Nostalgia Informatica
venerdì 1 giugno 2012 - 4 Commenti
Top Comments: Flare su “Le 10 candeline di RedHat Enterprise Linux”

La scorsa settimana con il post Le 10 candeline di RedHat Enterprise Linux abbiamo parlato del primo decennio di Red Hat Linux Enterprise.
In merito alle difficoltà di Linux di trovare un sufficiente apprezzamento in ambito desktop, volevo evidenziare l’ottimo commento di “Flare”, che approfondisce il discorso e che vi riporto integralmente.
Commento di Flare
È chiaro che un sistema operativo per desktop è più complesso. Ma Torvalds dice anche (su linuxfr.org):
Of course, what’s interesting is how smartphones are slowly starting to share many of those desktop complexities. It may not be there …

venerdì 1 giugno 2012 - 13 Commenti
Retrocomputing: tre scuole di pensiero, un solo movimento

Voglio dedicare il post di questo week end alla condivisione di un’ analisi del mondo del retrocomputing in Italia che stiamo cercando di promuovere attraverso i media digitali più seguiti.
Le considerazioni che seguono sono frutto di un lavoro condiviso da alcuni dei più attivi (e noti) appassionati italiani e sono alla base del Computer History Manifesto che trovate all’indirizzo: http://www.computerhistorymanifesto.org/ e a cui vi invito ad aderire e contribuire.
Retrocomputing: tre scuole di pensiero, un solo movimento 
Il mondo del retrocomputing sta decisamente vivendo la sua primavera: blog, siti, post ed altro …

venerdì 25 maggio 2012 - 4 Commenti
Le 10 candeline di RedHat Enterprise Linux

In questi giorni RedHat sta festeggiando i primi 10 anni della propria distribuzione Enterprise.
Si tratta di un traguardo importante per tutto il mondo del software. Infatti se è vero che Linux (e le relative distribuzioni) stentano ancora a conquistare un ruolo nel mondo desktop, la situazione è decisamente diversa sul versante Enterprise e su quello Embedded.
Queste considerazioni sono avvalorate anche dalle dichiarazioni rilasciate dallo stesso Torvalds a novembre dello scorso anno:
Penso che semplicemente il settore desktop sia il più difficile con cui approcciarsi, parzialmente per ragioni tecniche. I desktop sono …

venerdì 18 maggio 2012 - 5 Commenti
Charles Simonyi, Microsoft e la passione per lo spazio

Eccoci giunti all’ultimo post sul “papà di Office”.
 
Microsoft e la passione per lo spazio
Simonyi contatta direttamente Gates, descrivendogli la propria ambizione di realizzare una serie di applicazioni sullo stile di Bravo e VisiCalc. Microsoft fino ad allora realizzava esclusivamente (o quasi) sistemi operativi e linguaggi di programmazione, ma Gates guardava già oltre e nel 1981 inviata Simonyi a spostarsi a Seattle per creare un gruppo di ricerca dedicato a nuove applicazioni Microsoft: nasce così la divisione “Application Software Group”. Pur avendo solo 33 anni, Simonyi diventa il dipendente più “anziano” …

venerdì 11 maggio 2012 - 3 Commenti
Charles Simonyi, la metaprogrammazione

Questa settimana continuiamo con la serie di post (secondo) relativo a Charles Simonyi, papà di Microsoft Office.
La Metaprogrammazione
Oltre all’intenso lavoro al PARC, Simonyi è impegnato con il proprio dottorato che lo porta ad esplorare il mondo della “meta-programmazione”. Pensata per migliorare la produttività dei programmatori, l’idea è frutto della volontà di infrangere la più famosa legge dell’ingegneria del software, la Legge di Brooks:
“L’aggiunta di manodopera [risorse] a un progetto di software in ritardo aggiunge nuovo ritardo”
La legge viene formulata da Brooks dopo aver lavorato negli anni ’60 come manager di …

venerdì 4 maggio 2012 - 5 Commenti
Charles Simonyi, dall’Ungheria ai laboratori Xerox

Questa settimana inauguriamo una serie di post dedicati a Charles Simonyi, il “papà” di Microsoft Office, la suite che domina incontrastata il settore da oltre 15anni.
Ma a differenza della suite di BigM, Simonyi non è un personaggio particolarmente noto, motivo per cui noi di AppuntiDigitali cercheremo di raccontarne la storia, ripercorrendo i momenti salienti che lo hanno portato ad essere uno degli informatici più importanti degli ultimi 30anni.
Dall’Ungheria ai laboratori Xerox
“Prendere le distanze”, si racchiude in queste poche parole la filosofia che ha accompagnato l’intera vita professionale di Charles Simonyi …

venerdì 27 aprile 2012 - 29 Commenti
Where are they now?

Probabilmente quella che ritrae i primi dipendenti Microsoft nel 1978 è una delle foto più popolari della storia informatica.

Microsoft 1978
Undici spartane persone su cui, difficilmente qualcuno avrebbe scommesso qualcosa.
La foto è stata scattata il 7 dicembre del 1978 poco prima che Microsoft, la “piccola” start-up, lasciasse Albuquerque per Seattle. Ricordiamo che Microsoft nasce ufficialmente ad Albuquerque perché Gates ed Allen si trasferirono nella città dove aveva sede la Micro Instrumentation & Telemetry Systems, Inc. (MITS) per produrre il Basic dell’Altair 8800.
Da sinistra a destra e dall’alto in basso troviamo: Steve …

venerdì 20 aprile 2012 - 11 Commenti
25 anni fa nasceva OS/2, velocità Warp… ma non troppo

Nella storia di OS/2 possiamo affermare senza ombra di dubbio che la release più significativa sia stata OS/2 3 Warp. Rilasciato ad ottobre del 1994, il nome evidenzia da un lato la passione del team di sviluppo per StarTrek (altri riferimenti erano già stati utilizzati nelle precedenti release “beta” e “candidate”), dall’altro il significativo aumento di prestazioni della nuova release che ora è in grado di offrire performance accettabili anche con “soli” 4 MB di RAM.

L’edizione iniziale è un’edizione “for windows” non contenente quindi all’interno Win-OS/2, chiaro segno del netto …

venerdì 13 aprile 2012 - 12 Commenti
25 anni fa nasceva OS/2, le prime versioni e la rottura della Joint Venture

Come accennato nel post precedente, OS/2 1.00 viene rilasciato il 2 Aprile del 1987 ed è fortemente legato al nuovo PS/2 di BigBlue. Il nuovo sistema operativo è senza Interfaccia Grafica, permettendo di avere un solo applicativo attivo (utilizzabile) per volta, mentre gli altri sono in modalità “dormiente”. Questa prima versione è a 16 bit (essendo pensata per gli i286), supporta dischi rigidi con dimensioni fino a 32Mb (file system FAT) e fornisce un supporto limitato per le DOS-Application.
Il centro di controllo del sistema è il Program Selector, una sorta di …

mercoledì 11 aprile 2012 - 7 Commenti
Jack Tramiel, la retrospettiva di AD

Cari lettori, come saprete nella giornata dell’8 aprile è venuto a mancare uno dei padri del colorito universo degli home computer degli anni ’80: Jack Tramiel, fondatore della compianta Commodore (il cui zombie continua ad aggirarsi sul mercato a trent’anni dal C64).
Non ho bisogno di ricordarvi che, come la maggioranza di coloro che hanno scritto la storia del computer negli anni ’70 e ’80, Jack Tramiel è stato un personaggio ingombrante, non privo di difetti. È stato soprattutto un caparbio democratizzatore della tecnologia informatica, che ad una scarsa visione tecnologica …