di  -  martedì 12 febbraio 2008

CURTAHo rivisto da poco un video sul funzionamento della CURTA; come non rimanere affascinati da questo pezzo di storia tecnologica?

La CURTA è stata la prima calcolatrice tascabile della storia. Con una forma che ricorda quella di un macinino per il pepe o per il caffè, è di piccole dimensioni, completamente meccanica, compatta, manuale e non richiede l’uso di batterie (funziona anche sott’acqua). Precisissima e tecnologicamente avanzata, in grado di compiere, con il solo movimento di una manovella, operazioni semplici come l’addizione, la sottrazione, la moltiplicazione e la divisione o complesse come l’estrazione della radice.

Messa sul mercato nel 1948, subito dopo la guerra, fu inventata dall’ingegnere meccanico Curt Herzstark durante la sua prigionia nel campo di concentramento di Buchenwald. Costruita e distribuita dall’azienda Contina Ltd Mauren con sede nel Liechtenstein, la CURTA viene considerata come la migliore calcolatrice portatile disponibile in commercio fino all’avvento delle calcolatrici elettroniche, negli anni ’70. Tra gli anni ’60 e ’80 il “macina pepe” fu largamente utilizzato anche nel mondo dei rally, dove continuò ad essere impiegato anche dopo l’avvento dell’elettronica grazie alle sue caratteristiche di robustezza e affidabilità.

Utilizzare la CURTA non è cosa semplice, i numeri vengono inseriti utilizzando alcuni cursori mobili sui lati del corpo cilindrico principale e il risultato appare sulla parte superiore dove è anche presente la maniglia di azionamento, un “contagiri” e un anello per azzerare lo strumento (Clean). Se volete fare un po’ di pratica, online si può trovare un bel simulatore.

Inoltre esistono molti web site di appassionati CURTA ed è possibile acquistare questo affascinante pezzo di antiquariato tecnologico anche su ebay.

5 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    Enrico
     scrive: 

    bellissima! Ho sempre subito il fascino della computazione meccanica. Ricordo ancora quando avevo 5 o 6 anni e ancora negli uffici delle aziende venivano talvolta usate le calcolatrici meccaniche.
    Non avrei mai pensato di vederne una tascabile, è geniale!

  • # 2
    TERREMOTO-xboxforum
     scrive: 

    Davvero incredibile!!!!

    ””’Certo che se funzionava anche da macinapepe allora si che entrava nella leggenda”” LOL

    …saluti a tutti

  • # 3
    Enrico
     scrive: 

    stavo quasi valutando di comprarne una contando sul fatto che il retrocomputing di solito si trova a buon mercato, guardate invece quanto sono disposti ad offrire per quest’oggetto!

  • # 4
    Tudhalyas
     scrive: 

    Curt Herzstark è semplicemente un genio!!!

  • # 5
    Ryo Saeba
     scrive: 

    Pensavo anch’io di comprarne una prima di vedere il prezzo! Possibile che non ci sia nessuno che le produce ancora? Credevo costasse 10-15 euro, non 350-400!!!

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.