rischia di marginalizzare i valori razionali, quelli con cui l’utente si trova a …

martedì 28 agosto 2012 - 53 Commenti
Apple può ancora perdere: minacce immediate

Non c’è una nuvola sui cieli di Cupertino: il titolo in borsa fa faville, la vittoria su Samsung pone un sigillo sui brevetti che proteggono iPhone – la vera cash cow dell’azienda – e i lanci previsti in settembre sembrano poter dare ulteriore impulso alle vendite e al titolo. Eppure le sfide non mancano e, come per tutte le aziende al culmine del proprio successo, una lenta planata verso l’irrilevanza è di gran lunga più probabile che il prosieguo indefinito della marcia trionfale.
A fare la differenza, in una direzione o …