Simone Serra

Simone Serra

Nato nel 1980 ad Iglesias, una graziosa cittadina del sud-ovest della Sardegna, svolgo i miei studi nella stessa città natale. Dopo il diploma in informatica i miei studi universitari si sono orientati verso l’Ingegneria Meccanica, con interessi iniziali verso la robotica e l’automazione che sono presto mutati verso il settore “Energia” quando ho avuto l’occasione di esplorare il mondo della fluidodinamica e termodinamica, “amori” che hanno poi indirizzato il resto del mio percorso di studi, senza mai dimenticare l’amore per la programmazione in linguaggio C.

Mi sono laureato nel 2002 con una tesi sperimentale su un ventilatore industriale ed ho conseguito la specialistica nel 2005 dopo la discussione di una tesi incentrata sullo sviluppo di un codice per la simulazione dei motori a combustione interna.

Successivamente ho svolto un Dottorato di Ricerca presso l’Università di Cagliari, durante il quale ho soggiornata per un periodo di circa un anno come “visiting researcher” presso l’Università Tecnica di Lund in Svezia occupandomi principalmente di sperimentazione su motori a Combustione Interna a basse emissioni operanti secondo il concetto HCCI/PPC (Low Temperature Combustion).

Al termine del dottorato ho continuato a svolgere attività di ricerca come assegnista di ricerca dell’Università di Cagliari, svolgendo l’attività sperimentale presso l’Istituto Motori del CNR con sede a Napoli. Le ricerche, durate due anni, hanno riguardato lo studio sperimentale di motori Diesel stradali operanti in condizioni di Low Temperature Combustion con vari combustibili, oltre ad avere svolto attività sperimentale e numerica su un moderno motore Diesel veloce per applicazioni marine.

Successivamente mi sono occupato, sempre presso l’Istituto Motori del CNR, di Micro-Cogenerazione mediante l’impiego di motori diesel automobilistici convertiti a metano, attività svolta per un anno sino a metà settembre 2013 quando ho iniziato a lavorare presso il JRC – Joint Research Center della Comunità Europea (conosciuto anche come CCR – Centro Comune di Ricerca), dove svolgo attività di supporto allo sviluppo delle nuove procedure internazionali per il test degli autoveicoli (WLTP – Worldwide armonized Light-duty Procedure)