di  -  lunedì 11 febbraio 2008

Yahoo!Sarà ufficializzato soltanto durante la giornata di oggi con una lettera formale, ma tutti gli organi di informazione statunitensi ne parlano e lo danno per certo: Yahoo non si farà comprare da Microsoft per 44,6 miliardi di dollari.

 

Nei giorni scorsi giravano moltissime voci e ipotesi, alcune attendibili altre vaghe e fantasiose, sulle possibili alternative all’cquisizione da parte di Microsoft per salvare Yahoo dal dissesto finanziario, ma nessuna di queste ha avuto conferma. Per il momento gli accordi commerciali con Google restano solo proposte, e nessun a delle aziende che si sospettava volessero fare concorrenza a Microsoft nella scalata si è fatta avanti. La motivazione ufficiale del rifiuto quindi sarà molto più semplice: Yahoo vale molto di più di quanto Microsoft ha offerto.

 

Il Wall Street Journal nei giorni scorsi affermava con sicurezza che Microsoft avrebbe dovuto rilanciare, per arrivare almeno a 36 dollari per azione, contro i 31 dell’offerta rifiutata e sono in molti a scommettere che Microsoft rilancerà.
Da quando è stata annunciata l’offerta pubblica di acquisto, speranze e preoccupazioni da parte di investitori ed aziende hanno fatto ballare i titoli tecnogici di mezzo mondo e proprio Microsoft è stata una delle società a rimetterci di più con un -10% sul valore delle proprie azioni.
Quello annunciato oggi è un bello scotto per Microsoft, ma come sappiamo a Redmond non mollano la preda tanto facilmente, c’è da aspettarsi quindi che questa storia prosegua con nuovi capitoli.

2 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Alessio Di Domizio
     scrive: 

    Gli azionisti sono già sul piede di guerra…

  • # 2
    Caso Yahoo: un “no” costato caro a tanti - Appunti Digitali
     scrive: 

    […] la scorsa settimana ha ufficialmente rifiutato l’offerta della Microsoft (44,6 miliardi di dollari) per l’acquisto della compagnia in crisi finanziaria. Mentre […]

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.