Il Gatto di Schroedinger
lunedì 14 maggio 2012 - 16 Commenti
Top Comments: Eleonora risponde a Cipo sui gravitoni

Cipo: In che modo è collegata l’osservazione di un onda gravitazionale (così grande) all’osservazione di un gravitone (così piccolo(?))?
Eleonora: Questa domanda coglie un problema fondamentale della fisica moderna. Infatti, sebbene la gravità sia compresa relativamente bene a livello macroscopico (per esempio la caduta di un grave, o il moto dei pianeti) non è ancora possibile per I fisici darvi una descrizione microscopica, a livello quantistico.
Sappiamo che la forza gravitazionale è, appunto, una forza, e in fisica abbiamo la tendenza a descrivere tutte le forze allo stesso modo, per semplicità.
Ci sono …

martedì 8 maggio 2012 - 18 Commenti
L’esplorazione di Giove tra le priorità dell’Europa

In un post dello scorso Febbraio, ho avuto modo di parlare dell’ESA Cosmic Vision, ovvero della visione dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, per i prossimi vent’anni. L’occasione di qualche mese fa era la promozione della missione Euclid, specializzata per lo studio e la misurazione dell’Energia Oscura (di cui abbiamo anche parlato qui). Euclid è considerata una missione di tipo M, media, ovvero con un massimo budget di 470 M€. Ora è venuto il momento della scelta delle missioni L, large, ovvero decisamente più costose.
È una scelta molto difficile poiché tutte le …

martedì 24 aprile 2012 - 26 Commenti
Dov’è la materia oscura?

Di che cosa è fatto l’Universo è sicuramente una delle domande principali a cui la scienza moderna sta cercando di trovare risposta. Attualmente, la teoria più accreditata vede la materia ordinaria (ovvero le particelle e gli atomi di cui siamo fatti noi e quello che ci circonda) coprire solo il 4% dell’intera massa dell’Universo. Circa il 20% sarebbe invece composto da una materia che non interagisce con la materia ordinaria se non attraverso la forza gravitazionale. Poiché questo tipo di materia non emette radiazione, viene chiamata materia oscura. Il resto …

martedì 17 aprile 2012 - 22 Commenti
La scienza e le verità assolute

Il  6 Aprile scorso è venuto a mancare, all’età di 76 anni, Fang Lizhi, noto fisico cinese, specializzato in cosmologia e professore all’Università dell’Arizona, di cui si può leggere un intenso necrologio sul NYTimes.
Sebbene il prof. Fang fosse un fisico di tutto rispetto, è soprattutto ricordato per il suo attivismo politico. Infatti, sebbene inizialmente avesse la tessera del partito comunista cinese, è in seguito diventato molto critico nei confronti del partito, fino ad essere costretto all’esilio.
Alla fine del 1986 molti studenti si stavano attivando contro il regime, tanto che nei …

martedì 3 aprile 2012 - 25 Commenti
Neutrini: messaggeri veloci come la luce! (se non di più)

In questa rubrica abbiamo parlato spesso dei neutrini: particelle leggerissime e molto elusive, ma molto affascinanti e di grande importanza per fisica moderna. In questo post ho descritto la loro importanza per lo studio dell’astrofisica e della comprensione dei fenomeni dell’Universo, mentre qui ho fatto una breve introduzione sulla natura di queste particelle.
Vi ricorderete anche che lo scorso autunno l’acceleratore di particelle Tevatron, del Fermilab di Chicago è stato spento, e il laboratorio ha concentrato le proprie forze sullo studio dei neutrini. Ed è proprio dal Fermilab che arriva questa …

martedì 27 marzo 2012 - 5 Commenti
La fisica del linguaggio con Google Books

Quelli di voi più “hard core”, che mi seguono ormai da anni, si ricorderanno forse un post che ho scritto circa un anno e mezzo fa, sul genoma letterario via google books. Quella volta era appena uscito un articolo di un gruppo di Harvard che, per la prima volta, ha utilizzato un approccio altamente quantitativo e scientifico per studiare la linguistica. L’idea che hanno avuto è molto semplice: di solito per fare studi di linguistica si prendono dei campioni letterari che vengono considerati rappresentativi di un’epoca e li si …

martedì 20 marzo 2012 - 11 Commenti
Neutrini superluminari: ICARUS smentisce la scoperta

Come avevo già accennato nei post passati, il modo migliore di controllare il famoso risultato dell’esperimento OPERA, che ha osservato i neutrini viaggiare più veloci della luce, è riprodurre la stessa osservazione. Per questo, negli ultimi mesi, moltissimi esperimenti coinvolti nello studio dei neutrini hanno cercato di riprodurre la stessa o una simile analisi. Un esperimento, però, si trova in una situazione particolarmente ottimale per cercare di riprodurre le osservazioni di OPERA: l’esperimento ICARUS, voluto e pensato dal premio Nobel Carlo Rubbia.
La ragione per cui ICARUS è in una …

martedì 13 marzo 2012 - 133 Commenti
Un anno dopo il terremoto in Giappone

Un anno dopo il terremoto e conseguente tsunami in Giappone è più facile tirare le somme sull’accaduto. L’11 Marzo 2011 il più grande terremoto che il Giappone abbia mai dovuto subire ha messo in ginocchio l’intero paese. Sappiamo che il territorio nipponico non è certo nuovo ai terremoti, che anzi accadono quasi giornalmente. È però veramente raro che l’intensità raggiunga i livelli delle scosse dello scorso anno. Per vederlo coi propri occhi è sufficiente osservare questo video che riporta tutti i terremoti in Giappone durante il 2011 (attorno al secondo …

lunedì 27 febbraio 2012 - 37 Commenti
Quando le notizie volano più veloci dei neutrini

Certo ricorderemo tutti la notizia dello scorso Settembre, quando la collaborazione di Opera (o almeno parte di essa) ha firmato un articolo apparso su ArXiv, successivamente spiegato nei dettagli da Dario Autiero durante un seminario al CERN. Articoli su ArXiv appaiono a decine ogni giorno, ma il pubblico raramente ne segue le sorti. In questo caso, invece, le cose sono andate diversamente, a causa delle potenziali conseguenze della scoperta annunciata. Se fosse vero, infatti, che i neutrini possono viaggiare più velocemente della luce, molte delle leggi fondamentali della fisica moderna …

lunedì 20 febbraio 2012 - 2 Commenti
Arte, Scienza o tutt’e due?

Il confine tra arte e scienza non è mai stato particolarmente chiaro e definito: pensiamo a Leonardo e ai suoi studi sull’uomo, sulle macchine volanti e altri macchinari, sempre accompagnati da dettagliatissimi disegni di grande valore artistico. Anche oggi come allora, la visualizzazione della scienza e della tecnologia è il modo migliore per comprenderla e per studiarla. Per questo, la famosa rivista Science, in collaborazione con la “National Science Fundation” organizzano un gara per la miglior visualizzazione artistica di un fenomeno scientifico, chiamata “International Science & Engineering Visualization Challenge“.
L’idea è …