di  -  giovedì 21 febbraio 2008

acquistare tecnologia Da diverso tempo ormai non è facile stabilire se le aziende di tecnologia annuncino con larghissimo anticipo prodotti che sono ancora di là da venire, o se addirittura non arrivino a ritardare di proposito l’uscita di alcuni prodotti per creare la giusta tensione, il desiderio quasi morboso in quella schiera sempre più nutrita di cosiddetti early adopters.

Tranquilli, nessuna predica, nessun saggio invito alla ponderatezza; come potrei, dopo aver ceduto alla tentazione di acquistare un Eeepc poco più di una decina di giorni dalla sua uscita. Ma non tragga in inganno questo dato, non definirei il mio un acquisto d’impulso, visto che sapevo praticamente tutto di quella macchina già tre mesi prima che uscisse.
Qualcosa di simile potrebbe accadere ai fan della HP, che secondo recenti rumors, appunto, starebbe per lanciare sul mercato un modello di ultra-portatile, il 2133.

Sappiamo già tutti quello che succederà, nelle prossime ore e nei prossimi giorni: ogni volta in cui l’attenzione sembrerà diminuire, saranno svelati nuovi dettagli che esalteranno gli estimatori, fino al momento della effettiva uscita del prodotto sul mercato.

L’atteggiamento opposto, da parte del consumatore, consiste nell’attendere sempre il modello successivo, rinviando di volta in volta l’acquisto, perché si sa, non appena un prodotto diviene disponibile, subito ne viene annunciato un altro, con qualche caratteristica che lo rende unico, più performante.

Esiste un comportamento equilibrato nel processo di acquisto di prodotti tecnologici, o è connaturato a questo particolare settore, la febbre da novità?
La tecnologia dà dipendenza all’acquisto?

[photo credit: ugaldew]

6 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    telemaco@telemac0.net
     scrive: 

    La “Narcosi di Narciso”, la definisce De Kerckhove; essendo le psicotecnologie per (sua) definizione quelle tecnologie che estendono, come protesi, le nostre capacità cognitive, sono vissute come parte del nostro corpo; e andare alla ricerca di quella più nuova, performante, e alla fine dei conti “figa” è la diretta conseguenza del percepirle come nostra estensione.

    Aggiungo io: anche gli occhiali sono una psicotecnologia, in quanto estendono una mia capacità (in questo caso, di natura limitata) cognitiva (in questo caso percettiva); e anche per gli occhiali, che fanno parte di me, tendo a scegliere non solo il modello più funzionale. Credo che sia fisiologico nel momento in cui si comincia a percepire il determinato artefatto tecnologico come parte di sè.

  • # 2
    Tambu
     scrive: 

    la tecnologia probabilmente dà dipendenza di acquisto, o almeno io ne sono affetto. Il problema sono i soldi :)

  • # 3
    Lanfi
     scrive: 

    Ma riguardo al HP 2133 non si sa niente XD?

  • # 4
    Markingegno (Autore del post)
     scrive: 

    @Lanfi – come dire, parliamo di cose serie!
    :)

    Hai letto l’update presente nell’articolo di HWU linkato nel post?
    “…architettura Intel Centrino – cpu a 45nm Penryn – e il prezzo dovrebbe essere fissato a $630.00. La disponibilità del prodotto è stimata per il prossimo mese di Aprile.”

  • # 5
    Morph di Nokia: quanto vale un concept? - Appunti Digitali
     scrive: 

    […] Il mercato della telefonia mobile è estremamente dinamico e competitivo, nuovi modelli si inseguono sul mercato, producendo una continua corsa al rialzo delle prestazioni, delle aspettative, e del desiderio nei golosi di tecnologia. […]

  • # 6
    Pensavi di essere un simpatico geek? - Appunti Digitali
     scrive: 

    […] tempo fa ci siamo chiesti se esista, in alcuni casi, un rapporto di dipendenza dalla tecnologia nei cosiddetti early adopters, ovvero quella fascia di consumatori che si lanciano a capofitto […]

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.