di  -  lunedì 21 dicembre 2009

Alcuni cambiamenti avvengono in maniera quasi impercettibile, se non ci si ferma un attimo a riflettere, eppure spesso sono proprio questi cambiamenti quelli più significativi per un settore e talvolta per l’intera società, perché si radicano inconsapevolmente, divenendo la norma, il corso naturale delle cose.

E’ il caso di Internet, di come si stia evolvendo verso una fruizione sempre più orientata al real time. Dall’email siamo passati all’instant messaging, e dietro la porta si affaccia Google Wave, che potrebbe essere una sintesi delle due cose, tanto per fare un esempio.

Facebook, Twitter, Friendfeed, nell’ordine di come si sono presentati alla blogosfera, con il corto circuito generato dal primo che acquista il terzo, ed in qualche modo si riallinea, grazie alla propria capacità di aggiornamento, sempre nella direzione del real time, del lifestreaming.

Da poco Google ha lanciato la ricerca in tempo reale, che riporta anche i tweet e le informazioni recentissime disponibili nei social network.

Non finisce qui, il fenomeno mobile, per anni e anni annunciato e sempre rinviato, prende infine forma. La rivoluzione netbook prima e Iphone poi, improvvisamente rendono tascabile ampia parte delle funzioni e dei servizi che solo fino a ieri erano legati alla potenza di calcolo di macchine più ingombranti.

Cloud computing da un lato, nuovi hardware dall’altro. Non ce ne rendiamo conto, se non ci fermiamo a guardarci indietro, anche solo pochi mesi fa, la Rete non permeava le nostre vite anche in tempo reale. Domani, questo sarà un fatto del tutto naturale per i nativi digitali. E’ uno degli elementi che dovrebbero tenere presente coloro che dichiarano di voler regolamentare Internet.

Scrivi un commento!

Aggiungi il commento, oppure trackback dal tuo sito.

I commenti inseriti dai lettori di AppuntiDigitali non sono oggetto di moderazione preventiva, ma solo di eventuale filtro antispam. Qualora si ravvisi un contenuto non consono (offensivo o diffamatorio) si prega di contattare l'amministrazione di Appunti Digitali all'indirizzo info@appuntidigitali.it, specificando quale sia il commento in oggetto.