di  -  giovedì 31 gennaio 2008

cpu_via_isaiah.jpgI prodotti di nicchia, realizzati per specifici target, quando prendono anche te nel mirino, riescono a darti quella soddisfazione che si ha dopo aver acquistato un vestito che ti è stato cucito addosso.

 

Per questo tengo d’occhio VIA, famosa per i chipset, meno per le CPU a basso consumo. In questi giorni sta montando l’hype per il nuovo processore VIA Isaiah, che stando ai primi contatti della stampa internazionale potrebbe avere le carte in regola, non solo per estendere il dominio delle nicchie dell’ultramobile e dei media-center fanless, ma anche per uscirne ed andare a infastidire la concorrenza in segmenti di mercato come quelli dei notebook e subnotebook e degli home server, non disdegnando nemmeno l’esperienza videoludica.

 

Attualmente il processore di punta della casa taiwanese è il C7, che vanta consumi ridotti (al massimo 25 watt a pieno carico alla frequenza di 1.5 Ghz) ma le prestazioni, pur accettabili per gli ambiti a cui è destinato, sono tutt’altro che esaltanti.

 

Isaiah rappresenta un gran passo avanti, e non potrebbe essere che così, visto che il mercato delle CPU ad alta efficienza è in forte crescita e anche i colossi Intel e AMD stanno mostrando un crescente interesse per questo segmento. Secondo VIA, Isaiah ha prestazioni da 2 a 4 volte superiori rispetto al C7, mentre il TDP è addirittura sceso a 20W (5 in meno rispetto al C7). Quelli di Hardocp hanno potuto vedere in funzione questa CPU e riferiscono che ad una frequenza di 1.8 Ghz, e ribadisco il TDP di 20W, riesce a far girare un gioco ghiotto di potenza elaborativa come Crysis.

 

Il processore ha un solo core conforme allo standard x86 a 64 bit ed è realizzato con tecnologia a 65 nm; supporta le istruzioni SSE3 e successivamente al lancio sarà aggiunto il supporto alle SSE4. Con 128kb di cache L1 e 1 Mb L2, in tutto i transistor sono 94 milioni, 93 dei quali sono pronti a spegnersi per risparmiare energia quando il sistema è in idle.
Sarà messo in commercio con frequenza che andranno da 1 Ghz a 2 Ghz e con tensioni di funzionamento che vanno da meno di un volt a 1,15. Le sue dimensioni non superano i 60 mm^2, rendendolo così adattabile agli spazi angusti di PDA e smartphone, in modo tale che la sua notevole potenza di calcolo possa finire fin dentro le nostre tasche.

 

Isaiah arriverà in primavera, ma ancora non ci è dato conoscere il prezzo.

2 Commenti »

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.

  • # 1
    David
     scrive: 

    Potrebbe essere il punto di partenza per un MediaCenter silenzioso capace di mandarmi un segnale almeno 720p? Magari associato ad una scheda video integrata (con uscita Hdmi)… sto sognando o è una cosa fattibile?

  • # 2
    Enrico (Autore del post)
     scrive: 

    Nelle dimostrazioni che VIA ha effettuato fin’ora, Isaiah ha dimostrato di poter riprodurre film ad alta risoluzione su supporti blu ray senza fatica. Sicuramente non mancheranno in futuro media center pronti per l’alta definizione basati su questa CPU.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.